Home Cambiamenti Climatici Scienziati lanciano l’allarme: stanno comparendo “Zone Morte” negli Oceani

Scienziati lanciano l’allarme: stanno comparendo “Zone Morte” negli Oceani

360
0

La perdita di circa 80.000 tonnellate di ossigeno potrebbe causare un grave turbamento per gli ecosistemi vitali e portare a risultati catastrofici.

La diminuzione del livello di ossigeno negli oceani è considerato come un altro effetto negativo causato dai cambiamenti climatici e dal Global Warming durante gli ultimi 50 anni. L’ aumento della temperatura nell’ambiente e negli oceani è il risultato di diversi fattori quali la costante emissione di gas serra nell’atmosfera.


Uno studio condotto da un gruppo di esperti tedeschi del Centro Ricerche Oceanografiche Helmholtz (GEOMAR) e l’Università di Kiel, ha analizzato i dati raccolti livello di ossigeno negli ultimi cinque decenni. I risultati, che sono stati pubblicati sulla rivista ‘Nature‘, riflettono un calo del 2% nel livello del gas vitale negli oceani.

Proteggere la vita di quasi la metà della popolazione mondiale

Questo può non sembrare una quantità significativa, ma la perdita di 80.000 milioni di tonnellate di ossigeno, è una cifra considerata dagli esperti come sufficiente ad alterare gli ecosistemi e creare “zone morte” nei nostri oceani . Così il numero delle regioni con assoluta mancanza di ossigeno nelle profondità degli oceani è quadruplicato nell’ultimo mezzo secolo.

Questo accade perché la capacità dell’acqua di assorbire l’ossigeno, diminuisce all’aumentare della temperatura e riduce la quantità di ossigeno che viene trasportato nelle profondità dell’oceano.

Il risultato di questa variazione – più marcata nel nord dell’Oceano Pacifico e nel Sud dell’Oceano Atlantico – potrebbe diventare catastrofica , perché non vi è una possibilità di influenzare correnti oceaniche, uno dei fenomeni principali che dà luogo alla la vita nelle profondità marine. L’oceano, a sua volta, costituisce il sostentamento di circa 3.000 milioni di persone, secondo le stime delle Nazioni Unite. La catastrofe è a portata di mano e nessuno sta fecendo nulla per evitarlo.

Risultati immagini per dead zone ocean

Le potenze mondiali probabilmente sanno di un possibile evento distruttivo futuro, ma non stanno annunciando alcun pericolo. Stanno cercando di guadagnare tempo sfruttando la “distrazione” dell’uomo, dirottando senza tregua su problemi di “quotidianità sociale” legati ad una crisi economica senza fine che starebbe causando il collasso totale del sistema finanziario globale.

Redazione Segnidalcielo