Nuovo Ordine Mondiale Tecnologie

La Russia ha bisogno di Snowden per progettare “Cyborg Truppe” strategiche

Valery Malevanniy, uno famoso scrittore, storico dei servizi speciali russi, Maggiore Generale in pensione è stato ospite in diretta di una trasmissione di Pravda.Ru. Nell’intervista, Valery ha toccato temi come il caso Snowden, il crollo dell’Unione Sovietica, la partecipazione delle ONG straniere, la prevenzione di attacchi terroristici e dei programmi UFO.

Con il crollo dell’Unione Sovietica una speciale un’operazione della CIA mirava a consigliare il Senato Russo a “consentire” l’invasione sovietica dell’Afghanistan, ha riferito Valery Malevanniy. Il piano era semplice. I’obiettivo principale della CIA era la devastazione economica dell’URSS.  Durante la guerra l’Unione Sovietica stava spendendo 5.000 mila dollari al giorno in Afghanistan. Nel 1986, l’Arabia Saudita, su richiesta degli Stati Uniti aveva ridotto il prezzo del petrolio. Come risultato, Mikhail Gorbaciov che si era insediato all’inizio della perestroika fu costretto ad affrontare il problema delle scarse riserve auree. 
“Se nel 1980, le riserve auree dell’URSS erano pari a 3.500 tonnellate, nel 1985 si erano ridotte a 200 tonnellate. Le Repubbliche sovietiche avevano chiesto a Gorbaciov dei finanziamenti che non vennero mai concessi.Da tenere presente che all’epoca gli agenti occidentali dell’ONG erano già al lavoro”, ha riferito l’esperto Valery Malevanniy. Dopo gli eventi accaduti in Lituania il processo di disgregazione dell’U.R.S:S. era diventato ingestibile, e presto,gli agenti stranieri che si trovavano ancora  al Cremlino, avrebbero dato il colpo di grazia all’economia di quel Paese. Presto le agenzie di intelligence della NATO avrebbero favorito il crollo sia dell’Unione Sovietica che dei servizi di sicurezza del paese,il più importante dei quali era il Comitato per la sicurezza dello Stato (KGB), ha continuato Malevanniy.
«Gorbaciov aveva cercato di ricreare i servizi delle forze speciali politiche” Berkut “, ma non vi era riuscito per via della mancanza di aiuti.”Il crollo dei servizi di sicurezza, a sua volta, aveva portato a ingenti perdite per l’economia e il settore finanziario. La potenza dell’U.R.S:S iniziò a vacillare rapidamente dopo che era stata imposta e attuata la privatizzazione da parte dei servizi segreti occidentali.  “In quel periodo vennero impiegati otto agenti della sicurezza che avevano implementato la privatizzazione. Come risultato, il 70 per cento della ricchezza del popolo cadde nelle mani sbagliate”, ha aggiunto Valery Malevanniy.  In seguito la NATO aveva imposto alla Russia la riduzione degli armamenti, e l’uranio che la Russia aveva accumulato per decenni venne portato fuori dal paese. A quel punto il deterrente strategico era stato seriamente danneggiato e molti impianti per la difesa erano stati chiusi sistematicamente. “Le nostre navi, aerei, sottomarini non erano operativi a causa della mancanza di gasolio.”
La facilitazione della realizzazione di questo complesso di problemi è dovuta alla responsabilità dei servizi di sicurezza che non solo non hanno aiutato lo Stato a fronteggiare una minaccia terroristica, ma anche una minaccia di collasso economico e finanziario. Dobbiamo capire che “i servizi di sicurezza sono la spina dorsale del potere politico di ogni paese. “Solo negli ultimi 10 anni, i servizi speciali russi sono stati riorganizzati grazie all’intervento di Putin”, ha dichiarato Valery Malevanniy.  Ad esempio, il merito va a lui per la lotta contro le società off-shore. Secondo Valery Malevanniy, oggi l’FSB è una forza capace di risolvere gli analoghi problemi che sono stati risolti dalle agenzie di intelligence occidentali. Ad esempio, nel 2012, l’FSB aveva impedito 369 attacchi terroristici, arrestati 147 agenti dei servizi segreti stranieri, tra cui 42 agenti segreti professionisti che lavoravano sotto la copertura dell’ immunità diplomatica. Naturalmente, si erano verificati alcuni errori di calcolo, ha fatto notare Valery Malevanniy.  Ad esempio, un tradimento avvenuto nel 2010 da parte del colonnello Poteev del Foreign Intelligence che si era recato in Occidente svelando tutta la rete illegale di agenti presenti negli Stati Uniti, dieci persone guidate dal generale Mikhail Vlasenkov. Valery Malevanniy crede che gli attacchi terroristici avvenuti a Volgograd furono il frutto di un errore del 
controspionaggio.  “Dovevamo contenere l’attivita’ nella metropolitana e ciò includeva le intercettazioni e la video sorveglianza di luoghi affollati. In quell’occasione un terrorista (stiamo parlando del primo attacco terroristico che si è verificato il 21 ottobre) fece perdere le sue tracce forse attraverso una sostituzione di persona”, ha riferito Valery Malevanniy.  Rispondendo alla domanda circa il suo atteggiamento verso Edward Snowden, l’esperto disse che egli era un  provocatore e traditore del suo paese. 

“La Russia ha bisogno di Snowden solo per formare i suoi informatici in modo da progettare strategiche truppe cibernetiche, poiche’ in questo settore siamo rimasti indietro di 20 anni. Negli Stati Uniti le truppe cibernetiche sono una parte integrante della struttura del NSA,il cui lavoro e’ quello di intercettare tutto e tutti.” Nel 2012 gli Stati Uniti aveva tenuto delle esercitazioni congiunte con la Cina, facendo insospettire la nostra leadership. Come risultato, nel mese di gennaio del 2013 era stato emesso l’ordine sulla formazione di tali forze cibernetiche in Russia.  “Ammetto che questo progetto è esattamente quello che vuole Snowden”, ha dichiarato lo storico Valery Malevanniy. Secondo Valery Malevanniy, Snowden aveva iniziato a lavorare per i servizi segreti cinesi perché le truppe informatiche cinesi erano considerate al secondo posto dopo gli Stati Uniti . “Snowden dopo aver rivelato loro tutto quello che sapeva, è volato in Russia rifugiandosi all’aeroporto di Sheremetyevo, dove  i nostri servizi segreti non sapevano cosa fare di lui, decidendo solo in seguito che potevamo avere bisogno delle sue conoscenze “, ha concluso Malevanniy. L’esperto ha anche svelato alla Pravda.Ru che le agenzie di intelligence di tutto il mondo hanno dipartimenti che trattano il fenomeno UFO, tra cui l’FSB e l’FBI strutturate in tre istituti di ricerca e presso la Base 51. Malevanniy ha concluso riferendo che il contatto con questi E.T viene stabilito attraverso i sensitivi appositamente addestrati in modo da ottenere la nanotecnologia. 
“In Unione Sovietica c’era una unità militare con il nome in codice 10003 guidata dal generale Savin dove sensitivi militari venivano utilizzati per lavorare e addestrare gli operatori spaziali militari,e ci sono anche alcune prove che dimostrano il loro contatto con gli UFO.  “L’abbandono da parte degli americani del loro programma lunare conferma l’esistenza di civiltà aliene.Gli americani erano stati avvertiti che la luna era gia un luogo’ occupato”, ha concluso lo storico Valery Malevanniy.
SHARE
RELATED POSTS
2014, il sistema Laser Weapon System va in guerra – La US Navy schiererà i primi laser allo stato solido a bordo delle sue imbarcazioni
Spegnete la televisione: stanno schiavizzando l’umanità con una nuova tecnologia bellica made in USA
Edward Snowden: “esiste un progetto per cambiare il clima del mondo”

Comments are closed.