Home UFO MARTE, la sonda MRO fotografa enorme “STRUTTURA ESAGONALE” nella regione PYRAMUS Fossae

MARTE, la sonda MRO fotografa enorme “STRUTTURA ESAGONALE” nella regione PYRAMUS Fossae

3237
0

Una enorme struttura esagonale è stata trovata su Marte grazie alle fotografie scattate dalla sonda della NASA “MRO”. A trovare questa anomalia è stato il ricercatore Jean Ward che attraverso un video pubblicato su You Tube, analizza questa formazione rocciosa esagonale con una torre al centro. Di cosa si tratta? Una Costruzione aliena o erosione naturale del vento? La struttura esagonale avvistata su Marte fa discutere gli studiosi, appassionati e scettici!!

Come detto sopra la struttura è stata inizialmente individuata da Jean Warde dopo aver analizzato una delle tante immagini scattate dal Mars Reconnaissance Orbiter. Dopo aver trovato l’immagine misteriosa, Jean Ward ha fatto fatto vedere la struttura all’esperto di anomalie spaziali Scott Waring che affermò che questa struttura poteva essere in realtà un edificio costruito da una  civiltà aliena avanzata che viveva su Marte nel passato. Scott Waring ha anche suggerito che la struttura ha un diametro di mezzo chilometro.


“Non c’è modo di trovare una struttura così grande in natura come questa: è enorme, circa mezzo chilometro di diametro, è una scoperta incredibile ed è la prova che gli alieni una volta vivevano su Marte e le strutture che hanno lasciato sono ancora intatte, una potenziale base per l’umanità in futuro”, ha scritto Waring sul suo sito web ET Data Base .

Questa non è la prima volta che Scott C Waring ha fatto scoperte sorprendenti sul Pianeta Rosso. Alcuni mesi fa, il ricercatore di Taiwan aveva individuato una struttura simile a una tomba su Marte da un’immagine scattata dalla NASA. Dopo aver avvistato la tomba, Waring ha affermato che la struttura è lunga circa due metri e presenta anche alcune incisioni sulla sua superficie.

il volto di Cydonia e la Piramide sono reali, lo sostengono ex scienziati della NASA
Situate nei pressi di Elysium Planitia vicino all’equatore del Pianeta Rosso, ci sono una serie di strutture che hanno scatenato un dibattito online sulla vita antica su Marte

Tuttavia, gli scettici hanno sempre respinto le affermazioni di Waring. Come per gli scettici, è la peculiare capacità del cervello umano chiamata “pareidolia” che crea questo inganno visivo. Pareidolia è la capacità del cervello di formare immagini riconoscibili su modelli sconosciuti.

Come per gli esperti spaziali, strutture come queste si sono formate su Marte a causa dell’erosione naturale del vento, e dietro di esse non vi è alcuna connessione aliena. Ma una domanda sorge spontanea: le piramidi, cupole e altre strutture trovate su Marte, come la stessa Face on Mars di Cydonia, nessuno crede che si tratti di erosione dell’acqua ma delle prove che una antica razza aliena è esistita su Marte.

Redazione Segnidalcielo