Earth Changes Minacce dallo Spazio Planet X Nibiru

Ricercatori spagnoli hanno presentato un progetto per ” Deviare Asteroidi”

Il Consiglio Superiore per la Ricerca Scientifica (CSIC) della Spagna, ha presentato Mercoledì scorso 25 Gennaio, uno studio internazionale che fornisce informazioni sugli effetti che avrebbe l’impatto di un proiettile su un asteroide. L’obiettivo di questa ricerca, dice il CSIC, è capire come un asteroide potrebbe essere deviato una volta stabilito che possa colpire la Terra.

I risultati di questo studio indicano che la composizione, struttura interna, densità e altre proprietà fisiche dell’asteroide sono critici nel determinare il successo di una missione, soprattutto quando poi si deve provvedere al lancio di un proiettile che possa deviare l’orbita di un asteroide pericoloso.

Immagine correlata

Anche se la probabilità che un asteroide possa causare o avere conseguenze devastanti di dimensione chilometrica dopo l’impatto con la Terra,  è statisticamente piccolo, secondo per il CSIC, è anche vero che in questi ultimi anni, gli scienziati hanno notato un drastico aumento degli impatti di piccoli e medi oggetti nell’atmosfera terrestre. Lo studio ha coinvolto anche diversi esperti europei, che hanno partecipato nel programma di asteroidi Mission Impact, una missione che è stato proposta per l’Agenzia spaziale europea (ESA).

Lo studio si concentra su l’asteroide Chelyabinsk

La ricerca, pubblicata sulla rivista Astrophysical Journal, si concentra sullo studio dell’asteroide Chelyabinsk , che esplose nel Febbraio 2013 sopra il cielo russo,  dopo aver attraversato l’atmosfera. Di circa 18 metri di diametro, l’asteroide esplose sopra la città russa di Chelyabinsk creando  migliaia di meteoriti che cadevano a terra. L’esplosione dovuta all’impatto sul Lago Chebarkul, causò migliaia di feriti e lesioni ad altrettante migliaia di edifici. La frammentazione dell’asteroide  nell’atmosfera, implica che  la Terra si comporta come uno scudo efficace , anche se più di 1.000 meteoriti toccano il suolo ogni anno. Pur essendo un piccolo asteroide, l’onda d’urto prodotta penetrando nell’atmosfera a velocità ipersonica, come detto sopra, ha lasciato ingenti danni materiali.

Immagine correlata

“Lo studio della composizione chimica e mineralogica del meteorite Chelyabinsk ci permette di conoscere i dettagli dei fondamentali processi di compattazione di collisioni che hanno subito gli asteroidi vicini alla Terra. I risultati di questo lavoro sono molto rilevanti per una possibile missione in cui si desidera per deviare in modo efficiente il vicino alla Terra un asteroide , “dice il ricercatore CSIC Josep Maria Trigo, l’Istituto di Scienze Spaziali.

In questo senso, il nuovo studio ha ottenuto le proprietà dei materiali che costituiscono gli asteroidi, come la durezza, elasticità e resistenza alla frattura, potrebbe essere determinante per l’impatto di un proiettile cinetico che possa servire a deviare l’orbita di questo oggetto spaziale.

Ricercatori del CSIC hanno scelto il meteorite Chelyabinsk come esempio, visto e considerato che esso ha rappresentato uno degli Asteroidi  potenzialmente più pericolosi per la Terra. Questi asteroidi hanno subito molte collisioni prima di raggiungere la Terra e quindi i minerali che li compongono, sembra abbiano subito uno aumento della loro consistenza.

Questi esperimenti sono stati condotti utilizzando uno strumento chiamato nanoindentatore, componente principale per i test di durezza che consiste in una piccola rifinitura eseguita con una testa di di diamante. Questo tramite un pistone di pressione predefinito, genera piccole rientranze nel materiale, mentre misure vengono effettuate sia nella profondità raggiunta che come recupero di materiale.

“Forse conducendo questi esperimenti, i pionieri in meteoriti, sono più vicini per affrontare con successo il futuro incontro con asteroidi”, ha concluso il ricercatore del CSIC Dr. Josep Maria Trigo.

Redazione Segnidalcielo

SHARE
RELATED POSTS
Pericolo Asteroidi: la NASA sta per lanciare lo Scudo di Difesa Planetaria!!
FEDOR, il Robot Terminator che spara con entrambe le mani. Volerà nello spazio nel 2021
Elon Musk presenta “Neuralink”, connessione diretta tra cervello e computer

Comments are closed.