Crop Circle

Potenza: misteriosi cerchi nel grano a Palazzo San Gervasio

Riceviamo una segnalazione da parte di un nostro lettore  circa la comparsa di un crop circle nella località di Palazzo San Gervasio. A darne notizia è stato il quotidiano on-line nuovadelsud.it. che ha pubblicato un articolo dedicato appunto alla comparsa del pittogramma. Di seguito quanto riportato da Nuovadelsud.it:

Palazzo San Gervasio (Potenza)- Campi magnetici, alieni, viaggiatori del tempo o eredi di un’antica civiltà o semplici buontemponi hanno disegnato cerchi nel grano (crop circle) in un impervio terreno in agro di Palazzo S. G. Pare siano propri dei fantasiosi cerchi di grano quelli che ha avvistato un agricoltore, quando tre giorni fa si è recato nel suo terreno che si trova lungo la dorsale della via dei Mulini che porta da Venosa a Palazzo S.G. Chiaramente quando la notizia è iniziata a circolare molta gente spinta dalla curiosità si recata sul posto.

cerchi_grano

I cerchi in questione sono visibili dalla strada e quindi chiaramente anche dall’alto. La cosa curiosa è che la notte successiva al rinvenimento dei misteriosi disegni a Palazzo è piovuto e anche in maniera copiosa ma il disegno non ha subito delle alterazioni e le spighe di grano appaiono piegate e non spezzate. Sempre chi si è recato sul posto ha poi fatto osservare che il fenomeno si è materializzato non in pianura ma in un posto molto scosceso. Si può immaginare che in paese non si parli d’altro e si ipotizzi su come siano stati realizzati questi disegni e con quale tecnica sconosciuta e impossibile al momento per la tecnologia terrestre. Molti sanno che queste manifestazioni rappresentano un fenomeno di cui non si è riusciti ancora a dare una spiegazione. Appaiono all’improvviso, sovente di notte, nei campi di grano di tutto il pianeta per mostrare complessi disegni di ogni genere. Apparentemente si può pensare che queste rappresentazioni grafiche vengano eseguite da menti e mani umane, poiché nella loro immediatezza si mostrano come dei semplici disegni ricavati fisicamente nel grano. Tuttavia, ad una più approfondita analisi, si evince che essi rappresentano qualcosa che l’umanità del pianeta, con la tecnologia attuale, non può realizzare e che in realtà essi sono il frutto di una conoscenza tecnologica molto complessa e di portata non comune. Ad esempio è stato constatato che per la loro realizzazione vengono impiegate forti emissioni di microonde che necessitano fonti considerevoli di energia.

E’ ben vero che si possono realizzare disegni complessi e su grande estensione all’interno dei campi di grano senza evocare tecnologie aliene. Un gruppo di persone, ben addestrate e equipaggiate, possono realizzare senza difficoltà un qualsiasi crop circle, con pochi e semplici elementi: corda ed una tavola ad esempio. 
Un altro mistero quindi sta interessando i fondi rurali di Palazzo S.G. oltre a quello di una quindicina di giorni fa, quando furono rinvenuti degli alimenti non distribuiti dal banco alimentare. Due situazioni ammantate di mistero? Chissà cos’altro emergerà prossimamente.

L’immagine sopra è stata ripresa dal sito cropcircleconnector.com, dove viene appunto fatta una comparazione tra il pittogramma di palazzo San Gervasio e quello di Wayland’s Smithy del 2009 rinominato “la Medusa”.

Ovviamente abbiamo riportiamo tutto l’articolo della giornalista Angela Lamanna, che appunto, non essendo una esperta del fenomeno dei Crop Circle,  fa riferimento ad eventuali buontemponi che si sono divertiti a creare il pittogramma. Suggeriamo alla giornalista di andare sul campo a verificare la natura esatta del crop circle, quindi di effettuare indagini sul campo prima di dare risposte inutili e fuorvianti che creano solo disinformazione.

Redazione Segnidalcielo

SHARE
RELATED POSTS
Crop Circle compare in un campo di Oxleaze Copse a Stitchcombe, Wiltshire
Crop Circle 2015: misterioso pittogramma compare nei campi di Newton Barrow, Wiltshire, Inghilterra
North Dakota (USA): scoperto un cerchio nel ghiaccio sul fiume Sheyenne

Comments are closed.