Disastri Ambientali Earth Changes Planet X Nibiru

L’arrivo di Red Kachina potrebbe coincidere con i versi dell’Apocalisse. Oscurata una porzione di cielo su Google Sky!

Nel silenzio dello spazio profondo la stella Red Kachina (il “Distruttore” nella Bibbia e nella Kolbrin Bible) si prepara ad attaccare il nostro Sole. Si dice che gli antichi Hopi avrebbero avuto, in un passaggio “fondamentale” della loro storia, un contatto con una civiltà extraterrestre che ha lasciato le proprie tracce in quelle che sono note come “le profezie”, incise su di una antichissima roccia. La profezia Hopi afferma che un giorno nei cieli sarebbe apparsa una stella luminosa dal “volto blu” e con una “folta traccia di piume dietro ad essa”. Il suo nome è Na-Ga-Sohu, la stella Blu Kachina.

L’apparizione di Na-Ga-Sohu avrebbe coinciso con il ritorno del popolo stellare dei Kachina. Ci sono persone che da tempo osservano il cielo e attendono la comparsa della stella Blu Kachina. Esse sono convinte di poter vedere arrivare un giorno una incantevole cometa dal colore blu, ma questo “astro blu” potrebbe presentarsi con un “volto” ben differente da una semplice cometa, portando con sé le risposte a tutti i quesiti.

Immagine correlata

Non una cometa, ma un enorme pianeta blu

L’arrivo del Pianeta X potrebbe rappresentare il primo “vero evento” che causerebbe un notevole mutamento nel Sistema Solare, coinvolgendo di conseguenza anche la Terra. Le “folte piume” appartenenti a questo astro, descritte dai nativi americani, potrebbero essere frammenti rocciosi collegati ad un fievole sistema di anelli costituito in gran parte da polveri che orbiterebbero attorno al pianeta e di numerosi detriti che trascinerebbe con sé.

La stella rossa Red Kachina, il Purificatore

Ma i maggiori cambiamenti che colpiranno la Terra verranno causati da quello che gli antichi Hopi definivano il “Purificatore”, ovvero il Messaggero Fiammeggiante. Si dice che una “stella oscura” di enormi proporzioni stia procedendo in direzione del nostro Sistema Solare. La NASA sa già dove si trova questa stella e in questo momento viene monitorata e non è visibile all’uomo, ma sta orbitando in una rotta che la porterà ad incrociare il nostro sistema planetario.  La stella Red Kachina o Stella Rossa (Nana Rossa e non Nana Bruna) innescherà stravolgimenti (terremoti, uragani, tsunami, meteo estremo, cambiamenti climatici) senza precedenti al nostro pianeta. Questo è quanto gli Hopi asseriscono nelle loro profezie.

Red Kachina oscurata dalle mappe di Google Sky

Da diversi anni la stella Red Kachina, la possibile compagna binaria del Sole, dovrebbe trovarsi nell’oscura Nube di Oort, poco fuori dal nostro Sistema Solare ed è in avvicinamento sul bordo esterno del nostro quartiere planetario. I pianeti appartenenti a questo “astro rosso” compiono i propri periodi orbitali tracciando un destino che probabilmente segnerà l’evento più significativo per l’intera umanità. Nel silenzio dello spazio profondo la stella Red Kachina (il Distruttore nella Bibbia e nella Kolbrin Bible) si prepara ad attaccare il nostro Sole, ma prima “guiderà” le proprie “avanguardie” tra le orbite più interne del nostro Sistema Planetario.

Immagine correlata

Il fatto più curioso è che la NASA ha deciso di oscurare una zona delle mappe stellari, ma si è dimenticata di oscurare il “pezzo grosso” dalle mappe registrate dalla sonda IRAS. L’immagine di questa zona è stato oscurata da Google Sky, come potete vedere nelle immagini (sopra) e nel video sotto, ma la domanda sorge spontanea: perché dovrebbero oscurare una piccola porzione di cielo su Google Sky? Cosa ci sarebbe da così prezioso da nascondere un frammento di cielo stellare in una determinata coordinata?

Risultati immagini per red kachina, Google Sky

zona oscurata su Google Sky

zona non oscurata sulla mappa della sonda spaziale IRAS

Ciò che è ancora più interessante è che questa porzione di cielo oscurata appare tra le gambe della Vergine (nella Costellazione della Vergine) dove Giove è impostato per passare attraverso l’area del grembo materno nel mese di settembre 2017 come scritto nel libro dell’Apocalisse 12 della Bibbia. Molti quindi vedono questo oggetto Red Dragon o Drago Rosso come parte della visione che corrisponde alla manifestazione direttamente legata a riferimenti biblici dalla Rivelazione, Apocalisse (12) e altri libri.

Apocalisse 12

La Donna e suo Figlio

Una scena grandiosa apparve nel cielo: una donna vestita di Sole con la testa coronata da dodici stelle e la luna sotto i piedi. Era incinta, e gridava per le doglie del parto. Improvvisamente nel cielo apparve un grande drago rosso, con sette teste, dieci corna e sette diademi sulle teste.  Con la coda trascinava la terza parte delle stelle dal cielo, e le scagliò sulla Terra. Il drago si fermò davanti alla donna che stava per partorire, pronto a divorare il bambino, non appena fosse nato. La donna diede alla luce un maschio: quello che dovrà governare tutte le nazioni con pugno di ferro. Questo bambino fu rapito e portato su da Dio, presso il suo trono.

Risultati immagini per red kachina, red dragon

Uno studio approfondito di questa profezia intrigante che cita la Parola di Dio è dato come profezia futura. Alcuni ricercatori, che per 25 anni hanno cercato di dare spiegazione ai versi apocalittici, sembrano aver trovato finalmente una risposta anche se ormai siamo vicini alla sua realizzazione. Tradizionalmente e per la maggior parte della storia, l’interpretazione della profezia in Apocalisse 12 è stato prevalentemente intesa per essere solo simbolica e, dato il simbolismo fornito e esposto sugli altri passaggi della Bibbia, è una valida interpretazione. Tuttavia, una interpretazione simbolica non è l’unica applicazione possibile disponibile: di recente la tecnologia ci ha permesso di studiare attentamente il cielo e la posizione degli oggetti celesti, a volte in passato e anche nel futuro.

E’ quindi molto interessante notare che il segno di Rivelazione 12 ha un raro e unico incontro fisico in un allineamento celeste, in modo che corrisponda alla descrizione data in Apocalisse 12. Questo è iniziato a novembre del 2016 e terminerà il 23 settembre 2017. Cosa inoltre sorprendente è che questo segno, come descritto, si verifica solo una volta in tutta la storia della Terra.

Il collegamento con il 23 settembre è molto interessante, molti riferimenti a questa data compaiono nei social e nei canali YouTube. Nel 2015 molti hanno speculato riguardo al 23 settembre che non equivale a nulla, basta fare un’approfondita ricerca sul web per scoprire quanti collegamenti si celano dietro questa data. Purtroppo, molti di questi video di riferimento non coincidono con la profezia indicata. L’unico errore è l’anno a cui si applica questa data, è il 2017 e non il 2015.

Facendo uso del software astronomico Stellarium, che è liberamente disponibile on-line, è possibile visualizzare l’allineamento e la posizione degli oggetti celesti, sia nel passato che nel futuro. Analizziamo la costellazione della Vergine, che è rappresenta dalla donna, e vediamo che Giove entra nel suo addome il 20 novembre 2016. Questo sarebbe visto come la concezione, come profetizzato nella Genesi 3:15. Sarebbe anche il punto di inizio dei dolori e l’inizio degli eventi che sarebbe associato a questo periodo, secondo Matteo 24. Di seguito un’immagine dell’allineamento del 20 novembre 2016:

Conception

La cosa è più interessante è il fatto che Giove, o il re dei pianeti, che simboleggia anche la giustizia, entra nell’addome della Vergine e vi rimane per un periodo di 41 settimane.  La nascita del Bambino avviene il 9 settembre 2017 come si può vedere qui sotto:

Birth

Il segno completo come descritto da Giovanni nell’Apocalisse 12 è quindi compiuto il 23 settembre 2017, quando la Vergine, o la donna, vestita di sole, ha 12 stelle sopra la testa e ha la Luna ai suoi piedi come indicato nella immagine qui sotto:

Sign

Noterete che le 12 stelle che ha sulla testa sono composte da 9 stelle nella costellazione del Leone, successivamente Mercurio, Marte, e Venere la cui aggiunta farà sì che siano 12 in tutto.

Questa è l’unica volta in tutta la storia della Terra in cui si può trovare una situazione in cui il re dei pianeti entra nell’addome dellala costellazione della Vergine e vi rimane, attraverso un moto retrogrado, per un periodo di gestazione umana che è poi seguita dall’ abbigliamento delSsole nella costellazione, la Luna ai suoi piedi e dodici stelle alla sua testa. Questa è davvero una congiunzione molto particolare.

Ovviamente, l’oggetto che manca a queste immagini è l’oggetto celeste che rappresenta il Grande Drago Rosso noto anche come Nibiru, ma secondo la Parola di Dio sappiamo dove cercare e sapere, quindi, dove sarà situato nel momento in cui Giove è partorito dalla Vergine. Anche se questo corpo celeste può mancare dal software, sappiamo che Dio ha nascosto questa informazione molto tempo fa nella sua Parola e che apparirà al momento stabilito. Così come sappiamo che tutti gli altri oggetti celesti si trovano ad avere una corrispondenza fisica nel momento in cui si verifica questo segno, sappiamo anche che il Dragone Rosso apparirà sulla base della Parola inesauribile di Dio.

Ecco una rivelazione sorprendente: al momento della nascita di Giove dalla Vergine, l’oggetto conosciuto come il Grande Drago Rosso (Red Kachina) oscurerà o farà da eclissi a Giove e molto probabilmente scomparirà dalla vista. Questo segno non solo ci mostra la posizione di Nibiru, ma è anche collegato alla festa dei giorni del Signore che viene perennemente tenuto dallo Stato d’Israele. Tutto questo è da prendere come un’interpretazione dei testi sacri, i fatti spiegati possono essere frutto di una coincidenza o l’avverarsi della profezia. Le conseguenze che il pianeta porterà sono già note a tutti noi.

Molti ricercatori sono convinti che questi eventi si allineeranno in questa finestra intorno al 23 settembre e segni nel cielo accadranno, a destra prima della Big Eclipse solare di quest’anno. Il 21 agosto del 2017, infatti, si verificherà una eclissi solare totale che sarà possibile osservare unicamente in alcune zone specifiche degli USA, dall’Oceano Pacifico all’Oceano Atlantico. L’eclissi solare rappresenta uno degli eventi astronomici più spettacolari visibili dal nostro pianeta. E’ il momento in cui il Sole, la Luna e la Terra sono in perfetto allineamento. La Luna transita tra la Terra e il Sole impedendo ai raggi solari di raggiungerci.

L’inevitabile catastrofe

Questa stella rossa accompagnata da Nibiru e da altri pianeti potrebbe rimanere per lungo tempo in un’orbita ravvicinata alla nostra, provocando mutamenti devastanti al nostro pianeta. Uragani violentissimi, immense onde anomale, piogge di rocce infuocate si abbatteranno sugli uomini. Le Avanguardie che precedono l’arrivo del Distruttore saranno spietate e inarrestabili, l’influenza gravitazionale di Blu Kachina sarà il primo vero evento terribile che segnerà gran parte del tragico destino che colpirà la Terra. I Guardiani Multidimensionali (extraterrestri) non potranno nulla contro la furia del “Volere Divino”, sarà troppo grande anche per loro e non potrà essere contrastata.

“Questo evento ci avrebbe detto che i tempi finali sono molto vicini. Quindi la Stella Blu Kachina sarebbe apparsa fisicamente nei nostri cieli e avrebbe significato che siamo nei tempi finali” (Hopi Prophecy).

Red Kachina, stella compagna del nostro Sole, si avvicinerebbe ciclicamente al nostro Sistema Solare provocando pesanti interazioni che porterebbero questa stella e il Sole a “disturbarsi” a vicenda durante la sequenza di “incrocio” sul sistema binario (o multiplo) del quale fanno parte. La Blu Kachina pare non essere affatto una cometa, ma un enorme pianeta blu che oggi gli astrofisici chiamano Planet Nine, sarebbe 10 volte più grande della Terra, quindi con caratteristiche simili a Nettuno e Urano; un pianeta con numerosi satelliti e polveri, che orbita molto distante dalla propria stella rossa (Red Kachina) e che potrebbe quindi attraversare le regioni vicine alle orbite di Marte e di Giove.

Risultati immagini per crop circle nibiru, nemesis

Se la stella compagna arrivasse ad avvicinarsi molto al Sole, vivremmo diverse fasi evolutive all’interno del nostro Sistema Solare. Gli altri “ipotetici” pianeti (oltre alla Blu Kachina) che orbitano attorno a questa stella rossa si avvicinerebbero ulteriormente e ridurrebbero drasticamente le loro distanze anche dal pianeta Terra.

Tra i diversi corpi celesti legati alla Red Kachina, potrebbe infatti esserci un “pianeta” che possiede tutte le condizioni necessarie per ospitare la vita. Questo pianeta sarebbe di conseguenza uno tra i più vicini alla propria stella rossa. Quel pianeta potrebbe essere proprio Nibiru… il pianeta degli Anunnaki.

di Massimo Fratini

Redazione Segnidalcielo

All rights reserved © copyright 2017 By Massimo Fratini

SHARE
RELATED POSTS
La NASA in cerca di Altri Mondi per sfuggire alla “Catastrofe Globale”?
Nuova Zelanda: dopo il terremoto di 7.8 Ritcher, migliaia di frane, crepe e fratture giganti si sono materializzate nei campi e nelle strade
Messico: cade un meteorite nella località di Nayarit – il video

Comments are closed.