UFO UFO Disclosure

Sergey Berezhnoy: “il centro spaziale russo non può risolvere i problemi di una invasione aliena”

La Russia, non è pronta ad affrontare una eventuale invasione di esseri provenienti dallo spazio” questo secondo una dichiarazione da parte di un funzionario della difesa russa. 

In una mossa a sorpresa, un giornalista ha apparentemente sollevato la questione della sicurezza extraterrestre nel corso di una conferenza stampa con il responsabile del Centro di Controllo dei sistemi spaziali Dott. Titov, centro che si trova nei pressi di Mosca, il centro principale del controllo satellitare. “Finora non siamo capaci di gestire questa situazione. Non siamo purtroppo pronti a combattere civiltà extraterrestri “, ha spiegato il vice capo del Centro Spaziale Sergey Berezhnoy. “Il nostro centro non è stato incaricato di gestire un eventuale attacco da parte di forze aliene ostili. Ci sono troppi problemi sulla Terra e nei pressi di esso, “ha aggiunto.

Titov, che gestisce il controllo e le truppe di difesa Spaziale della Russia, dice che i controlli dello spazio aereo russo avvengono tramite l’80 per cento della flotta satellitare del paese, sia militare che civile. La Russia è anche impegnata alla costruzione e lancio di veicoli spaziali e missili balistici strategici che potrebbero essere utili per un eventuale difesa spaziale o continentale.  La struttura si trova a circa 40 km a sud ovest di Mosca è presidiata da circa 1.000 ufficiali e soldati. Le truppe spaziali della Russia, nella loro forma attuale, sono stati creati nel 2011 attraverso l’integrazione di diversi rami militari responsabili della difesa anti-missile, la guerra anti-aereo strategica e controllo dello spazio. Anche se non possono ancora essere in grado di affrontare un attacco alieno, le truppe spaziali della Russia almeno possono avere i mezzi tecnologici estremamente efficaci e di alta qualità per affrontare le questioni che riguardano eventuali minacce terrestri.

La base di lancio di missili balistici è collegata con la centrale di allarme con è corrispondente con una rete di stazioni radar, ma tutto è collegato e gestito da un centro per la sorveglianza dello spazio che si trova presso il cosmodromo militare di Plesetsk, usato anche per test e lancio di missili strategici.

Redazione Segnidalcielo

riferimenti: ADG UK

SHARE
RELATED POSTS
Giappone: grande eruzione del vulcano Shindake. Evacuata l’isola di Kuchinoerabu
Ricercatori russi affermano che la pietra con il microchip è di origine Aliena
Misteriose “Presenze Aliene” osservano una bambina mentre gioca nella cucina di casa

Comments are closed.