Cambiamenti Climatici Earth Changes

La NASA scopre un’enorme e preoccupante “crepa” in uno dei più grandi ghiacciai della Groenlandia

La NASA ha rilasciato una foto che mostra una nuova e inquietante crepa in uno dei più grandi ghiacciai della Groenlandia, che si trova nel nord-ovest dell’isola. La crepa nel ghiacciaio Petermann è stata fotografata nel quadro dell’operazione IceBridge, dedicata allo studio delle variazioni annuali dei ghiacciai.

Lo scienziato olandese Stef Lhermitte della Delft University of Technology ha studiato le immagini del ghiacciaio scattate dallo spazio ed è stato il primo a prestare attenzione alla frattura. Le immagini della NASA rivelano come la voragine si apre al centro della enorme piattaforma di ghiaccio ed è molto vicina a un’altra spaccatura creatasi anni fa: se le due si dovessero incontrare parte della piattaforma di ghiaccio si potrebbe spaccare dando vita a un iceberg.

Una possibilità che allarma la comunità scientifica

Il ghiacciaio Petermann è il più grande dell’emisfero settentrionale, si estende per 1.295 chilometri quadrati lungo la costa nord-occidentale della Groenlandia. Dopo i sorvoli di sopralluogo è stata confermata l’esistenza della crepa, che preoccupa gli scienziati per due ragioni ben precise. La prima è che crepe di questo tipo solitamente si formano ai bordi dei ghiacciai, mentre in questo caso si è generata al centro, suggerendo che lo strato di ghiaccio si stia assottigliando in maniera drammatica.

Risultati immagini per flow line of Petermann Glacier

La seconda è che essa potrebbe congiungersi con un’altra crepa evidenziata negli anni precedenti, scatenando la formazione di un iceberg immenso che potrebbe essere liberato nel Mar Glaciale Artico. “La piattaforma sta lentamente e inesorabilmente cadendo a pezzi”, ha commentato il professor Eric Rignot, esperto di Scienze della Terra presso la NASA e docente all’Università della California di Irvine.

Redazione Segnidalcielo

SHARE
RELATED POSTS
Cataclisma Globale: dopo il sisma del Centro Italia, un terremoto è stato registrato nei pressi del Vulcano Marsili. Gli Alieni “Dargos” lo avevano previsto!
Il vulcano Yellowstone potrebbe essere una delle possibili cause della fine del mondo
NIBIRU: i Cambiamenti Climatici che stanno degenerando sono legati a qualcosa di “estremo” proveniente dallo Spazio

Comments are closed.