Anomalie Spaziali Planet X Nibiru

Russia: le immagini del recupero del frammento più grande del meteorite di Chelyabinsk

Finalmente dopo circa 8 mesi dalla caduta della meteora di  Chelyabinsk, il frammento più grande è stato recuperato nel lago di Chebarkul il 15 ottobre 2013.

Le immagini che provengono da RT TV, mostrano alcuni sommozzatori russi che hanno ripescato dal lago fangoso di Chebarkul, che si trova negli Urali, un pezzo di roccia da oltre mezza tonnellata che sarebbe un frammento, forse il più grande, del meteorite caduto a febbraio nei pressi della città di Chelyabinsk, provocando un’onda d’urto che ferì 1.200 persone.

Secondo la NASA , il meteorite, che ha scatenato il panico nella regione degli Urali, è stato di 17 metri di diametro, e non 15 come precedentemente segnalato. Essi confermano che pesava 10.000 tonnellate e non 7000 come indicato dalle stime precedenti. L’Agenzia spaziale ha dichiarato che l’energia rilasciata dalla meteorite caduta Venerdi 15 Febbraio 2013, era di 500 kilotoni di energia, pari a circa 30 volte la forza della bomba atomica lanciata dagli Stati Uniti sulla città giapponese di Hiroshima nella Seconda guerra mondiale .

Chebarkul541 Oct. 17 16.20

Il recupero è avvenuto otto mesi dopo che una luce accecante attraversò il cielo sopra gli Urali. Si trattava di un meteorite che si è spezzato in vari frammenti nell’impatto con l’atmosfera, spargendo in tutta la regione detriti a cui gli scienziati stanno ancora dando la caccia. La maggior parte dei frammenti è caduta nel lago Chebarkul, esplorato oggi dai sommozzatori con un’operazione trasmessa in diretta dalla tv russa.

Chebarkul542 Oct. 17 16.22

Chebarkul543 Oct. 17 16.23

Chebarkul544 Oct. 17 16.23

La tv ha mostrato il gruppo di sub estrarre dall’acqua un pezzo di roccia lungo un metro e mezzo, dopo averlo avvolto in un involucro speciale mentre si trovava ancora sott’acqua. Il masso è stato poi portato a riva e posto su una grossa bilancia per il peso, ma le cose hanno cominciato subito ad andare storte. La roccia si è spezzata in tre quando gli scienziati hanno iniziato a sollevarla con corde e carrucole. La stessa bilancia si è rotta quando l’ago ha raggiunto il peso di 570 chilogrammi. “La roccia aveva una frattura quando l’abbiamo trovata” ha detto uno scienziato al sito lifenews.ru. “Pesava 570 chili prima che i pezzi si staccassero. Poi si è rotta la bilancia”. “Riteniamo che il masso pesasse oltre 600 chili” ha aggiunto. Gli esperti hanno comunque sottolineato che servirà del tempo per certificare che la roccia trovata nel lago provenga veramente dallo spazio. La rete tv all news Vesti 24 ha riferito che i sommozzatori hanno già ripescato più di 12 pezzi di roccia dal lago Chebarkul dall’evento del 15 febbraio scorso, ma solo quattro o cinque si sono rivelati frammenti di meteorite.

Redazione Segnidalcielo

(riferimenti – fonte Afp)

 

SHARE
RELATED POSTS
Nuovi studi scientifici rafforzano l’ipotesi dell’esistenza di Planet X
Arriva la Cometa C2013 “Catalina”, che sarà visibile a Dicembre. La NASA la dichiara come “potenzialmente pericolosa”
Scienziati della NASA: ” La stella Nemesis potrebbe alterare le orbite di comete o asteroidi mettendole in un percorso di collisione con la Terra”

Comments are closed.