UFO Vita nel Cosmo

La NASA sta pianificando il “Primo Viaggio Interstellare” della storia alla ricerca di ALIENI!!

La NASA ha messo gli occhi su Alpha Centauri, la stella più vicina al nostro Sistema Solare, e vuole che la missione per un viaggio interstellare abbia luogo entro il 2069 in cerca segni di vita aliena.

Dopo aver raggiunto la luna (di nuovo) e aver raggiunto Marte, l’agenzia spaziale americana vuole trasformare l’umanità in una specie interstellare.  Nonostante la “missione” non abbia ancora un nome e la maggior parte della tecnologia necessaria per portarci là non esiste, la data di lancio prevista coinciderebbe con il centenario dello sbarco sulla Luna.

Risultati immagini per NASA has set their sights on Alpha Centauri

Ovviamente gli scienziati affermano che sarebbe necessaria una nave spaziale che avrebbe bisogno di viaggiare almeno al 10 percento della velocità della luce per raggiungere il sistema stellare più vicino a noi.  La costellazione di Alpha Centauri si trova a 4,4 anni luce di distanza, e anche se fosse raggiunto un decimo della velocità della luce, saremmo in grado di visitare il sistema stellare dopo un viaggio di 44 anni, raggiungendo il nostro vicino più prossimo nel 2113.

Questo significa che dobbiamo far crescere il nostro sviluppo tecnologico, in modo tale che la nostra umanità diventi veramente una specie interstellare, colonizzare altri pianeti e lune, prima nel nostro sistema solare, abbiamo bisogno di sviluppare una tecnologia che sia economica, riutilizzabile e veloce. Davvero veloce.

Secondo la rivista New Scientist, la NASA sta valutando l’ipotesi di inviare sonde a laser molto piccole che, in teoria, possono viaggiare a un quarto della velocità della luce. Altre tecniche in esame includono l’uso di reattori nucleari oppure motori che sfruttano collisioni tra l’antimateria e la materia.  Tuttavia, ci saranno altre opzioni che gli esperti prenderanno in considerazione. Ma il tempo stringe, quindi la NASA avrà bisogno di tutto l’aiuto possibile per trasformare un viaggio su Alpha Centauri in realtà.

Forse il modo migliore per iniziare il viaggio verso il nostro prossimo cosmico più vicino è sviluppare una tecnologia che ci porterebbe su Marte nel giro di poche settimane, poi di giorni. Arrivare su Marte e creare un sistema di trasporto tra i due pianeti potrebbe servire da punto di partenza per ulteriori sviluppi tecnologici, e renderebbe il viaggio su Marte qualcosa di routine.

Come riportato da Newsweek, la missione rivoluzionaria della NASA nel 2069 visiterà Proxima B, un pianeta che è stato scoperto non molto tempo fa e potrebbe essere un mondo molto simile alla Terra. È interessante notare che il direttore della Innovation Foundry del Jet Propulsion Laboratory della NASA Anthony Freeman ha definito l’intero progetto “molto nebuloso”.

Proxima Centauri B è un esopianeta che orbita attorno alla zona abitabile della stella più vicina al Sole: la nana rossa Proxima Centauri, che si trova in un sistema a stella tripla. Il pianeta, che è stato salutato come il gemello della Terra nel passato, si trova a circa 4,2 anni luce dalla Terra, il che lo rende l’esopianeta più vicino al Sistema Solare.

Immagine correlata

In confronto, l’unico veicolo spaziale creato dall’uomo che ha raggiunto lo spazio interstellare è Voyager-1, che attualmente viaggia a meno dell’1 percento dell’1 percento della velocità della luce, riferisce Newsweek. Se la Voyager-1 avesse la capacità di viaggiare al 10 percento della velocità della luce, arriverebbe ad Alpha Centauri in circa 44 anni.

A cura della Redazione Segnidalcielo

SHARE
RELATED POSTS
Le Nazioni Unite hanno annunciato che andranno nello spazio nel 2021. Quali sono i motivi e i piani?
MESSICO: Teotihuacan, la Città degli Dèi era un portale per lo spazio!
Canada: misteriosa sfera rossa fotografata sopra la città di Charlottetown. Si tratta di un razzo o detriti spaziali?

Comments are closed.