Vita nel Cosmo

Marte: la Mawrth Vallis potrebbe aver ospitato la vita 3,6 miliardi di anni fa

Secondo i rapporti degli esperti, la Mawrth Vallis su Marte, poteva un tempo ospitare enormi quantità d’acqua che passavano attraverso l’area,  in un momento in cui il pianeta rosso era stranamente simile alla Terra.

 L’Agenzia spaziale europea ha pubblicato nuove immagini di quello che molti definiscono “una notevole scoperta di una valle vorticosa” su Marte, che poi stranamente, potrebbe potenzialmente diventare uno dei principali siti di atterraggio della misisone umana su Marte “ExoMars 2020“.  Le nuove fotografie di Marte catturate dal Mars Express, ci mostrano una regione di oltre 205 mila miglia quadrate dove un tempo l’acqua antica ha lasciato i suoi segni, scolpendo diverse forme sulla superficie del pianeta.

regione-di-Mars-volta-abitabile

Mawrth Vallis è uno delle più grandi valli del pianeta rosso e gli esperti sostengono che potrebbe essere stata ABITABILE fino a 3,6 miliardi di anni fa. Immagine di credito: ESA / DLR / FU Berlin, CC BY-SA 3.0 IGO

Con l’incredibile cifra di 600 km di lunghezza e fino a 2 km di profondità, questa valle è una delle più imponenti valli del pianeta.  Grandi quantità di acqua una volta passavano attraverso di essa da una regione più elevata, di cui una parte appare nell’angolo in basso a destra della fotografia, che scorre verso le pianure delle regioni settentrionali, che si vedono in alto a sinistra dell’immagine.

Tra le figure più note, troviamo grandi quantità di fillosilicati (minerali argillosi erosi) segnate con un colore più brillante  per tutto il corso della valle.

Ma soprattutto, i fillosilicati su Marte ci dicono che in un lontano passato, acqua allo stato liquido è esistita sul pianeta in grandi quantità e che Marte potrebbe essere stato un ambiente abitabile circa 3.600 milioni di anni fa.

Mars-immagine

Secondo quanto riferisce l’Agenzia spaziale europea, resti di cenere vulcanica sono visibili sotto forma di tappo di roccia scura e può aver protetto le tracce di antichi organismi viventi nella creta.

Dopo la pubblicazione di questa immagine affascinante di Marte, gli scienziati hanno studiato altre nove immagini,  riprese dalla fotocamera ad alta risoluzione a bordo della Mars Express. È degno di nota ricordare che tutto ciò che riguarda Marte è cambiato con le recenti scoperte. All’inizio di quest’anno, gli scienziati hanno trovato che Marte una volta conteneva più acqua, e che l’Oceano Artico e gli oceani erano presenti sulla superficie di Marte per un periodo di oltre 1,5 miliardi di anni,  sufficiente per lo sviluppo della vita come noi la conosciamo.

Risultati immagini per Mawrth Vallis

Negli ultimi 3,7 miliardi di anni, Marte ha perso circa il 57 per cento delle sue acque. Sharon Wilson della Smithsonian Institution di Washington ha dichiarato: “Abbiamo scoperto valli che portavano l’acqua in bacini lacustri. Diversi bacini lacustri poi erano talmente pieni che l’acqua traboccava, infatti nelle immagini satellitari di Mars Express, ci sono segni evidenti del passaggio di acqua sulla Mawrth Vallis durante questo periodo di tempo”. La missione umana su Marte nel 2020, darà risposte definitive sulla vita extraterrestre del pianeta rosso.

M.F.

Redazione Segnidalcielo

[ot-video][/ot-video]

SHARE
RELATED POSTS
Astrofisici dell’Università di Berna: “Proxima B potrebbe essere abitabile”
Astronomo registra enorme UFO che vola attraverso l’ammasso stellare delle Pleiadi
ANOMALIA SU MARTE: misterioso oggetto fotografato dal Rover Curiosity

Comments are closed.