UFO

Scoperte alcune “strutture aliene” sulla Luna

Secondo il ricercatore e Skywatcher UFO “SecureTeam10”, con l’aiuto di Google Earth, è stato in grado di rintracciare un certo numero di strutture misteriose di origine aliena sulla superficie della Luna. Secondo lo skywatcher, le immagini nitide di Google, mostrano alcune colonne gigantesche che sono strutturate intorno ad un cratere da impatto o forse di origine artificiale.  Secondo molti ricercatori Ufo e cospirazionisti, vi è la prova che la NASA ha cercato di nascondere prove di numerose basi aliene, che si trovano sia sulla superficie della luna che sulla Terra, cancellandone le immagini.

Pillars On The Moon1835

Pillars On The Moon1834

Pillars On The Moon1833

SecureTeam10 ha registrato le coordinate delle strutture misteriose sulla Luna: 21 ° 4 ‘2.23 N, 148 ° 39’12.30 “. Se ci si concentra sulla zona, i cacciatori di Ufo sostengono che ci sono tre pilastri massicci, visibili chiaramente grazie alla loro ombra sulla superficie della Luna.

Pillars On The Moon1837

alcuen immagini che mostrano strutture aliene sulla Luna, nascoste, cancellate dalla NASA

Pillars On The Moon1838

alcune strutture aliene sulla Luna

Nel video presentato nel canale You Tube di SecureTeam10, sono ben visibili i pilastri o torri sulla superficie della luna, accanto ad un cratere. L’autore afferma che ci sono più prove di altre basi aliene in un cratere che dispone di ‘tre strutture perfettamente allineate, che potrebbe contenre più pilastri.’ Inoltre, SecureTeam 10 ha citato nel video, che vi è un ‘lungo oggetto cilindrico di 300 piedi, che somiglia ad un oggetto a forma di sigaro’ sul bordo di un altro cratere a destra delle immagini.

Redazione Segnidalcielo

[ot-video][/ot-video]

SHARE
RELATED POSTS
Cosmic Top Secret: Bob Lazar fornirà la prova dell’esistenza degli UFO nell’Area 51
La base USAF di Monte Nardello come l’Area 51
Stati Uniti: Geologo trova i resti dell’UFO Crash di Roswell. Il Dipartimento degli Interni USA vuole la confisca del materiale!

Comments are closed.