Home UFO La sonda spaziale Rosetta trova molecole di acqua sulla Cometa 67P

La sonda spaziale Rosetta trova molecole di acqua sulla Cometa 67P

60
0

Secondo i primi dati raccolti sulla Cometa 67P dalla Sonda spaziale Rosetta (e dal modulo Philae), dati pubblicati in un approfondimento sulle riviste “Science”  e “Popularmechanics” di Dicembre 2014, parlano dell’origine degli oceani da sempre attribuito alle comete, si scopre che l’acqua presente sulla cometa 67P è completamente differente da quella che è presente sul pianeta Terra.

1415815553460_wps_9_12N_ROSETTA_LANDING_ONLIN

L’acqua copre circa il 70% della superficie della Terra, ma molte sono le teorie su come si possa essere formata. Quello che sapevamo fino ad oggi è che l’acqua cosi come la conosciamo fosse stata portata sulla Terra da comete e asteroidi provenienti da regioni al di fuori del sistema solare ma ciò che emerge oggi rivoluziona l’origine di questa teoria.

molecole acqua cometa 67P2

Rosetta che ha analizzato il vapore acqueo della cometa 67p appurando la sua provenienza “aliena”. Ciò significa che la teoria secondo cui credevamo che l’acqua fosse portata sulla terra in epoca primordiale esclusivamente dalle comete e asteroidi in realtà non è del tutto comprovata. Lo studio, diretto da Kathrin Altwegg ha dimostrato infatti che la percentuale di deuterio è incompatibile con quella presente negli oceani terrestri e addirittura quella trovata da Rosetta, risulta la più alta del sistema solare.

 molecole acqua cometa 67P

All’ipotesi che fossero le comete a far arrivare l’acqua sulla terra contribuì lo studio effettuato nel 2011 su un altra cometa, la Hartley 2 della fascia di Kuiper che evidenziò similitudini con la percentuale di deuterio presente nei nostri oceani e mari.Ma adesso un altro corpo celeste proveniente dalla fascia di Kuiper smentisce quanto appreso e anzi è destinato a rivoluzionare questa teoria.

rosetta-01-140805

L’ultima ipotesi rimasta in piedi è la teoria dell’arrivo dell’acqua portata dagli asteroidi. Da recenti studi degli ultimi anni è infatti emerso come la percentuale di deuterio presente sia la medesima rispetto alla terra.Ma lo studio è ancora tutto da approfondire in questo senso e anche se è troppo presto per trarre conclusioni per quanto analizzato – solo due comete, 67p e Hartley 2 –  fino ad oggi, la scoperta di Rosetta getta nuovi interrogativi sull’origine reale dell’acqua sulla Terra.

Redazione Segnidalcielo

———————————-

riferimenti: fonte – fonte

tratto da: fonte