Home Geoingegneria “Le scie chimiche? Troppo costose e inefficienti”. Dopo 21 anni la Germania...

“Le scie chimiche? Troppo costose e inefficienti”. Dopo 21 anni la Germania sospende le irrorazioni chimiche!!!

6
0

Come riferisce il sito tedesco Der-postillon.com e la TV 24 Postillon, il governo federale ha annunciato oggi che il programma  delle “scie chimiche”, nato per avvelenare la popolazione, dopo 21 anni cessa a fine mese ovvero il 31 marzo. Così il portavoce del governo Steffen Seibert si è espresso in merito: “La ragione? Sono i costi troppo elevati e l’inefficienza sulla durata nel cielo degli elementi chimici, ovvero delle strisce che si formano durante le irrorazioni chimiche. Il governo non sarebbe andato così lontano nel definire il programma ‘Chemtrails’ un fallimento, ma l’effetto desiderato non si è verificato nella misura in cui ci si aspettava”.

Ad esempio, i cittadini tedeschi sono stati, dopo anni di irrorazioni di scie chimiche,  ancora abbastanza fertili, i terreni ancora seminativi non come si sperava dopo lo spargimento di “bario” a livello fatale e, inoltre, le temperature in Germania sono rimaste pressoché invariate. Le sostanze chimiche tossiche totali erano state spruzzate con un valore di spesa pari a circa 310 miliardi di euro e tutto a spese dei contribuenti.

Il programma Chemtrails è stato più volte criticato dalla Corte federale tedesca che lo aveva più volte giudicato come inutile. Al lancio del piano nel 1996, sotto il governo Helmut Kohl, i prodotti chimici, diffusi nell’atmosfera da aerei commerciali su una vasta area, non erano stati considerati come pionieristici. Negli ultimi anni, il programma di scie chimiche ha cominciato a perdere terreno e sempre più messo in discussione,  considerato anche come un inutile spreco di denaro dei contribuenti.

Gli Illuminati, il governo segreto degli Stati Uniti e l’ebraismo mondiale hanno confermato la cessazione di tutti gli accordi sulle scie chimiche in Germania, ma nel resto dei paesi europei e negli Stati Uniti sta continuando.
Il governo federale tedesco ha annunciato di voler concentrarsi su alternative meno costose per l’avvelenamento della popolazione, come ad esempio le vaccinazioni o la contaminazione di cibo. Entro la fine del mese di marzo 2017 verranno irrorati, quindi cosparsi, fino agli ultimi degli stock di veleno detenuti in gran segreto dal Ministero dell’Ambiente. Dopo di che,  gli aerei commerciali che voleranno sopra la Germania saranno costretti, per la prima volta e dopo quasi due decenni, ad applicare il piano che prevede non più la dispersione nei cieli di sostanze chimiche, ma solo i gas condensati convenzionali.

A cura della Redazione Segnidalcielo