UFO

Una “battaglia spaziale” tra razze aliene si sta verificando a nostra insaputa

Le persone che decidono di parlare delle verità nascoste sono spesso chiamati “insider” o anche informatori della verità. Una di queste persone è William Tompkins.

William Tompkins è uno degli “insider” più credibili che si è manifestato ultimamente. La profondità e le implicazioni delle sue  testimonianze sono impressionanti. Ma, naturalmente, ci saranno sempre coloro che si rifiutano di credere a ciò che lui racconta, dal momento che è un informatore della realtà extraterrestre.

Risultati immagini per solar warden

Tompkins sostiene di essere stato parte di un’operazione di spionaggio che coinvolse la Marina degli Stati Uniti, la US Navy che aveva rubato progetti (Black Project) relativi a navi e motori antigravitazionali grazie a documenti segreti tecnologici dei nazisti durante il culmine della seconda guerra mondiale.
Ha detto che ha consegnato personalmente alcuni dei segreti rubati come “pacchetti informativi” agli amministratori delegati di grandi aziende degli Stati Uniti, che erano e sono attualmente coinvolte nei settori spaziali militari. Inoltre, Tompkins ha detto di aver lavorato al fianco di alcuni esseri ET, Alieni nordici che non differiscono dagli umani nel loro aspetto, e stavano lavorando come suoi segretari.

Inoltre, rivela che i nazisti avevano navi già operanti durante la guerra e, grazie alle informazioni che lo spionaggio degli Stati Uniti era stato in grado di ottenere, quel paese in seguito ha sviluppato una propria flotta di navi (UFO), che sono state poi assorbite nel progetto nero di ambito militare sotto il controllo MJ-12 (conosciuto anche come Majestic 12), un gruppo ultra Top Secret che è stato avviato nei primi anni del 1949 al fine di “gestire” la questione degli UFO/Alieni.

Anche se oggi la parola UFO non sottintende l’idea che ci siano razze aliene che, alcuni credono, stanno cercando di conquistare/schiavizzare la Terra, ecco che le accuse di William Tompkins potrebbero essere fantasiose, ma certe dichiarazioni possono anche sembrare reali e non si può negare il fatto che miliardi di dollari sono stati dirottati non si sa dove, nel bilancio annuale degli Stati Uniti. Molti sono i complottisti che hanno detto che queste enormi somme vengono utilizzate in progetti neri o messe a disposizione per l’esplorazione e  la difesa spaziale.

Ovviamente, questo non significa che il denaro dirottato sarebbe stato utilizzato per la costruzione di astronavi da guerra, come Tompkins sostiene nel suo libro.

Secondo lo scrittore, squadroni di navi spaziali da combattimento gestiti dalla Marina degli Stati Uniti in stile Star Wars sono state segretamente nascoste all’umanità e attualmente proteggono la razza umana da attacchi di razze aliene rettili. Ovviamente tutto ciò riporta alla mente il famoso Progetto Solar Warden.

Lo scrittore di 92 anni ha lavorato nel settore aerospaziale per un think tank con il compito di progettare veicoli spaziali ad antigravità della lunghezza di un chilometro e lo ha fatto per conto della Marina degli Stati Uniti  negli anni 1950-1960. Da mettere in conto che la Marina USA (US Navy) gestisce il sito super segreto dell’AREA 51. Durante questo periodo (1959-60), Tompkins, che divenne informatore, sostiene di aver disegnato personalmente progetti di cinque veicoli spaziali e 30 navi di supporto.

Nel suo libro, Selezionato dagli extraterrestri (scelto dagli alieni), sostiene che queste enormi navi interplanetarie della Marina sono state create per difenderci dagli invasori alieni che vogliono schiavizzare l’umanità. Molto strana la faccenda, dato che già siamo schiavi del sistema di potere occulto CABAL-Illumminati. Viviamo in una Prigione Planetaria. Ma allora la domanda sorge spontanea: queste navi spaziali servono a quale umanità?

“Queste guerre spaziali – ha detto William Tompkins – sarebbero in corso sotto il naso di tutti da decenni”.

Tuttavia, nel libro avverte che una delle razze aliene ostili sono dei rettili e sono “sempre più forti. La US Navy deve aumentare le difese, oppure affrontare il regno dei rettili attaccandoli con navi spaziali”.

A quanto pare, secondo Tompkins, la US Navy lavora a stretto contatto con gli Alieni nordici, nostri alleati, che hanno enormi navi delle dimensioni della Luna, e sono in grado di vincere le navi d’attacco rettili. I nordici sarebbero venuti dalla costellazione di Orione e avrebbero influenzato la costruzione delle piramidi.

Nel frattempo, i nemici rettili attaccano vari pianeti, li sequestrano e riducono in schiavitù i loro abitanti. Ma esseri umani e nordici, che lavorano con la Marina degli Stati Uniti per lo sviluppo di tecnologie avanzate per i veicoli spaziali, hanno unito le forze per costruire una varietà di navi da guerra “combattenti” nello stile di Star Wars.

Certo è difficile credere alle fantastiche affermazioni di Tompkins. Ma perché un uomo anziano sta raccontando tutte queste cose? Sono semplicemente invenzioni di una mente fertile, o ci sono mezze verità progettate per confondere ulteriormente lo studio del fenomeno UFO? E, naturalmente, ci sono ancora più possibilità in questo senso. Il tempo, come sempre, sarà padrone della verità!

Di Massimo Fratini

Redazione Segnidalcielo

Riproduzione riservata © Copyright 2017-Segnidalcielo



SHARE
RELATED POSTS
Incontri Alieni: “ho vissuto in una base sotterranea Extraterrestre nell’Himalaya”
Misterioso oggetto luminoso “alato” compare dopo un lampo di luce nel cielo di Bundoora, Australia
NASA: enormi oggetti spaziali fotografati vicino al Sole. Le foto della sonda SOHO!

Comments are closed.