Antica Terra UFO Vita nel Cosmo

Scienziati trovano una seconda Terra che potrebbe ospitare “vita aliena”

Gli scienziati hanno trovato una seconda Terra che è 6,65 volte più massiccia del nostro pianeta, con un raggio di appena 1,4 volte rispetto a quello della Terra. Ha un’atmosfera e si trova nella zona abitabile della sua stella. Gli scienziati dicono che questo è il pianeta extrasolare più emozionante trovato negli ultimi dieci anni.

La lista dei pianeti potenzialmente abitabili aumenta costantemente. Il titolo di “miglior candidato per la vita aliena”  viene spostato da un pianeta all’altro, dato che gli scienziati stanno scoprendo rapidamente più pianeti che possono essere considerati come gemelli della Terra.

Risultati immagini per LHS 1140b

Gli astronomi hanno fatto ancora un’altra incredibile scoperta oltre il nostro Sistema Solare. Un pianeta alieno che è più grande della Terra posside una propria atmosfera e solleva speranze di trovare forme di vita extraterrestri. Il mondo alieno è classificato come una super-Terra che è 6,65 volte più massiccio del nostro pianeta, con un raggio di appena 1,4 volte rispetto a quello della Terra.

Chiamato LHS 1140b, questo pianeta orbita intorno a una stella che si trova a quasi 40 anni luce dalla Terra. Ancora più importante, si trova nella zona abitabile della sua stella e dispone di una propria atmosfera. Il pianeta si trova abbastanza lontano dalla sua stella, al fine di sostenere la vita come noi la conosciamo, e non abbastanza lontano per avere temperature di congelamento.

Il mondo alieno si trova nella costellazione della Balena e orbita intorno a una stella (nana rossa) chiamata LHS 1140. Inoltre, gli scienziati che hanno fatto la scoperta usando il telescopio dell’Osservatorio europeo meridionale credono che LHS 1140b riceve lo 0,46% del calore dalla sua stella.

Immagine correlata

“Il sistema LHS 1140 potrebbe rivelarsi un obiettivo ancora più importante per il futuro dello studio sulla vita extraterrestre di pianeti nella zona abitabile di tipo TRAPPIST-1 Proxima”, hanno detto due membri del team internazionale, Xavier Delfosse e Xavier Bonfils.

Hanno aggiunto: “Questo è stato un anno straordinario per le scoperte di esopianeti”. Ancora più interessante è il fatto che gli astronomi ritengono che LHS 1140b potrebbe essersi formato in modo simile alla Terra. “Questo è il pianeta extrasolare più emozionante che ho visto negli ultimi dieci anni”, ha detto il Dr. Jason Dittmann dell’Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics di Cambridge, Massachusetts.

Immagine correlata

“Difficilmente si poteva sperare in un obiettivo migliore per eseguire una delle più grandi missioni nel campo della scienza – alla ricerca di prove di vita oltre la Terra”. Inoltre, a differenza di altri pianeti rocciosi intorno a stelle simili, questa particolare nana rossa – LHS 1140 – sembra essere molto tranquilla.

Il membro del team Dr. Nicola Astudillo-Defru dell’Osservatorio di Ginevra, Svizzera, spiega che “le attuali condizioni della nana rossa sono particolarmente favorevoli. LHS 1140 gira più lentamente ed emette meno radiazioni ad alta energia rispetto ad altri simili stelle di piccola massa”.

Il pianeta che orbita intorno alla nana rossa potrebbe di sicuro contenere acqua liquida sulla sua superficie ed essere in grado di mantenere un’atmosfera.

Gli astronomi sanno molto bene che, quando le nane rosse sono giovani, spesso emettono enormi quantità di radiazioni, onde intense di plasma (molto più grande del nostro Sole), in grado di danneggiare o distruggere per sempre le atmosfere dei pianeti orbitanti.

Risultati immagini per A temperate rocky super-Earth transiting a nearby cool star

In questo caso, la dimensione del pianeta implica che un oceano di magma avrebbe potuto esistere sulla sua superficie per milioni di anni. E questo oceano di lava bollente avrebbe potuto essere la fornitura di grandi quantità di vapore per l’atmosfera ancora molto tempo dopo che la stella aveva raggiunto il suo attuale stato di calma, dopo la sua furia iniziale, il che potrebbe significare che ci possono essere grandi quantità di acqua.

Per quanto riguarda l’età del sistema, gli autori propongono che LHS 1140b potrebbe essersi formato in modo simile alla Terra e calcolano che la sua stella è di almeno 5.000 milioni di anni, circa la stessa età del Sole. In altre parole, un ottimo candidato per la vita aliena, e giustamente definito come pianeta gemello della Terra.

Gli autori dello studio ora attendono i risultati delle osservazioni fatte con il telescopio spaziale Hubble, che sarà in grado di determinare con precisione la quantità di radiazione ad alta energia che LHS 1140b riceve e, quindi, la sua capacità di sostenere la vita.

Redazione Segnidalcielo

https://www.eso.org/public/archives/releases/sciencepapers/eso1712/eso1712a.pdf

SHARE
RELATED POSTS
Las Vegas: incredibile avvistamento Ufo simile alle famose “Luci di Phoenix”
Stati Uniti: misteriose Orbs passano attraverso la stanza di un bambino. Si tratta forse di Entità Multidimensionali?
Viaggiatore del tempo predice una guerra tra Alieni e Umani

Comments are closed.