Esplorazione spaziale Scienze News

Scienziati scoprono una “zona fredda” nello spazio che potrebbe essere generata da un universo parallelo

Gli scienziati della Durham University hanno fornito nuove prove che potrebbero avallare l’esistenza di universi paralleli. Come parte di uno studio sulla superficie dello spazio chiamato “macchia fredda”,  rilevato da un satellite della NASA nel 2004, i ricercatori sostengono una nuova versione della sua origine. Cioè questo luogo freddo potrebbe essersi formato come un risultato di una collisione tra universi.

Risultati immagini per Scientists Discover Possible First Proof of Parallel Universes

Risultati immagini per Scientists Discover Possible First Proof of Parallel Universes

L’analisi mostra un punto dello spazio particolarmente freddo e ombroso che emette delle radiazioni,  un particolare che ha allertato diversi studiosi che hanno ipotizzato la collisione del nostro universo con un altro. Ad elaborare la teoria è stato il professor Tom Shanks dell’università di Durham che ha ipotizzato che i rilevamenti fatti negli ultimi giorni potrebbero dare una spiegazione scientifica alle teorie degli universi paralleli.

La radiazione cosmica di fondo (CMBR), ciò che resta del Big Bang, copre infatti tutto il cosmo ad una temperatura di 2,73 gradi sopra lo zero assoluto (-270,43 gradi Celsius), ad eccezione di questa anomala “zona fredda”, dove la temperatura è più fredda di 0,00015 gradi rispetto a ciò che la circonda. 

Risultati immagini per Scientists Discover Possible First Proof of Parallel Universes

Tale anomalia, dunque, potrebbe essere generata da un universo parallelo che lascerebbe la propria “impronta” su questo punto specifico dell’universo. Se confermata, questa tesi sarebbe la prima prova empirica dell’esistenza di un universo parallelo e  fornirebbe un supporto a quella che viene definita teoria delle stringhe. Come ha dichiarato lo stesso professor Tom Shanks, della Durham University: «Non si può del tutto escludere che la macchia sia causata da una fluttuazione improbabile spiegata dal modello standard. Cionondimeno, se questa non è la risposta corretta, il campo resta aperto anche per spiegazioni più esotiche».

Redazione Segnidalcielo



SHARE
RELATED POSTS
Elon Musk-SpaceX: “Dobbiamo colonizzare Marte per preservare la specie Umana prima di una Terza Guerra Mondiale”
SPACE FORCE: parte la corsa delle superpotenze alla costruzione di basi e armi spaziali per guadagnare superiorità spaziale. L’USAF vuole il dominio della galassia!
“The Lucifer Project” , la NASA vuole trasformare Saturno in una piccola Stella

Comments are closed.