Allerta Globale Minacce dallo Spazio

La NASA avverte: “uno sciame di Asteroidi potrebbe colpire la Terra”

Un impatto asteroidale avvenuto 66 milioni di anni fa ha innescato una reazione a catena di eventi che hanno spazzato via i dinosauri e i due terzi della vita sulla Terra. Da quando l’asteroide assassino ha colpito la Terra, molte piccole rocce si sono avvicinate pericolosamente al nostro pianeta. Anche se, sfortunatamente, dobbiamo ancora stare in allerta per un altro oggetto spaziale che è diretto verso di noi, un evento che, secondo la NASA, si verifica una volta “ogni milione di anni”. Di conseguenza, gli scienziati sono certi che una roccia spaziale avrà un impatto sulla Terra prima o poi.

Come riporta il tabloid inglese Sunday Express, ciò ha portato Lembit Öpik, presidente del parlamento della nazione spaziale di Asgardia, a creare una micronazione dedicata allo spazio esterno, che è al di fuori del controllo delle nazioni esistenti e con la missione di proteggere la Terra da asteroidi potenzialmente pericolosi. Per Öpik, la possibilità di un impatto apocalittico è del 100%, ma non sappiamo quando avverrà. E non sappiamo se è giunto il momento, ma questo fine settimana un enorme sciame di asteroidi si avvicinerà alla Terra, inclusa una roccia spaziale più grande della Grande Piramide di Giza.

Sciame di asteroidi

Secondo il Center for Near-Earth Objects (CNEOS) della NASA, sette asteroidi passeranno vicino alla Terra a partire dall’8 ottobre. Questi asteroidi sono 2019 TU, 2019 TW1, 2019 RK, 2019 TC1, 2019 SB6, 2019 TM e 2019 TS. Questi asteroidi hanno iniziato ad arrivare martedì 8 ottobre, sebbene la maggior parte di questi asteroidi si avvicini alla Terra da distanze molto sicure, uno di questi dovrebbe essere potenzialmente pericoloso.

Secondo CNEOS, TC1 2019 passerà vicino al nostro pianeta da 0,00378 unità astronomiche o circa 565 000 km, che è leggermente più grande della distanza tra la Terra e la Luna. Con diametri compresi tra 29 e 38 metri, gli asteroidi in avvicinamento sono relativamente piccoli, ma sarebbero mortali se finissero per avere un impatto. Le “rocce spaziali” di TV1 e TZ 2019 voleranno milioni di chilometri oltre la Terra, mentre SL7 2019 si avvicinerà al nostro pianeta a una distanza di soli 0,00363 unità astronomiche, o circa 540 000 chilometri.  Sebbene il più pericoloso di tutti sia l’SX5 2019, un asteroide il cui diametro è stimato a 140 metri passerà il 10 ottobre. Dovrebbe essere mantenuto a una distanza di 0,04533 unità astronomica, o circa 6,7 ​​milioni di chilometri.

Ma tutto non si ferma qui. A partire da sabato 12 ottobre 2019, altri quattro asteroidi passeranno vicino alla Terra. Rispetto a SX5 2019, gli asteroidi 2019 TN1, 2019 SK8, 2019 SV9 e 2019 SE2 sono significativamente più piccoli con diametri medi da 25 a 90 metri. Questi quattro asteroidi dovrebbero viaggiare nelle vicinanze della Terra sabato. L’ultimo asteroide da superare è il TT1 2019. Questo asteroide di 38 metri si avvicinerà alla Terra il 16 ottobre a una distanza di 0,00744 unità astronomiche, o circa 1113 chilometri. La NASA ha annunciato che SL7 2019 sarà a 1,4 km dalla luna, a circa 538 162 km dalla luna, il che significa che la roccia è classificata come un oggetto vicino alla terra (NEO).

La comunità scientifica critica la NASA

Senza dubbio, questo è uno degli sciami di asteroidi più grandi e pericolosi degli ultimi anni. La NASA ci dice che sta cercando di rilevare oggetti vicino alla Terra che potrebbero avere un impatto sulla Terra e causare la distruzione del pianeta. Natalie Starkey, tuttavia, ritiene che le agenzie spaziali come la NASA non siano in grado di rilevare tutti gli oggetti vicini alla Terra che potrebbero rappresentare un rischio per l’umanità. Citando le ragioni pratiche, Starkey ha rivelato che non era possibile studiare ogni oggetto trovato nel vasto e potente spazio.

“Dobbiamo ricordare che non siamo completamente sicuri perché ci sono ancora cose dannose che potrebbero invaderci”, ha detto il dott. Starkey. “Certo, non possiamo studiare tutti gli oggetti nello spazio, ce ne sono troppi, ma più sappiamo di cosa possiamo vedere e avvicinarci con un’astronave, meglio saremo pronti a trattare con gli altri anche con quelli che non abbiamo mai visto da vicino. Possiamo persino essere ben posizionati per trattare oggetti che ci avvertono molto poco del loro arrivo sul nostro pianeta. “

Starkey ha anche aggiunto che le future osservazioni non consentiranno agli umani di tracciare tutti gli oggetti vicini alla Terra che si avvicinano al pianeta blu. L’autore ha anche suggerito che gli umani si arrampicano nello spazio e controllano da lì oggetti pericolosi per proteggere la Terra da un impatto imminente.”Naturalmente, per il momento, abbiamo bisogno di navi spaziali e possibilmente umani per esplorare lo spazio intorno a noi con la speranza che un giorno saremo in grado di salvarci da un impatto imminente”, ha detto Starkey. E se lo sciame di asteroidi non si ferma a noi, potrebbe essere fatto dall’asteroide Apophis, che è attualmente sotto la supervisione della NASA e dell’ESA. Secondo le attuali analisi, Apophis sarà a soli 30.000 chilometri dalla superficie terrestre nel 2029, quindi potrebbe eventualmente avere un impatto.

Redazione Segnidalcielo


An asteroid impact 66 million years ago triggered a chain reaction of events that wiped out the dinosaurs and two-thirds of life on Earth. Since the killer asteroid hit the Earth, many small rocks have come dangerously close to our planet. Although, unfortunately, we still have to be on the alert for another space object that is directed towards us, an event that, according to NASA, occurs once “every million years”. As a result, scientists are certain that a space rock will have an impact on Earth sooner or later.  As reported by the English tabloid Sunday Express, this led Lembit Öpik, president of the parliament of the space nation of Asgardia, to create a micronation dedicated to outer space, which is outside the control of existing nations and with the mission to protect the Earth from potentially dangerous asteroids. For Öpik, the possibility of an apocalyptic impact is 100%, but we don’t know when it will happen. And we don’t know if the time has come, but this weekend a huge swarm of asteroids will approach Earth, including a space rock larger than the Great Pyramid of Giza.
Asteroid swarm
According to NASA’s Center for Near-Earth Objects (CNEOS), seven asteroids will pass close to Earth starting October 8th. These asteroids are 2019 TU, 2019 TW1, 2019 RK, 2019 TC1, 2019 SB6, 2019 TM and 2019 TS. These asteroids began arriving Tuesday, October 8, although most of these asteroids approach the Earth from very safe distances, one of which should be potentially dangerous. According to CNEOS, TC1 2019 will pass close to our planet by 0.00378 astronomical units or about 565 000 km, which is slightly larger than the distance between the Earth and the Moon. With diameters between 29 and 38 meters, approaching asteroids are relatively small, but would be deadly if they ended up having an impact. The “space rocks” of TV1 and TZ 2019 will fly millions of kilometers beyond the Earth, while SL7 2019 will approach our planet at a distance of only 0.00363 astronomical units, or about 540 000 kilometers. Although the most dangerous of all is the SX5 2019, an asteroid whose diameter is estimated at 140 meters will pass on 10 October. It should be maintained at a distance of 0.04533 astronomical units, or about 6.7 million kilometers. But everything does not stop there. As of Saturday 12 October 2019, four other asteroids will pass near the Earth. Compared to SX5 2019, the asteroids 2019 TN1, 2019 SK8, 2019 SV9 and 2019 SE2 are significantly smaller with average diameters from 25 to 90 meters. These four asteroids should travel near Earth on Saturday. The last asteroid to be overcome is the TT1 2019. This 38-meter asteroid will approach Earth on October 16th at a distance of 0.00744 astronomical units, or about 1113 kilometers. NASA has announced that SL7 2019 will be 1.4 km from the moon, about 538 162 km from the moon, which means that the rock is classified as an object near the earth (NEO).
The scientific community criticizes NASA
Without a doubt, this is one of the largest and most dangerous swarms of asteroids in recent years. NASA tells us that it is trying to detect objects near the Earth that could impact the Earth and cause the destruction of the planet. Natalie Starkey, however, believes that space agencies like NASA are unable to detect all objects close to the Earth that could pose a risk to humanity. Citing practical reasons, Starkey revealed that it was not possible to study every object found in the vast and powerful space. “We must remember that we are not completely sure because there are still harmful things that could invade us,” said Dr. Starkey. “Of course, we cannot study all objects in space, there are too many, but the more we know what we can see and get closer to with a spaceship, the better we will be ready to deal with others even with those we have never seen up close. We can even be well positioned to handle objects that warn us very little about their arrival on our planet. “Starkey also added that future observations will not allow humans to trace all objects close to the Earth that are approaching the blue planet. The author also suggested that humans climb into space and control dangerous objects from there to protect the Earth from imminent impact. “Of course, for the moment, we need spaceships and possibly humans to explore the space around us with the hope that one day we will be able to save ourselves from an imminent impact, “said Starkey.

SHARE
RELATED POSTS
Venezuela, un Meteorite cade vicino alla città di Maracay. Panico tra la popolazione!
La NASA scopre 10 Asteroidi potenzialmente pericolosi. Inspiegabile attività delle Comete!
Nuove Tempeste Geomagnetiche sono attese sulla Terra

Comments are closed.