Home Anomalie Spaziali La Terra è un PIANETA di DETENZIONE COSMICA. La Luna è una...

La Terra è un PIANETA di DETENZIONE COSMICA. La Luna è una Stazione di Osservazione dei Guardiani!

4586
0

Isaac Asimov ha suggerito molto tempo fa che la Luna non è un corpo astrale naturale ma artificiale. Tutti gli studi indipendenti da allora hanno sostenuto i calcoli e le teorie di Asimov ed è stato dimostrato oltre ogni ragionevole dubbio che le caratteristiche gravitazionali della Luna non sono solo anormali.

Sono i numeri esatti necessari affinché la Luna non sfugga alla gravità terrestre e non venga attirata verso il Sole, come dovrebbe essere, secondo la legge di gravitazione universale.

La Luna è una macchina intelligente che osserva e controlla la Terra? Secondo la giornaista Linda M. Howe la Luna è una macchina simile al computer, che guarda, osserva e controlla la Terra

Prendendo in considerazione le centinaia di fenomeni innaturali che accadono sulla superficie della luna che la NASA non si è mai presa la briga di rivelare al pubblico in generale, ma che tuttavia sono stati osservati per secoli da osservatori indipendenti, si può presumere che la Luna sia un’astronave costruita e non un normale corpo astrale.

Per citare solo alcune di queste osservazioni:

  1. La luna è più vecchia della Terra. 
  2. La datazione al carbonio mostra la Terra a 4,6 miliardi di anni e la Luna a 5,3.
  3. La polvere intorno alla Luna, che si suppone provenga dagli agenti atmosferici e dalla rottura delle rocce sulla superficie lunare, ha una composizione chimica che non corrisponde alla composizione delle rocce sulla Luna stessa. Questa stessa polvere è di un altro miliardo di anni più vecchia della luna.
  4. Mentre la Luna non ha campo magnetico, le rocce lunari sono magnetizzate. Ci sono prove che i crateri lunari siano stati creati attraverso procedure interne, ma la Luna non è mai stata abbastanza calda da creare vulcani.

I metalli di superficie sono più pesanti dei metalli nel nucleo. (Di solito i metalli leggeri si trovano in superficie e quelli più pesanti più vicini al nucleo).

I metalli di superficie sono composti per l’80% da titanio. Tanto titanio non esiste nell’intero pianeta Terra. C’è attività sismica sulla Luna senza corrispondenti colpi di meteoriti o movimento di placche tettoniche.

Infatti si sono osservate eruzioni con un bagliore rossastro precisamente identico e ripetuto, avvicinando la Luna alla Terra. (Nikolay Kozyrev, 1958, Osservatorio Lowell, 1963). A qualcuno sembra un propulsore che spara?

Quanto sopra, insieme a miriadi di altri casi, sembra indicare che la luna sia stata collocata nell’orbita terrestre non per un atto casuale o per natura, o come risultato dell’applicazione di una qualsiasi legge dell’astrofisica.

È stata illustrata una teoria secondo cui la Luna è stata collocata lì come scudo per la Terra dai meteoriti. Accettiamolo come un dato di fatto. Da chi? Dio? Una strana incidenza di curvatura spaziale? Non concentriamoci sulla parte dello scudo. Concentriamoci sul fatto che la Luna “è stata messa lì”.

Quindi, quella teoria accetta che qualcuno abbia posizionato la Luna dove si trova, facendo in modo che il dibattito si concentri sullo scopo. Sulla base di alcuni fatti, sono state stipulate teorie, in varie linee temporali, che supportano il concetto che il nostro intero pianeta sia stato creato come una sorta di prigione o pianeta di detenzione cosmica (Prison Planet). Secondo una teoria, è una prigione per l’osservazione della nostra specie e tutto lo svolgersi dello sviluppo della razza umana viene osservato dalla Luna.

La Terra è un pianeta intrinsecamente instabile

Terremoti continui, eruzioni vulcaniche e altri “fenomeni naturali” che presumibilmente demoliscono qualsiasi civiltà che avanza troppo in anticipo sui tempi (civiltà minoica, Atlantide, Pompei, Damghan (Iran), Antiochia, pestilenze negli imperi romani orientali e occidentali, ecc.).

È logico per qualcuno che l’umanità cerchi di costruire su una base capace di distruggere tutto ciò che è stato costruito in pochi secondi? Può esserci un altro motivo, oltre alla possibilità che non abbiano altra scelta come partire da qui e andare da qualche altra parte con condizioni più favorevoli?

L’umanità è autodistruttiva

È un dato di fatto che le persone non sopportano le altre persone. Guerre, attacchi, incursioni, omicidi, stupri, crimini e qualsiasi cosa immaginabile da parte di persone per ferire altre persone. Non è esattamente quello che succede in una prigione piena di criminali? Le persone vengono messe dietro le sbarre quando il crimine è su piccola scala (individui e piccoli gruppi), ma gli “incidenti” su larga scala sono registrati nella storia come eventi significativi come le crociate, le guerre mondiali, le guerre rivoluzionarie, le guerre civili, Gengis Khan, Attila l’Unno o anche chiamato Flagellum Dei. E vengono insegnate nei libri di storia e nelle scuole. Per qualcuno questo ha senso?

L’umanità è sempre guidata da una “forza superiore”

Diamo uno sguardo ad alcune delle grandi figure della storia. Alessandro Magno, Carlo Magno, Barbarossa, Pietro il Grande, Ivan il Terribile, Mao Zedong, Josef Stalin, Winston Churchill, Adolf Hitler, Benito Mussolini, Khmer Rossi, Gengis Khan, Attila l’Unno, Giulio Cesare, Francisco Pissarro, Franco e La lista potrebbe continuare all’infinito. Tra loro: circa 1.000.000.000 di morti.

Sì, la cifra è corretta. Un miliardo di morti in guerre guidate da una “forza superiore”. Un miliardo di anime sacrificate “in nome della Forza Superiore (sostituisci Forza Superiore con il nome che preferisci)”. Qual è il modo migliore per controllare i prigionieri? Consentire loro di mantenere la loro struttura di gang all’interno? Arian Nation contro Black Panthers? Triadi contro la mafia? Latinos contro tutti gli altri?

Dividere e conquistare. Il trucco più antico del libro. 756.000 detenuti in tutte le carceri del mondo hanno perso la vita in faide tra bande all’interno delle mura carcerarie. E per cosa? Un’ideologia, una razza, un modo di fare le cose, una religione, un individuo.

Qualche somiglianza, qualcuno?

Così! Da un lato hai un corpo astrale extraterrestre messo in posizione da forze sconosciute, con le esatte proprietà richieste per rimanerci per sempre, e con misteriosi avvenimenti osservati sulla sua superficie. D’altra parte hai una popolazione che si comporta esattamente come i carcerati. È sbagliato presumere che il corpo astrale sia stato posto lì per proteggere i detenuti?

Massimo Fratini

Redazione Segnidalcielo