Home Minacce dallo Spazio Portavoce della Casa Bianca dichiara: “Gli Stati Uniti si stanno preparando per...

Portavoce della Casa Bianca dichiara: “Gli Stati Uniti si stanno preparando per l’invasione UFO”

26680
0

Le autorità statunitensi prendono molto seriamente le segnalazioni degli UFO (oggetti volanti non identificati) nello spazio aereo del paese e stanno indagando su ogni incidente del genere, ha detto il 25 maggio 2021 la portavoce della Casa Bianca Jen Psaki.

“Siamo molto seri riguardo alle segnalazioni di qualsiasi aereo che entra nel nostro spazio aereo, sia identificato che non identificato, e stiamo indagando su ciascuno di essi”, ha detto ai giornalisti in un briefing, la cui trascrizione è stata  pubblicata  sul sito web della Casa Bianca.

Al portavoce della Casa Bianca è stato anche chiesto circa la disponibilità delle autorità statunitensi a pubblicare integralmente il rapporto sui presunti UFO, che è attualmente in preparazione dall’ufficio del direttore dell’intelligence nazionale in collaborazione con il Pentagono.

In risposta, Psaki ha sottolineato che il presidente degli Stati Uniti Joe Biden sostiene la preparazione di questo documento, ma quanto verrà pubblicato sarà deciso nell’ufficio del direttore dell’intelligence nazionale.

La compilazione di questo rapporto, che dovrebbe riflettere tutto ciò che le autorità statunitensi sanno sugli oggetti volanti non identificati, è stata prevista dal budget adottato alla fine di dicembre dello scorso anno per l’anno fiscale 2021 per un totale di 2,3 trilioni di dollari. Il disegno di legge è stato preparato durante l’amministrazione dell’ex presidente Donald Trump e, insieme a un pacchetto di misure di stimolo economico, conteneva anche un requisito così insolito.

Ha aggiunto che le autorità statunitensi “per una serie di ragioni non discutono pubblicamente” la minaccia che i presunti UFO possono rappresentare.

Programma di ricerca sugli UFO

In precedenza, l’ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama in onda sul   canale televisivo CBS, ha confermato che le autorità statunitensi avevano fotografie di fenomeni aerei, la cui natura, secondo lui, rimane ancora sconosciuta. Tuttavia, ha respinto le accuse secondo cui il governo del paese “tiene gli alieni e le [loro] navi” in qualche laboratorio segreto.

Alla fine del 2017, si è appreso che il Pentagono aveva precedentemente gestito un programma classificato per la raccolta e l’analisi di dati su “minacce aerospaziali anomale“. Nel 2007-2012, sono stati stanziati 22 milioni di dollari per far fronte a queste minacce. All’inizio, il servizio di intelligence del Dipartimento della difesa degli Stati Uniti era responsabile del programma.

Il programma è stato diretto da Luis Elisondo, un ufficiale dell’intelligence militare statunitense in carriera, che si è dimesso nel 2017. Secondo lui, la ragione di un tale passo non era un atteggiamento abbastanza serio nei confronti del suo lavoro da parte della leadership del Pentagono.

Redazione Segnidalcielo