UFO

Russia: ricercatori registrano per la prima volta la presenza dello Yeti all’interno di una foresta

Lo Yeti, conosciuto come l’abominevole uomo delle nevi, è una misteriosa creatura bipede che sembra nascondersi nelle montagne dell’Asia. Nonostante le numerose spedizioni in regioni montagnose remote della Russia, della Cina e del Nepal, l’esistenza dello Yeti continua ancora oggi a rimanere avvolta nel mistero. In base al gran numero di avvistamenti ben documentati, si ritiene che lo Yeti è veramente un essere muscolare, con uno spesso strato di peli grigio scuro, e con un peso compreso tra 100 e 200 kg.  Lo Yeti è un po’ più piccolo di statura rispetto al Bigfoot del Nord America, con una media di circa 2 metri di altezza.

yeti russia312 Jan. 19

Le storie sullo Yeti portano persone, ricercatori e scienziati,  ad indagare il fenomeno. E anche se nel 2013 un noto genetista,  ha affermato di aver risolto il mistero della Yeti dicendo che era solo un orso polare che si credeva estinto più di 40.000 anni fa. Ma un’altra analisi condotta nel 2014 da altri scienziati rispettabilissimi,  screditava la teoria degli orsi polari estinti,  perché i campioni esaminati non appartenevano a nessun orso polare e a nessun altro animale conosciuto. Quindi era chiaro che avrebbero potuto realmente appartenere allo Yeti. Anche il più famoso naturalista e padre di documentari naturalistici, Sir Attenborough,  si è detto convinto dell’esistenza dello Yeti, perché sono state scoperte prove convincenti della sua presenza.

Ora, il video che vi presentiamo è una registrazione recente di un presunto Yeti in una foresta in Russia, che ha ancora generato un nuovo dibattito circa l’esistenza della creatura mitica, come alcuni credono che le immagini sono l’ultima prova, mentre altri sostengono che il video non è altro che una trovata pubblicitaria.

yeti nel bosco

Lo Yeti di Adygeisk

La registrazione è avvenuta quando un gruppo di ricercatori della città russa di Adygeysk, ha deciso di dare la caccia alla misteriosa creatura,  dopo che un rapporto della televisione locale asseriva  di aver avvistato in una remota regione vicina, il famoso Yeti.  Dopo aver raggiunto la zona, il team ha intervistato alcuni testimoni che hanno affermato di aver visto lo Yeti.

yeti-bosco-russia1

Abbiamo sentito camminare in mezzo alla foresta ed eravamo abbastanza sicuri che nessun altro era lì,  perché sapevamo per certo che tutti gli altri erano all’interno della casa,”  ha detto Andrei Kazarian, un testimone locale. “Anche se non abbiamo visto nessuno, qualcuno aveva lasciato enormi impronte.  Erano di tra i 5-6 cm di profondità e non poteva provenire da un piede umano. Abbiamo preso un calco in gesso delle impronte misteriose e si stima che la creatura probabilmente pesava circa 200 chili “. Un altro testimone ha detto alla televisione locale che la creatura sembrava come un grande orso, ma non era un orso.

Altra testimone, la signora Ludmila Hristoforova ha dichiarato:  “Dal cancello si è visto qualcosa di grande e peloso.” Dopo aver intervistato tutti i testimoni che hanno riferito di aver visto la Yeti, il team di ricerca è andato nel bosco, dove hanno sentito un fruscio nella neve . E ‘stato a questo punto che i ricercatori sono stati in grado di videoregistrare la creatura, che appare in mezzo alberi. E mentre la creatura scompare dopo pochi secondi, i ricercatori sono riusciti a fare un calco in gesso di una delle impronte lasciate, che sono stati successivamente consegnate agli scienziati locali per l’analisi.

Il video ha creato scalpore sui social network, in cui gli scettici credono che questo è un espediente per attrarre turisti verso la zona, mentre tutti coloro che credono all’esistenza dell’enorme bigfoot, hanno sostenuto che questa è la prima prova definitiva dell’esistenza di Yeti.

yeti russia309 Jan. 19

yeti russia310 Jan. 19

Anche i teorici della cospirazione hanno agito su questa nuova prova dello Yeti, suggerendo che la Russia vuole tempo nascondere l’esistenza della creatura mitica.  I teorici della cospirazione si basano sul controverso documentario di Discovery Channel trasmesso il 1 ° giugno 2014, dal titolo  ” Yeti: l’assassino abita in Russia” . Il documentario ipotizza che lo Yeti è stato responsabile della misteriose morti al Passo Dyatlov. 

L’incidente del passo di Djatlov riguarda la misteriosa morte di un gruppo di turisti. Il fatto sarebbe avvenuto la notte del 2 febbraio 1959, quando nove escursionisti accampati nella parte settentrionale dei monti Urali hanno trovato la morte per cause rimaste sconosciute. Il fatto avvenne sul versante orientale del Cholat Sjachl (Холат Сяхл), che in mansi significa montagna dei morti. Il passo montano scena dei fatti è stato da allora rinominato passo di Djatlov in riferimento al nome del capo della spedizione, Igor’ Djatlov.

L’esploratore Mike Libecki, controverso ricercatore, ha detto che vi sono alcuni aspetti strani nella strage a Passo Dyatlov,   che sembrava indicare le prove della presenza di una grande creatura, che era stata coinvolta nell’incidente e che il governo russo ha eliminato i reperti autoptici e altri documenti ufficiali che ne attestavano la presenza. Ovviamente sono solo ipotesi, ma la strage del Passo Dyatlov rimane avvolta nel mistero e nessuno crede che si possa trattare della vendetta di uno Yeti. Anche questo ultimo video è una trovata pubblicitaria per attirare turisti nella zona? Opuure è la prima prova conclusiva dell’esistenza dello Yeti?

A cura di Gheorghe Ivanov  (Russia)

Per Segnidalcielo.it

—————————

Riproduzione Riservata – Copyright © 2014 Segnidalcielo

SHARE
RELATED POSTS
Boriska, il ragazzo indaco che viene da Marte, lancia l’allarme per la Terra
La sonda spaziale Cassini registra “misteriosi suoni” su Saturno
Francia: avvistamento sfere di luce nei cieli di Castres

Comments are closed.