Home UFO UFO-UAP, pubblicato un Nuovo Incredibile Filmato di un UFO che insegue un...

UFO-UAP, pubblicato un Nuovo Incredibile Filmato di un UFO che insegue un Aereo Militare Statunitense

3548
0

Un nuovo filmato di un UFO che insegue un aereo da caccia anticarro A-10 Thunderbolt dell’aeronautica americana è stato pubblicato da una fonte anonima del Dipartimento della sicurezza interna degli Stati Uniti.

L’UFO è stato filmato da terra quando è entrato per la prima volta in rotta di collisione con un aereo militare A10, quindi lo stesso aereo si è girato e ha iniziato a inseguirlo.

L’oggetto è stato analizzato ed è risultato essere un vero UFO/UAP di origine sconosciuta, che dimostra capacità di volo avanzate, ha detto la fonte. L’oggetto in questione si è avvicinato molto all’A10, durante il suo volo di routine, e ha iniziato a seguire e persino raggiungere il jet prima di cambiare direzione.

L’A10 sembrava aver notato l’oggetto mentre alla fine girava e girava di nuovo nella stessa area. L’imbarcazione sconosciuta ancora una volta si è avvicinata pericolosamente all’A10 prima di volare nella direzione opposta ad alta velocità.

Verso la fine del filmato, mentre l’operatore FLIR da terra stava osservando il misterioso velivolo, questo improvvisamente accelera ad alta velocità e vola via dalla vista dell’operatore radar. Durante la visualizzazione fotogramma per fotogramma, i ricercatori hanno notato che l’UFO è in continua evoluzione.

L’oggetto cambia continuamente forma ea volte si divide in due grandi oggetti di uguali dimensioni e rilascia oggetti più piccoli da se stesso. 

Il 25 giugno 2021, l’Ufficio del direttore dell’intelligence nazionale ha pubblicato un rapporto sugli UAP (fenomeni aerei non identificati). Il rapporto ha rilevato che l’UAPTF non è stato in grado di identificare 143 oggetti individuati tra il 2004 e il 2021. Il rapporto affermava che 18 di questi presentavano schemi di movimento o caratteristiche di volo insoliti, aggiungendo che erano necessarie ulteriori analisi per determinare se quegli avvistamenti rappresentavano una tecnologia non terrestre.

Redazione Segnidalcielo