Archeologia Misteriosa UFO

La misteriosa “polvere blu egiziana” emette radiazione infrarossa

Ricercatori hanno studiato per molto tempo la misteriosa tinta “blu egiziana“, praticamente quella che copre le pareti dei sarcofagi e delle tombe dell’antico Egitto. Come si è scoperto, il pigmento usato dagli egizi, stranamente emette radiazione infrarossa.

Una polvere di origine aliena?

Considerato il più antico pigmento sintetico conosciuto, il blu egiziano si trova in pitture tuttora visibili su sarcofagi, statue e pareti tombali. A lungo studiato dagli scienziati moderni per le sue particolari caratteristiche, pare che esposto a un certo tipo di luce emetta radiazioni nel vicino infrarosso, risultando dunque prezioso per le indagini della scientifica.

Risultati immagini per pharaohs

Recenti studi hanno dimostrato che il colorante blu creato in Egitto più di 5.000 anni fa può essere usato con successo come una polvere per ottenere le impronte digitali, nei casi in cui le misure tradizionali risultano essere insufficienti. E ‘incredibile come gli archeologi ritengono tale civiltà relativamente primitiva, ma che era in grado di creare qualcosa di simile.

Ma come funziona questa speciale “polvere” e in cosa si differenzia da quelle sino ad oggi utilizzate? Per rilevare le impronte digitali sulla scena del crimine, la polizia sparge solitamente una polvere di colore contrastante, che aderisce alle caratteristiche uniche di qualsiasi impronta digitale fornendo così la prova inconfutabile della presenza di uno specifico soggetto nel luogo. La rilevazione sulle superfici particolarmente lucide o decorate in rilievo risulta tuttavia spesso difficoltosa, e in questi casi il blu egiziano può fare la differenza.

Il pigmento viene normalmente spennellato, ne segue una fotografia della superficie con un filtro sensibile al vicino infrarosso, che mette in rilievo eventuali impronte.  L’importante scoperta è già pronta alla commercializzazione, come ha annunciato il chimico forense australiano Simon Lewis, che ha partecipato alla ricerca: “Riteniamo che entro breve il blu egiziano potrà essere utilizzato dalle forze dell’ordine”.

Le proprietà della polvere sono misteriose e non sono ancora state chiarite nella loro natura. Naturalmente, questo non significa che la sua origine è extraterrestre, ma non si può negare che la presenza di tracce di radioattività, rende questa una situazione molto scomoda per la comunità scientifica.

A cura della Redazione Segnidalcielo



SHARE
RELATED POSTS
Anomalie sulla Terra: la scomparsa di alcuni aerei civili e militari correlata con i portali magnetici?
Giappone: ritornano gli UFO sul Vulcano Sakurajima – il video
MARTE, scienziati dichiarano che Piramidi e Sfinge della Regione di Cydonia sono stati costruiti da una Civiltà Aliena

Comments are closed.