Home Anomalie Spaziali La NASA prevede “Anomalie nella Ionosfera” durante l’eclissi solare del 21 agosto...

La NASA prevede “Anomalie nella Ionosfera” durante l’eclissi solare del 21 agosto 2017

3
0

Il 21 agosto 2017 tutto il Nord America sarà testimone di un eclissi solare, che in alcune parti degli Stati Uniti diventerà totale, come riporta l’agenzia spaziale NASA. L’evento è già stato soprannominato dalla stampa come la “Great American Eclipse”. Milioni di cittadini dei  quattordici stati americani che si trovano in quel giorno nel percorso dell’eclisse totale potranno godere di questo fenomeno spettacolare, in cui la Luna coprirà completamente il Sole per diversi minuti.

Risultati immagini per States prepare for potential power surge amid solar eclipse

Come spiegato dalla NASA, gli scienziati sono più preoccupati per l’effetto di anomalie in serie dovute al fenomeno astronomico. Infatti l’ente spaziale ha allertato la FEMA e altre agenzie per la protezione civile per una eventuale ed improvvisa perdita di radiazioni ultraviolette dal Sole che potrebbero generare uno strato ionizzato dell’atmosfera terrestre e creare problemi sulla superficie terrestre.

L’eclissi solare scollegerà la fonte di ionosfera. Quest’ultima durante l’eclissi solare totale cambierà drasticamente, dalle condizioni di giorno a notte per poi tornare nella norma”, ha detto il cosmonauta Bob Marshall, uno specialista dell’Università del Colorado.

Risultati immagini per ionosphere, solar eclipse

Ha spiegato che la ionosfera è al centro dell’attenzione della NASA. Gli specialisti intendono utilizzare l’eclissi solare per un “esperimento gentilmente fornito dalla natura”. Lo strato sottile della ionosfera, che è uno strato elettrificato dell’atmosfera, si estende sopra la superficie terrestre ad un’altitudine di 70 chilometri. La ionosfera reagisce ai cambiamenti del tempo cosmico, reazioni queste che si possono manifestare in anomalie di questo strato elettrificato creando problemi ai sistemi di telecomunicazione, come guasti dei sistemi di navigazione.

Risultati immagini per ionosphere, solar eclipse

Secondo Greg Earle, ingegnere elettrico e informatico, i tecnici della NASA sono tecnicamente preparati per le possibili difficoltà e hanno tutte le risorse per studiare in dettaglio tutti gli effetti del fenomeno astronomico in arrivo. “Per gli scienziati, questa sarà la migliore eclissi solare rispetto alle precedenti. Tutti i ricercatori, tecnici e scienziati saranno immersi in un mare di dati provenienti dalle osservazioni dell’eclissi “, ha detto Greg Earl.

La “grande eclissi solare” potrebbe creare una perdita di energia di poco più di 9.000 megawatt di potenza

Il fenomeno, che si terrà il 21 agosto, potrebbe distruggere un volume di energia che potrebbe fornire sette milioni di case, secondo le stime del quotidiano Bloomberg.  Come detto sopra questo evento è conosciuto come il “Great American Eclipse” che oscurerà i cieli degli Stati Uniti e che potrebbe avere un forte impatto sulle aziende agricole solari e pannelli solari collocati sul vasto paese, soprattutto sui tetti delle case, dichiara Bloomberg.  Secondo i media, questo potrebbe creare una perdita di un paio d’ore di un volume di produzione di energia elettrica che sarebbe sufficiente a fornire circa sette milioni di case.

Immagine correlata

Questo evento raro che oscura completamente il Sole, si sposterà da una striscia larga 112 chilometri che attraverserà gli Stati Uniti dalla costa ovest a est, da parte dello Stato di Oregon e South Carolina. Bloomberg ha calcolato che, durante il suo percorso, il fenomeno potrebbe distruggere più di 9.000 megawatt di energia che alimenta case, industrie, allevamenti chesi almentano grazie ai pannelli solari, ed è l’equivalente alla produzione di nove reattori nucleari. A questo proposito, Bloomberg cita ad esempio lo stato della California, dove l’energia generata dal sole a volte copre fino al 40% delle esigenze quotidiane dei cittadini.

A cura della Redazione Segnidalcielo