Archeologia Misteriosa

La macchina di Antikythera era una “Guida alla Galassia”

Una nuova ricerca ha aiutato gli scienziati a svelare il mistero dietro il meccanismo di Antikythera, il più antico computer del mondo che potrebbe essere stato usato per predire il futuro … più o meno.

Secondo i ricercatori, il meccanismo di Antikythera è il computer più antico del mondo ed era un dispositivo utilizzato come “Guida alla galassia”.   Il dispositivo enigmatico è stato studiato per cento anni da quando è stato scoperto. Secondo i ricercatori, questo dispositivo possiede 2.100 anni e si crede che sia stato il computer più antico del mondo.

Se oggi siamo in possesso del meccanismo di Antikythera, dobbiamo ringraziare due tempeste separate da circa 2 mila anni. La prima tempesta, avvenuta intorno al 65 a.C., che ha distrutto la nave romana su cui viaggiava il meccanismo, affondandola vicino l’isola di Antikythera, tra la Grecia continentale e Creta.

La seconda, invece, avvenuta nel 1900, la quale costrinse alcuni pescatori di spugne a ripararsi nei pressi dell’isola, dove hanno poi scoperto il relitto della nave romana. Ciò porto alla prima grande spedizione archeologica nella zona. Oltre alle preziose sculture e altre opere d’arte saccheggiate dai pescatori, gli archeologi subacquei trovarono uno strano oggetto di bronzo, in seguito denominato “Meccanismo di Antikythera”. All’esame, quest’oggetto di bronzo si è rivelato essere un complesso assemblaggio di ingranaggi, un dispositivo meccanico totalmente sconosciuto nella civiltà greca.

Per oltre un secolo, l’esatta funzione del dispositivo è rimasta un profondo mistero in quanto i ricercatori non sono stati in grado di decifrare a causa di mancanza dei testi che lo descrivono. Quindi, neanche la piccola quantità di testo che è sopravvissuto sul dispositivo stesso, non ha aiutato i ricercatori a comprenderne l’esatta funzione.

Tuttavia, nuovi studi hanno aiutato a capire che questo meccaniscmo, non è altro che il  computer meccanico più antico del mondo. Grazie alle poche parole impresse sui frammenti corrosi di ingranaggi e piastre, i ricercatori hanno teorizzato che il meccanismo di Antikythera era si un computer, ma era utilizzato come dispositivo astronomico.

Tuttavia, gran parte della storia dell’antica del dispositivo è rimasta un mistero per i ricercatori.

Ma la tecnologia come sempre fa miracoli, e  grazie agli sforzi che utilizzano dispositivi di scansione all’avanguardia, un gruppo internazionale di ricercatori è riuscito a leggere alcuni dei 3.500 caratteri di testo ‘esplicativo’, che si crede di essere un quarto del testo originale, che si trova all’interno dell’antico computer. Secondo i ricercatori, questo strumento è stato usato come una sorta di  ” Guida alla Galassia”.

‘Ora abbiamo dei testi che si possono effettivamente leggere,  come il greco antico. Prima non riuscivamo a comprendere nulla, ma con nuove scansioni TAC 3D, siamo riusciti a decifrare qualcosa di importante”, ha detto uno dei membri del team di rcierca, il professor Alexander Jones, professore di storia della scienza antica alla New York University.

I ricercatori sono stati in grado di concludere che il meccanismo di Antikythera è stato utilizzato più di 2000 anni fa come un ‘calendario computerizzato’ deSole e la Luna. Il dispositivo ha inoltre illustrato le fasi della luna, la posizione del sole e la luna nello zodiaco, così come la posizione dei pianeti e le eclissi.

“Non è stato uno strumento di ricerca, cosa che un astronomo avrebbe utilizzato per fare calcoli, o anche un astrologo per fare pronostici, ma questo computer antico, è qualcosa che si può usare per insegnare il cosmo e il nostro posto nel cosmo. E ‘come un libro di testo di astronomia come si è capito poi, che collegava i movimenti del cielo e dei pianeti con la vita degli antichi greci e il loro ambiente.” “, ha detto il professor Jones.

La ricerca per  decifrare il meccanismo è iniziata circa 12 anni fa, quando i ricercatori hanno utilizzato la scansione a raggi X e la tecnologia di imaging TAC 3 D – per analizzare 82 pezzi sparsi del dispositivo.

“La ricerca iniziale, aveva lo scopo di vedere come funzionava il meccanismo, il che ha avuto molto successo,” – ha detto il professor Edmunds.  “Ciò che non avevamo capito era che le moderne tecniche, che vengono utilizzate di recente, permetterebbero di leggere testi molto meglio sia all’esterno del che all’interno del meccanismo, e lo fanno più di quanto fatto prima.” Secondo i ricercatori, in base allo stile del testo, che era molto formale e dettagliato, l’antico computer non è stato utilizzato come un dispositivo ordinario.

Gli scienziati ipotizzano che il meccanismo di Antikythera sia stato inventato in Grecia tra il 200 e 70 aC. Tuttavia, questo non è possibile confermarlo, anche perchè non ci sono testi che menzionano la nascita del dispositivo e neanche la firma dei responsabili che lo hanno trovato.

Redazione Segnidalcielo

[ot-video][/ot-video]

SHARE
RELATED POSTS
Messico: il tunnel scoperto sotto la Piramide di Teotihuacan, potrebbe svelare le Tombe Reali
Anello di materiale sconosciuto trovato all’interno di un geode di 200 milioni di anni fa!
La ‘Nanotecnologia’ è stata scoperta nella Roma Antica 1700 anni fa. La misteriosa Coppa del Licurgo!

Comments are closed.