Geoingegneria Nuovo Ordine Mondiale Scie chimiche e Haarp

La NASA mostra immagini satellitari della “manipolazione climatica” globale

Sembra che la NASA stia osservando e chissà, forse, giocando con la modifica del nostro tempo (o meteo) sulla Terra, osservando attraverso i suoi satelliti tutte le fasi dell’atto criminale di Geoingegneria climatica.

Molte persone probabilmente sono d’accordo che stiamo osservando attraverso le immagini che vi mostriamo, solo complesse masse nuvolose, mentre altri ritengono che queste siano prove della manipolazione climatica e meteo che viene telecomandata proprio davanti ai nostri occhi.

Fuori dalla costa dell’Africa il tempo cambia ed è diventato realtà per l’umanità, ma sembra che in realtà non siamo in grado di controllarlo, vero?

Abbiamo visto tutti come l’estate del 2017 la stagione caraibica degli uragani ha avuto un effetto ridondante nei media e nel web a livello globale, incutendo il terrore a milioni di persone che si spostavano da una città all’altra per centinaia e centinaia di chilometri. Sappiamo tutti che, ora, questo è un argomento dominante nel mondo.

Danni catastrofici sono stati testimoniati nei Caraibi, dove isole intere sono state spazzate via dall’incredibile potere di madre natura. Tuttavia, questo è solo un lavoro di madre natura, o c’è qualcosa dietro le quinte che sta accadendo? Da decenni teorie sul controllo climatico circolato su Internet, e le voci del controllo del tempo, del clima, da parte del governo USA sono diventate sempre più insistenti.

Appena fuori dalla costa dell’Australia.L’immagine di cui sopra spiega perfettamente quello che Dane Wigington, scrive per Wakeup-World e Davide Wolfe, le descrive come “molte varianti di impatto di radiofrequenze”

Quello che è stato considerato un impegno impossibile, oggi è possibile grazie a uno sforzo di geo-ingegneria applicata da decenni a questa parte e che ci ha dato la possibilità di controllare quindi manipolare il tempo, una soluzione bastarda nche imbocca una strada senza ritorno, senza via di uscita e che può distruggere il nostro pianeta tanto quanto può aiutarlo.

Dane Wigington indica come le trasmissioni di radiofrequenze possono alterare le formazioni nuvolose e anche il risultato della “spruzzatura di metalli pesanti elettricamente conduttori elettrici”. Ora prendi e indovina e immagina tutto quello che respiriamo.

L’HAARP è veramente responsabile per i cambiamenti climatici? In questa prossima immagine, Dane chiaramente indica che l’insieme enigmatico di nuvole si è formato vicino a una stazione HAARP, che ha generato modelli di nuvole unici.

L’ingegneria climatica comunemente nota come geo-ingegneria, è un vero e proprio intervento sul clima, un intervento di manipolazione deliberata e su larga scala nel sistema climatico della Terra allo scopo di influenzare il riscaldamento globale. Quindi un’arma geofisica integrale che viene utilizzata per sconfiggere il Global Warming, appunto il riscaldamento globale.  Queste immagini che vengono osservate dalla NASA sono una prova di questa manipolazione climatica e meteorologica? Dove possiamo vedere con i nostri occhi che il nostro tempo, il clima è in realtà manipolato?

Beh, basta guardare alcune delle immagini sopra e a seguire.

manipolazione climatica sulla costa della California

Le regioni costiere dell’Africa sono un hot-zone per gli sforzi di geo-ingegneria del tempo, anche se sono menzionati dai media mainstream come nient’altro che il risultato di “polvere o sabbia” nell’aria. Il famoso esperto mondiale di geoingegneria climatica Dane Wigington, ha riferito che le attività illegali di geoingegneria sono attuate come un mezzo di controllo dei fenomeni atmosferici, ma queste operazioni sono una terribile minaccia per la vita sulla Terra. Lo studioso ci avverte: “Ad un certo punto, quando ti rendi conto che non è possibile uscire dalla porta di casa, senza inalare a pieni polmoni particelle metalliche, allora sai che devi prendere una posizione”.

Fuori la costa occidentale dell’Africa compaiono misteriose formazioni nuvolose

Le analisi di laboratorio associate alle scie chimiche hanno sempre individuato elementi come alluminio, stronzio, bario, fluoro, manganese, ferro, arsenico etc. I test eseguiti spiegano la contaminazione del suolo e dell’acqua nonché il declino delle varie forme di vita. Le tempeste di neve indotte sono un’altra forma dannosa di modificazione dei fenomeni meteorologici: sempre più spesso la neve cade anche con temperature sopra lo zero.

Wigington sottolinea che la geoingegneria potrebbe spingere la Terra in una “sindrome di Venere”, in cui si attivano i cicli di feedback che cominciano a nutrirsi di sé stessi, fino a creare un clima infernale come quello del pianeta Venere.

Uno scienziato del N.O.A.A. ha rivelato a Wigington in via ufficiosa che molti ricercatori accademici sono a conoscenza della guerra climatica, ma essi temono di esporsi, paventando ritorsioni e sanzioni “legali”. Pochi sono stati gli informatori che hanno vuotato il sacco: tra costoro ricordiamo Kristen Meghan, ex igienista industriale in forza all’U.S.A.F. Ella è al corrente da tempo della varie micidiali operazioni.

A questo punto Wigington ritiene che nella struttura del potere stia serpeggiando il panico. Egli commenta: “Anche coloro che hanno orchestrato questi programmi ora si stanno rendendo conto che non possono controllare la bestia che hanno lasciato uscire dalla gabbia. Ad esempio, ora stanno cercando disperatamente di riformare la coltre di ghiaccio nell’Artico, dopo che si è quasi del tutto sciolta”.

A cura della Redazione Segnidalcielo



riferimenti: link link

SHARE
RELATED POSTS
Attentati Bruxelles: dai false flag all’incubo della Polizia Europea. La teoria del complotto!
Nei televisori di ultima generazione inserita tecnologia USA per manipolare il cervello
Killer Robot, Iperdroni e Super-Umani per il NWO e le guerre globali del XXI secolo

Comments are closed.