Cambiamenti Climatici Earth Changes

Scienziati inviano un Drone per osservare una enorme “crepa nel ghiaccio” formatasi in Antartide

Un drone ha catturato le immagini inquietanti di una crepa enorme lunga 40 chilometri, formatasi nel ghiaccio dell’Antartide. Il video è stato condiviso dal British Antarctic Survey, organizzazione scientifica che ha una base di ricerca permanente sul continente chiamata Halley VI. (foto sotto)

Risultati immagini per Crack in the Brunt ice shelf

Risultati immagini per Crack in the Brunt ice shelf

L’enorme fessura, una crepa conosciuta come Halloween, è raddoppiata in lunghezza in soli tre mesi e questo ha costretto l’evacuazione della base di ricerca, che si trova non lontano da dove si è aperta la crepa. Appena un paio di settimane fa, le strutture della base Halley 6 hanno cominciato a trasferirsi in altra coordinata, in risposta al pericolo dell’enorme voragine che si trova a sud della stazione, che ha appunto minacciato di lasciarla alla deriva.

Risultati immagini per Crack in the Brunt ice shelf

Risultati immagini per Crack in the Brunt ice shelf

Fortunatamente per i ricercatori, Halley VI è composto da otto moduli separati che possono essere smontati e trainati grazie alle gambe idrauliche in cui sono montati dei grossi sci, cosi da far scivolare via la base e evitare che vi sia perciolo per le fessure che appaiono nei ghiacci.

Gli scienziati avvertono di numerose anomalie climatiche che si manifestano in entrambi i poli della Terra. All’inizio di quest’anno è stato accertato che uno dei dieci più grandi iceberg nel mondo è in procinto di staccarsi dell’Antartide, mentre nella regione artica hanno registrato temperature invernali fino a 30 gradi Celsius, molto più alta del solito in questo momento.

Redazione Segnidalcielo

SHARE
RELATED POSTS
Scienziati dell’Università del Maryland: la Terra è un organismo vivente!
Misteriosa struttura scoperta sotto l’Anomalia del Sud Atlantico!! Una “Frattura” nel Campo Magnetico preoccupa gli scienziati
Terrore per un virus letale. Scienziati preoccupati: “rischio epidemia come la Sars”

Comments are closed.