Home Disastri Ambientali Terremoti in California e Cile. Timori per la ‘Ring of Fire’

Terremoti in California e Cile. Timori per la ‘Ring of Fire’

47
0

Il terremoto di 8.2 gradi che ha scosso il nord del Cile e i paesi limitrofi Martedì sera,  è stato uno di una serie di recenti terremoti lungo quella che è conosciuta come la “Ring of Fire”, l’anello di fuoco, ovvero la linea di giunzione delle placche tettoniche che, dalle isole Filippine, percorre tutto l’arco dell’Oceano Pacifico per terminare al punto più meridionale delle coste occidentali del continente sudamericano.

 

Il recente terremoto di magnitudo 5,1  che ha colpito Los Angeles la scorsa settimana, seguita da scosse di assestamento lungo la costa della California, ha fatto eco a quello più potente in Cile.  Infatti entrambe le città si trovano lungo il cosiddetto anello di fuoco, dove due placche sotto la superficie della terra ogni tanto si urtano e  secondo Kate Hutton, sismologo personale al California Institute of Technology,  vi è il ” rischio che ci siano più grandi e potenti scosse di assestamento dopo quella del Cile di 8.2. L’aspetto più evidente di distribuzione dei terremoti è la sua casualità nel tempo”, ha detto Hutton.

Preoccupazione desta il vulcano Yellowstone, nel nord-ovest degli Stati Uniti, dove si sono manifestati altrettanti eventi sismici seppur di intensità non forte, ma che sono evidenti segni dell’attività di una caldera molto attiva.

Le zone più sensibili dell’Anello di Fuoco includono tali città più popolate come Santiago del Cile, Los Angeles e San Francisco, in California – Seattle, Washington- Tokyo, Giappone e Lima, in Perù.

Redazione Segnidalcielo