Home UFO La COMUNITA’ Scientifica crede che una CIVILTA’ ALIENA fosse responsabile della vita...

La COMUNITA’ Scientifica crede che una CIVILTA’ ALIENA fosse responsabile della vita sulla TERRA 3,8 miliardi di anni fa

3420
0

Potrebbero esserci pianeti che avevano civiltà extraterrestri avanzate. Da alcuni anni ormai, c’è una domanda che tormenta le menti di molte persone ed è appunto: potrebbe esserci una civiltà extraterrestre molto più avanzata della nostra?

Questo perché molti scienziati si sono chiesti se ci siano sistemi solari nell’universo che potrebbero avere più di 10 miliardi di anni rispetto al nostro, che ha appena 4.600.000 anni.  Ne ha scritto anche Francis Crick , il premio Nobel per la medicina a cui è stato attribuito il merito di aver scoperto la struttura del DNA. Se i sistemi solari esistono molto più antichi dei nostri, c’è la possibilità che ci siano civiltà aliene tecnologicamente avanzate, quindi più evolute di noi migliaia di anni. Forse anche prima che la Terra nascesse. Le recenti scoperte di pianeti extrasolari trovati lontano dal nostro sistema solare supportano questa teoria.

Pianeta con una civiltà aliena avanzata

Prova di ciò è il pianeta PSR B1620. Conosciuto anche come Matusalemme nel campo astrofisico, la sua età è di 12,7 miliardi di anni e la sua posizione è a circa 12.000 anni luce dalla Terra. Perché non si poteva pensare che la vita aliena fosse già esistita a Matusalemme prima che la Terra si formasse ?

Crick ha suggerito una nuova teoria alla comunità scientifica, che ha chiamato la teoria “infettiva”. Consiste in una civiltà aliena, potrebbe aver seminato una vita primitiva sulla Terra. Ovviamente questo solleva delle domande: come è stato trasferito sulla Terra ? Per Crick, lo hanno fatto per mezzo di un’astronave progettata in modo univoco per questa missione. Così sono stati in grado di introdurre questi microrganismi responsabili dell’emergere della vita.

Probabilmente il viaggio è stato effettuato con tutte le misure di sicurezza di conservazione possibili fino a quando questa nave non ha raggiunto il nostro pianeta che era il suo obiettivo.

L’origine della vita terrestre è lo spazio

Per l’anno 1986 al Congresso delle origini della vita che si tenne nella città di Berkeley USA. Erano presenti 300 scienziati da circa 22 paesi in tutto il mondo. Si è concluso che questa teoria sarebbe stata scartata perché in tal caso dovrebbe esserci una  varietà di codici genetici.

Le scoperte successive in genetica hanno mostrato qualcosa di completamente diverso. “Tutta la vita sulla Terra, dai batteri agli umani, si è evoluta da una cellula ancestrale “. La domanda più importante è qual è l’origine di quella cellula ancestrale?

La maggior parte ha convenuto che questi “precursori organici” sono stati portati dallo spazio . Altri erano convinti che una cellula completamente formata fosse arrivata dal cosmo. Manfred Eigen , premio Nobel per la chimica, insieme a un gruppo della Max Planck Society , German Advancement of Science, nel 1989, furono in grado di sequenziare l’RNA “all’indietro”, che contiene l’informazione genetica del DNA utilizzabile nella sintesi di proteine.

Scoprire che l’ origine della vita è avvenuta circa 3.800.000 milioni di anni fa

Secondo Eigen, in quel momento potrebbe emergere il ” gene primordiale “. Aggiungendo che se il codice genetico umano ha avuto più di 3.800.000 milioni di anni, deve aver avuto un’origine extraterrestre. La nostra comunità scientifica, per anni, ha rifiutato di accettare la possibilità di una vita aliena. Tuttavia, ora considerano la possibilità che la nostra vita abbia avuto un’origine extraterrestre.

Redazione Segnidalcielo