Cambiamenti Climatici Disastri Ambientali Earth Changes

Riscaldamento globale, entro fine secolo parte dell’Europa sarà “sommersa dalle acque”

Entro la fine di questo secolo 5 milioni di europei rischiano di restare senza la propria casa per le inondazioni. Lo segnala il quotidiano RT (Russia Today) con riferimento al parere degli scienziati del Centro di ricerche della Commissione Europea.
Gli scienziati avvertono che il riscaldamento globale porterà all’innalzamento del livello dei fiumi e dei mari, compreso il Mare del Nord e il Mar Baltico, raggiungendo così il livello critico per cui parte delle coste europee andrà sott’acqua. Con questo tasso di riscaldamento, le inondazioni possono verificarsi ogni anno.

Risultati immagini per global warming, europe

Secondo il capo del dipartimento di Meteorologia e climatologia Alexander Kislov, molti Paesi europei non sono tecnicamente pronti ai cambiamenti climatici, pertanto dovrebbero iniziare a far qualcosa sin da subito. Nel 2016 si sono registrati forti innalzamenti del livello delle acque della Senna, del Danubio, del Reno e del Neckar, provocando inondazioni lungo le coste.

Risultati immagini per inondazioni

Per ora i livelli di pioggia sono sotto la media: l’allarme

Analizzando poi le piogge, la carenza è molto evidente su tutta l’Europa con percentuali intorno al 50-75% inferiori alla media. L’Italia dunque sta soffrendo di questi cambiamenti climatici mondiali in primissima persona, in un certo senso. Il nostro Bel Paese dovrà affrontare la maggior parte dei cambiamenti negativi dovuti a questo cambiamento climatico.

Risultati immagini per global warming, europe

E’ quanto ritiene l’Agenzia Europea per l’Ambiente che ha sottolineato come l’Europa meridionale e sud-orientale stiano già affrontando aumenti delle temperature intense e tanti rischi di siccità molto gravi che portano a una diminuzione dei raccolti in campagna e, come avevamo già sottolineato, anche il rischio elevatissimo di incendi boschivi.

Stiamo quindi pagando lo scotto di una condizione meteo alquanto particolare, di un riscaldamento globale di cui abbiamo tanto sentito parlare ma di cui, forse, non ci siamo mai preoccupati realmente. Sarebbe ora che l’Unione Europea affrontasse questa situazione.

Redazione Segnidalcielo

fonte fonte

SHARE
RELATED POSTS
In Antartide è già iniziato il collasso della calotta glaciale occidentale. Il processo di scioglimento ha superato il punto di non ritorno
La NASA avverte dell’imminente inversione dei Poli Magnetici della Terra
Norvegia: raro fenomeno naturale visto nel lago di Suoliyarvi

Comments are closed.