Vita nel Cosmo

Scoperto il pianeta “gemello” alla Terra, orbita intorno alla stella Proxima Centauri a 4,2 anni luce di distanza

Secondo i nuovi rapporti, i ricercatori hanno scoperto una seconda ‘Terra’ con gli oceani liquidi, in grado di sostenere la vita come noi la conosciamo intorno alla nostra stella più vicina. “… Mai prima d’ora gli astronomi hanno trovato un pianeta simile alla Terra così vicino alla Terra …”.

Abbiamo davvero bisogno di esplorare il vasto universo, al fine di trovare la vita aliena o pianeti simili alla Terra? Oppure è possibile che un pianeta con caratteristiche simili alla Terra si trova da qualche parte vicino a noi? Si scopre che una stella molto vicina al nostro Sole, può essere il luogo perfetto per la vita aliena,  È questa l’ultima spinta motivazionale che lancerà l’umanità verso il viaggio interstellare?

Il pianeta appena scoperto potrebbe essere simile alla Terra (con acqua allo stato liquido) e presumibilmente orbita attorno alla stella Proxima Centauri, la più vicina al nostro sistema stellare.  Secondo il giornale tedesco Der Spiegel , gli esperti stanno per svelare la sensazionale scoperta, ma lo fartanno alla fine del mese di Agosto.

Si ritiene che il pianeta simile alla Terra orbita intorno alla sua stella proprio alla giusta distanza e potrebbe favorire le condizioni necessarie per la vita come noi la conosciamo.  Il sistema stellare Proxima Centauri appartiene al sistema di Alpha Centauri e si trova a soli 4,2 anni luce dal nostro Sole.

Come detto sopra, il quotidiano Der Spiegel scrive che i ricercatori europei dell’Eso (European Southern Observatory) annunceranno ufficialmente la scoperta a fine agosto ma secondo indiscrezioni ritengono sia “simile alla terra” perche’ orbita ad una distanza dalla sua stella (una nana rossa, 8 volte piu’ piccola del nostro Sole) nella fascia ‘abitabile’, ossia alla distanza giusta per ospitare qualche forma di vita. Ne’ troppo lontano per non essere sufficientemente riscaldato dai raggi della stella, ne’ troppo vicino per renderlo una roccia semifusa come Mercurio (il primo pianeta del nostro sistema solare mentre la Terra e’ il terzo).

In sintesi questo pianeta, ha le caratteristiche necessarie e sufficienti perche’ “si trovi acqua allo stato liquido sulla sua superficie, condizione base per la presenza di forme di vita. L’esopianeta, che non ha ancora un nome, e’ cosi’ vicino a noi che potra’ essere studiato direttamente attraverso i telescopi Hubble e Spitzer della NASA.

Gli altri esopianeti sono stati scoperti indirettamente, ossia solo per l’alterazione periodica nella luminosita’ della loro stella che poteva essere giustificata solo dal passaggio di un pianeta ad oscurarlo parzialmente alla vista dalla Terra. Proxima Centauri e’ una delle tre stelle del sistema di Alpha Centauri scoperto nel 1915, visibile nell’emisfero settentrionale.

Redazione Segnidalcielo

[ot-video][/ot-video]

SHARE
RELATED POSTS
Ancora mistero intorno alla megastruttura Aliena KIC 8462852
Sulla LUNA trovata struttura lunga 138 miglia e CENSURATA da Google!
Esclusivo!! Gli Astronomi scoprono Kepler-186f un pianeta molto simile alla Terra

Comments are closed.