Home Minaccia Biologica Scoperto un Brevetto del 2002 per l’Assemblaggio “Invisibile” del Genoma Coronavirus

Scoperto un Brevetto del 2002 per l’Assemblaggio “Invisibile” del Genoma Coronavirus

4080
0

Un metodo per l’assemblaggio del genoma dei virus, che consente la creazione di nuovi agenti patogeni senza tracce visibili dell’intervento in laboratorio, è stato brevettato nel 2002. La tecnologia appartiene al Dr. Ralph Baric dell’Università del North Carolina.

Lo scienziato ha chiamato la tecnologia descritta nel brevetto il “metodo no-see-um” e ha affermato che ha “applicazioni ampie e ampiamente sottovalutate nella biologia molecolare”. Stiamo parlando della revisione impercettibile e del riassemblaggio dei genomi virali. È impossibile capire che una persona ha interferito con il genoma dopo aver utilizzato la tecnologia del Dr. Ralph Baric.

Il dottor Ralph Baric detiene diversi brevetti. Nel 2002, la sua domanda per un’invenzione intitolata “Metodi per la produzione di coronavirus ricombinante” (n. 7279327) è stata accettata. Questo brevetto descrive un metodo per la modifica mirata dei virus delle famiglie Coronaviridae (coronaviruses) e Arteriviridae.

“Attualmente, i coronavirus sono i preferiti”,  afferma il  brevetto”. Anche nel brevetto si nota che il metodo consente di “retarghetare” il coronavirus su qualsiasi specie di mammiferi. Inoltre, il documento dice:

“L’inserto può essere ottenuto da qualsiasi DNA e RNA, in particolare da una fonte non coronavirus.”  Questo potenzia enormemente coloro che apportano modifiche mirate al genoma. Successivamente, nel 2006, il Dr. Ralph Barick ha registrato un  brevetto  intitolato “Composizioni di coronavirus con un genoma resistente alla ricombinazione” (n. 7618802).

Grazie alle scoperte del dottor Ralph Barick, l’assemblaggio dei genomi può essere effettuato senza alcun segno di lavoro umano. Lo scienziato lo ha definito il metodo no-see-ums e ha affermato che ha “applicazioni diffuse e ampiamente sottovalutate nella biologia molecolare”. Il dottor Ralph Barick ha chiamato il suo metodo dopo gli insetti pungenti invisibili che possono essere trovati sulle spiagge della Carolina del Nord. Si chiamano no-see-ums (“invisibili”) e fanno parte del gruppo dei piccoli insetti succhiatori di sangue sotto il nome generico di “gnus”.

 

 

Il brevetto afferma che “sebbene la presente invenzione sia principalmente descritta in relazione a un virus della gastroenterite trasmissibile dei suini (causata dal coronavirus), l’invenzione può essere implementata con qualsiasi coronavirus, come il coronavirus respiratorio umano, il coronavirus respiratorio suino, il coronavirus canino, coronavirus felino intestinale, virus della peritonite infettiva felina, coronavirus del coniglio, virus dell’epatite del topo ”.

Nel 2015, il dottor Ralph Barik ha iniziato a collaborare con un eminente esperto di coronavirus, Shi Zhengli, dell’Istituto di virologia di Wuhan. Secondo la   rivista Intelligencer , nel 2015, il laboratorio del dottor Ralph Barik ha ricevuto 8,3 milioni di dollari dal National Institutes of Health, poi nel 2016 – 10,5 milioni di dollari.

La presenza di metodi per l’introduzione “senza soluzione di continuità” di inserti nel genoma dei coronavirus, così come il loro assemblaggio mirato, non significa che SARS-CoV-2 sia di origine di laboratorio.

Nel 2015, il dottor Ralph Barik ha iniziato a collaborare con un eminente esperto di coronavirus, Shi Zhengli, dell’Istituto di virologia di Wuhan.

Secondo la   rivista Intelligencer , nel 2015, il laboratorio del dottor Ralph Barik ha ricevuto 8,3 milioni di dollari dal National Institutes of Health, nel 2016 – 10,5 milioni di dollari.

La presenza di metodi per l’introduzione “senza soluzione di continuità” di inserti nel genoma dei coronavirus, così come il loro assemblaggio mirato, non significa che SARS-CoV-2 sia di origine di laboratorio, anche se i sospetti sono molti.

Redazione Segnidalcielo