UFO

Norvegia: misterioso avvistamento nei cieli di Hessdalen. Scienziati forse sono giunti ad una conclusione sul noto fenomeno delle luci

Streetcap1, dopo innumerevoli ore di registrazione, è riuscito a catturare il 9 agosto 2014,  un ennesimo fenomeno nel cielo sopra Hessdalen in Norvegia. Di cosa si tratta? Si tratta forse di un fenomeno Ufo? Gli scienziati ed alcuni ricercatori forse provano a darci una spiegazione razionale.

hesddalen lights

Hessdalen è un villaggio che si trova nei pressi della città di Trondheim in Norvegia. Questo piccolo centro è ormai noto agli appassionati ufologi per gli strani fenomeni luminosi nel cielo che si verificano ormai da tanti anni. Le Luci di Hessdalen ( una sorta di fuoco fatuo ) sono molto ricorrenti in questa valle. Queste luci sono state registrate ed analizzate dai fisici ed al momento non vi è alcuna spiegazione convincente sull’origine di questo fenomeno misterioso.

Pochi giorni fa il noto canale Streetcap1 è riuscito a scovare un ennesimo fenomeno accaduto in questa valle. Un oggetto volante dalle caratteristiche sconosciute è apparso nel cielo di Hessdalen. Il velivolo ripreso sembrerebbe assomigliare ad un Ufo a forma di sigaro. Di cosa si tratta realmente? La sua origine al momento è non è nota. Si tratta di un Ufo?

Hessdalen UFO phenomena

Le prime testimonianze di luci insolite in questa zona risalgono al 1940. Un’attività molto elevata di questi bagliori si è registrata negli anni 80, in particolare dal 1981 al 1984, quando le luci furono osservate per circa 15-20 volte a settimana. Da allora l’attività è diminuita ma questo fenomeno persiste e si manifesta all’incirca per 10-20 volte l’anno.

Gli scienziati probabilmente sono riusciti ad arrivare ad una spiegazione plausibile, la causa di queste luci insolite potrebbe risiedere in una “batteria” naturale sepolta in profondità, creata dai minerali metallici, che darebbero vita a questi fenomeni. I ricercatori hanno notato una piccola fluttuazione del campo magnetico in quella zona prima dell’avvistamento di queste luci, e misurando l’attività sismica e la radioattività si sono accorti che ambedue le cose potrebbero causare la presenza di questi fenomeni.

hessdalen-ufo

Jader Monari dell’Istituto di Radioastronomia e Medicina Italia, ha iniziato a studiare la valle di Hessdalen fin dal 1996 ed è riuscito a scoprire che le rocce sono ricche di zinco e ferro su un lato del fiume che l’attraversa, e ricca di rame nelll’altro. Monari ha affermato che se c’è zolfo nell’acqua che scorre nel mezzo è in grado di creare una perfetta “batteria”.

Il dottor Monari ritiene che le bolle di gas ionizzato si creano quando vapori sulfurei dal fiume Hejsa reagiscono con l’aria umida della valle. La geologia forma anche le linee del campo elettromagnetico presente in quella zona, il che potrebbe spiegare perché le sfere di luce si muovono.

Le ricerche e le indagini sono ancora in corso ed al momento le risposte effettive tardano ad arrivare. Inoltre una spiegazione razionale all’avvistamento del 9 agosto 2014 non c’è.

Stefano Sorce

Redazione Segnidalcielo

———————————-

SHARE
RELATED POSTS
I ricercatori della NASA hanno scoperto nell’atmosfera di Titano segni di vita extraterrestre!
Mistero in Aspromonte per il ritrovamento di trenta alberi abbattuti
Space Shuttle Atlantis: l’Astronauta Leland Melvin racconta la sua “Esperienza Aliena”

Comments are closed.