Anomalie Spaziali

La Superluna del 14 Novembre 2016 potrebbe innescare terremoti lungo le “linee di faglia” più fragili della Terra

La SuperLuna che si osserverà su tutto il globo  il 14 nov 2016, sarà uno spettacolo straordinario! Un raro evento che avrà un effetto drammatico sulle maree e, per molte persone saranno pronte per osservare un fenomeno, appunto quello della Luna Piena, come il più grande e più luminoso delle lune piene mai viste prima.

La supermoon (luna piena al perigeo ) che si manifesterà il 14 novembre 2016, porterà la luna più vicina alla Terra più di quanto lo sia stato il 26 gennaio 1948. Cosa c’è di più, la luna non è mai arrivata così vicino alla Terra, evento che si ripeterà di nuovo il 25 novembre, 2034. Questo rende la luna piena di novembre 2016 come la supermoon più vicina e più grande in un periodo di 86 anni!

Risultati immagini per supermoon novembre 2016

La luna piena si avrà dalle 08:52 EST (13.52 GMT), a soli 2,4 ore dopo la sua entrata a soli 221,541 mila miglia (356.536 km) dal pianeta. (Distanza media della Luna dalla Terra nella sua orbita ellittica è 238,900 miglia, o 384,470 km.)

Si aspettano una vasta gamma di maree (eccezionalmente basse o eccezionalmente alte) per i prossimi giorni. Scienziati giapponesi presumeno che gli effetti gravitazionali della Super luna, possnao innescare una serie di terremoti. Infatti un nuovo studio scientifico, sostiene che i grandi terremoti, come quelli che hanno devastato l’Indonesia nel 2004, il Cile nel 2010 e in Giappone nel 2011, è più probabile che si verifichino durante la luna piena o le nuove lune – due volte nel corso di ogni mese, quando le sollecitazioni della marea sono più alte.

Risultati immagini per supermoon novembre 2016

I ricercatori hanno scoperto che esiste una forte correlazione tra la fluttuazione, lo stress delle maree e terremoti, come ad esempio quello verificatori nelle regioni vicine all’epicentro del terremoto di Tohoku in Giappone, dove fu distrutta la Centrale nucleare di Fukushima.

Lo studio, pubblicato sulla rivista ‘Nature Geoscience’ e condotto da un team dell’Università di Tokyo , sostiene che l’influenza gravitazionale che ha la Luna sugli oceani, potrebbe anche innescare terremoti lungo linee di faglia più fragili della Terra.

Il  gruppo di ricerca calcola i livelli di ‘sforzo di marea’ prima di grandi terremoti degli ultimi decenni, e ha scoperto che alti livelli di stress sono stati spesso seguiti da grandi terremoti. Il Dr. Marshall Masters studioso di Planet X- Nibiru, ha dichiarato che non solo la Superluna può scatenare con i suoi effetti gravitazionali, sia terremoti che maremoti, ma anche un qualsiasi enorme pianeta che entra in allineamento con la Terra e che si trova a enormi distanze da noi,  può avere gli stessi effetti.

Risultati immagini per supermoon novembre 2016

Non a caso Masters, considera Planet X un pianeta di transito tra la Fascia di Kuiper e Giove, e che questo passaggio in questa zona dello spazio, può avere effetti gravitazionali su altri pianeti innescando terremoti, maremoti, cambiamenti climatici e eventi meteo estremi. Rammentiamo che Planet X è un pianeta che secondo le teorie ipotizzati da alcuni astorfisici della Caltech University, potrebbe avere 20 volte la massa della Terra, quindi un enorme pianeta quasi simile a Nettuno.

Redazione Segnidalcielo

[ot-video][/ot-video]

SHARE
RELATED POSTS
Misteriosa nube sta per raggiungere il buco nero supermassiccio al centro della nostra galassia
Sorprendente scoperta: c’è ossigeno sulla Cometa 67P
La Comunità Astrofisica mondiale preoccupata per il probabile Collasso del Campo Magnetico Solare

Comments are closed.