UFO Vita nel Cosmo

Scoperta una nuova serie di segnali radio! Secondo uno scienziato potrebbero essere “trasmissioni extraterrestri”

La scoperta di una nuova serie di segnali radio conferma che questi misteriosi lampi Fast Radio Bursts (FRBs) hanno origine al di fuori del nostro pianeta e anche dalla nostra galassia. Questi lampi radio veloci rimangono uno dei più grandi misteri dell’Universo per la scienza moderna che si domanda da dove fuoriescano. Finora, nessuno è stato in grado di spiegare con successo cosa o chi nell’Universo sta trasmettendo brevi raffiche di energia sotto forma di segnali radio attraverso il cosmo.

Questi FRBs sono onde radio misteriose che hanno sconcertato da un decennio a questa parte gli astronomi,  da quando furono per la prima volta rilevati. Anche se nessuno può dire con certezza che cosa siano questi segnali misteriosi, ci sono alcuni che ritengono che questi impulsi radio possano essere un segno di civiltà aliene avanzate che tentano di contattarci.

Risultati immagini per fast radio bursts aliens

Ora, un team di astrofisici ha confermato che i misteriosi Fast Radio Bursts (FRBs), che sono intense raffiche di energia radio che durano pochi millisecondi, hanno origine al di fuori del nostro pianeta e il sito ufficiale della Swinburne University of Technology (Melbourne, Australia), che ha condotto lo studio su questi segnali, dice che possono anche provenire da oltre la nostra galassia.

I segnali radio FRBs sono fondamentalmente le emissioni radio che appaiono temporaneamente e totalmente in modo casuale, il che li rende estremamente difficile da trovare, e ancora più difficile da studiare. Ci sono diverse teorie su quello che potrebbero essere. Alcuni suggeriscono che provengano da stelle che si scontrano, mentre altri si sono avventurati oltre dicendo che questi possono essere messaggi dei nostri vicini cosmici.

Il professor Matthew Bailes della Swinburne University of Technology di Melbourne, che ha partecipato alla nuova ricerca, ha detto: “ Forse la spiegazione più bizzarra per i FRBs è che erano le trasmissioni aliene che stiamo solo capatando in questo momento”. Manisha Caleb, un’astrofisica presso l’Australian National University (Canberra), ha spiegato che “scoprire se tali esplosioni provengano dalle stelle o da pianeti è la chiave per comprendere ciò che li origina. Solo uno dei FRBs è stato collegato a una galassia specifica”.

Risultati immagini per fast radio bursts aliens

Utilizzando il radiotelescopio Molonglo, gli esperti della Australian National University hanno individuato tre nuovi FRBs. Proprio questo telescopio potrebbe aiutare gli esperti a risolvere il mistero che circonda i lampi radio FRBs. A causa della particolare architettura del telescopio radiofonico Molonglo, gli esperti suggeriscono che sia uno strumento ideale per individuare FRBs grazie alla sua lunghezza focale enorme.

Il Dr. Chris Flynn dalla Swinburne University of Technology, che ha anche partecipato allo studio, ha dichiarato: “I radiotelescopi convenzionali possiedono un piatto unico di ricezione e hanno difficoltà a stabilire che le trasmissioni hanno origine al di là dell’atmosfera terrestre”.

Risultati immagini per fast radio bursts aliens

Secondo un articolo della Swinburne University, il telescopio Molonglo ha una vasta area di raccolta (18mila metri quadrati) e un grande campo di vista (otto gradi quadrati al cielo), che lo rende ideale per la caccia dei lampi radio veloci. Il progetto dell’astrofisica Manisha Caleb è stato quello di sviluppare un software per vagliare 1000 TB (tera-bite) di dati prodotti ogni giorno. Il suo lavoro è stato ripagato con le tre nuove scoperte di FRBs.

Un documento sulla scoperta de “I primi rilevamenti interferometrici di Fast Radio Bursts’ è stato pubblicato in Monthly Notices of the Royal Astronomical Society. E’ disponibile online all’indirizzo: https://arxiv.org/abs/1703.10173

Redazione Segnidalcielo

SHARE
RELATED POSTS
Francia: era un UFO quello avvistato sulla centrale Nucleare di Blayais
Invasione UFO nello spazio: altro avvistamento sulla Stazione Spaziale Internazionale
Il primo Crop Circle del 2017 ha fatto la sua comparsa a Cherhill White Horse, Wiltshire (UK)

Comments are closed.