UFO

Scienziati ritengono che il nostro DNA è più Alieno di quanto pensassimo

Si è sempre creduto che il DNA fosse tutto umano, ma ora i ricercatori hanno appena scoperto che un totale di 19 ‘nuovi’ pezzi di DNA non-umani,  sono stati trovati tra i nostri geni, portando cosi il totale a 36.

Gli scienziati ritengono che i nuovi pezzi di DNA non-umani, sono stati lasciati da virus che primaancora hanno infettao i nostri antenati centinaia di migliaia di anni fa.

dna umanUtilizzando un insieme di tecniche altamente sofisticate che hanno permesso loro di confrontare aree chiave di genoma di ogni persona al genoma umano ‘di riferimento’,  il team di ricercatori è stato in grado di concludere che vi è un totale di 19 “nuovi” pezzi di DNA ma “non umani”, quindi alieni. La parola ALIENO significa estraneo, non quindi appartenento a questo mondo, a ciò che noi conosciamo.

I ricercatori sono stati in grado di concludere che, per quanto l’otto per cento di quello che noi consideriamo come il nostro DNA  “umana”,  in realtà deriva da qualche virus di origine extraterrestre.

Secondo il quotidiano inglese DailMail, “i risultati si basano su precedenti studi su retrovirus endogeni umani, noti come ‘HERVs’. Si tratta di antichi virus infettivi che inseriscono una copia di DNA alla base del proprio materiale genetico di RNA sui genomi dei nostri antenati”

Secondo gli scienziati, i nuovi pezzi di DNA non umano sono stati lasciati da ‘virus’ che hanno infettato i nostri antenati in un lontano passato. Gli scienziati affermano che una sezione del DNA, anche conteneva un intero corredo, è stato scoperto invece che si trattava di un intero virus, cosa che ha causato confusione tra i ricercatori.

 alien dna
Gli scienziati hanno scoperto che 50 su 2.500 soggetti che eseguono la mappatura del corredo genetico, troveranno di sicuro tracce di un misterioso virus, lo stesso che ha colpito i nostri antenati migliaia di anni fa. Tuttavia, non è noto se il virus può replicare o riprodurre. Altri studi precedenti hanno dimostrato che l’antico virus può colpire soggetti umani che poi a loro volta veicolano tale virus, diventando appunto vettori virali.

I ricercatori hanno concluso che il DNA del virus, ha generato una copia moltiplicandosi di generazione in generazione, finendo nel nostro DNA di oggi. Nel nuovo studio, oltre a scoprire i nuovi tratti del virus, gli scienziati della University of Michigan Medical School e la Tufts University, sono stati in grado di confermare l’esistenza di 17 pezzi di DNA virus trovato nei genomi umani negli ultimi due anni, portando ad una migliore comprensione del nostro DNA in generale.

 alien virus3

Gli scienziati hanno esaminato l’intero arco genoma, mettendo a confronto le persone da tutto il mondo, tra cui un gran numero di persone indigene in Africa, dove i ricercatori credono siano gli antenati da cui hanno avuto origine i moderni esseri umani.

Il nuovo studio è stato pubblicato negli Atti ufficiali della National Academy of Sciences (PNAS). Il ricercatore biologo ed esperto in genetica Dr Jeffrey Kidd ha detto: ‘Questi sono i resti di antichi eventi che non sono stati fissati nella popolazione nel suo complesso, ma piuttosto è accaduto negli antenati di alcune persone che vivono tutt’oggi. Ci sono stati un certo numero di esempi di altri HERVs che si inseriscono accanto ai geni umani o vicino a loro e avere un impatto sulla loro espressione.”  La ricerca effettuata dal team della University of Michigan Medical School, ha aiutato a comprendere nel “microcosmo della genetica”, cose mai viste prima, ovvero la composizione e i dettagli di DNA umano.

Redazione Segnidalcielo

[ot-video][/ot-video]

SHARE
RELATED POSTS
La sonda SOHO registra “enorme oggetto sferico” che fuoriesce dal Sole
California: avvistamento UFO di massa al MacArthur Park di Los Angeles
Entità multi-dimensionali potrebbero controllare la coscienza umana

Comments are closed.