Home Anomalie Spaziali Registrata una “Anomalia Gravitazionale” vicino l’AREA 51. Potrebbe trattarsi di un Portale...

Registrata una “Anomalia Gravitazionale” vicino l’AREA 51. Potrebbe trattarsi di un Portale Dimensionale?

3921
0

L’investigatore del paranormale Joshua Warren, afferma di aver trovato un luogo nel deserto a nord di Las Vegas, dove il tempo rallenterebbe per 20 millisecondi. Warren è convinto che si tratta di una anomalia gravitazionale. In questo luogo potrebbe esserci un Portale Dimensionale o un Wormhole che rappresentano una dilatazione temporale-gravitazionale, che è l’effetto per cui il tempo scorre a differenti velocità in regioni di diverso potenziale gravitazionale, e maggiore è il potenziale gravitazionale (ad esempio nelle vicinanza di un buco nero), più lentamente scorrerà il tempo.

Warren, intervistato dal canale Paranormal Paparazzi di Travel Channel, sostiene di aver misurato il “lasso di tempo” nelle aree specifiche tra Las Vegas e l’Area 51: usando un “misuratore differenziale del tempo”,  Warren ha registrato una misurazione, in grado di dimostrare che il tempo in quel punto era rallentato.

Dilatazione temporale e DT meter

La dilatazione temporale gravitazionale è l’effetto per cui il tempo scorre a differenti velocità in regioni di diverso potenziale gravitazionale, e maggiore è il potenziale gravitazionale (ad esempio nelle vicinanza di un buco nero), più lentamente scorrerà il tempo. Albert Einstein incluse questo effetto nella Teoria della Relatività, e da allora, la dilatazione temporale è stata confermata dalle prove della “relatività generale”: alcune soluzioni delle equazioni di Einstein, prevedono la possibilità di viaggiare nello spazio tempo, ma le previsioni più straordinarie di questa teoria, non sono ancora state completamente verificate.

Il misuratore usato da Warren, è un DT Meter , appunto un misuratore differenziale del tempo, inventato dall’ingegnere della Silicon Valley Ron Heath. Secondo Warren la misurazione effettuata rivela una dilatazione inspiegabile del tempo misurato,   che potrebbe avvenire solo in presenza di buchi neri o wormhole:  Warren sostiene anche, che un simile evento, non dovrebbe accadere in condizioni normali, in quanto la sua misurazione temporale, sfiderebbe di gran lunga le leggi della fisica: “Questo non dovrebbe accadere a meno che non ci sia un qualche tipo di tecnologia sconosciuta da testare nelle vicinanze che possa influenzare l’ambiente”.

Non è ancora ufficialmente chiaro, cosa realmente ci sia dietro a questo strano fenomeno registrato da Warren, ma l’investigatore è deciso a condurre indagini in Nevada, con la speranza di identificare cosa si nasconda dietro all’anomalia temporale. Certamente queste zone che sono vicine all’AREA 51 sono a loro volta epicentro di misteriosi avvistamenti UFO, di oggetti misteriosi che fuoriescono dalle montagne. Forse queste anomalie gravitazionali sono dovute alla presenza di veri e propri Stargate connessi con la base S4? Oppure ci sono basi sotterranee sconosciute di cui non sappiamo se sono di origine aliena o terrestre? Le ultime indicazioni degli studi fatti da Warren nella zona vicina all’Area 51, ipotizzano che nella base super segreta venga utilizzato uno scudo gravitazionale per nascondere un Portale dimensionale di grandi dimensioni. Il Portale o Stargate potrebbe essere utilizzato per i viaggi di navi interstellari costruite con la Retrotecnologia Aliena. Questo uno dei motivi per cui esiste la massima sorveglianza in un luogo dove se entri, prima ti uccidono e poi ti interrogano.

Redazione Segnidalcielo