Home Cambiamenti Climatici Riscaldamento Globale: allarme per la piattaforma glaciale “Larsen C” in Antartide

Riscaldamento Globale: allarme per la piattaforma glaciale “Larsen C” in Antartide

43
0
larsen c

I ghiacci del pianeta si stanno fondendo così velocemente che persino i climatologi faticano a stare al passo con il ritmo di ritiro delle calotte glaciali e dei ghiacciai. La fusione delle più estese calotte della Terra, l’Antartide occidentale e la Groenlandia, potrebbe far crescere il livello del mare in maniera drammatica. Se la calotta glaciale groenlandese dovesse fondersi completamente, ciò causerebbe una crescita del livello del mare di circa 7 metri.

Risultati immagini per larsen c ice shelf collapse

Lo scioglimento della calotta glaciale dell’Antartico occidentale, la zona più vulnerabile del ghiaccio dell’Antartide a causa dell’esposizione all’aria e all’acqua calda proveniente dall’oceano, provocherebbe un aumento del livello del mare di quasi 5 metri. Molte delle città costiere mondiali finirebbero sott’acqua e gli oltre 600 milioni di abitanti della costa sarebbero costretti a spostarsi.

Cresce la crepa sul ghiacciaio Larsen C

In questi giorni, i geofisici stanno osservando attentamente gli eventi che si stanno consumando sulla piattaforma di ghiaccio Larsen C in Antartide, che al momento è la più settentrionale delle più grandi piattaforme di ghiacciaio rimanenti. Nel periodo che va da marzo ad agosto 2016, la crepa è cresciuta di 22 chilometri, superando in modo significativo il tasso di crescita degli anni precedenti.

Queste scene le ritroviamo nel famoso film apocalittico “The Day After Tomorrow”, di sicuro in parte è stato una vera e propria profezia. Infatti nel film ci sono scene drammatiche che possiamo ritrovare oggi, ma nella realtà, come appunto quella dell’aumento della crepa nella piattaforma Larsen, che si sta sempre più sciogliendo grazie al Global Warming, appunto il riscaldamento globale.

[ot-vide—-o][/ot-video]

Gli scienziati non possono ancora dire con certezza quando il ghiacciaio si romperà completamente, tuttavia, sostengono che si tratta di un iceberg di enormi dimensioni paragonabili a quelle della Scozia, ovvero di circa 6.000 chilometri quadrati. Gli scienziati ritengono che la ragione dell’accelerazione della distruzione del ghiacciaio Larsen, sarebbe dovuto al riscaldamento globale.

Redazione Segnidalcielo

[ot-video][/ot-video]

riferimenti: link