Anomalie Spaziali Earth Changes

La cometa verde Johnson C/2015 V2 domani sarà più vicina al nostro pianeta

Dopo il transito ravvicinato ad aprile, della 41P/Tuttle-Giacobini-Kresak, in questi giorni è previsto l’avvicinamento della Johnson C/2015 V2. La cometa verde è già visibile dall’Italia con l’ausilio di un binocolo, ma domani sera il corpo celeste sarà ancora più vicino a circa 120 milioni di km.

Risultati immagini per Johnson C / 2015 V2

La cometa Johnson C/2015 V2 si trova tra le stelle delle costellazioni Ercole e Boote ed è già visibile dal nostro Paese, con l’aiuto di un binocolo, ma raggiungerà la distanza minima dalla Terra domani 4 Giugno 2017, quando sarà nei pressi della stella denominata Arturo. Allora “si troverà a 120 milioni di chilometri dal nostro pianeta”, come spiega all’Ansa l’astrofisico Gianluca Masi. Masi è responsabile del Virtual Telescope: è possibile ammirare un’immagine della cometa catturata dal programma di osservazione spaziale.

A prepararse: Un cometa de color verde se acerca a nuestro planeta

Immagine correlata

Cometa osservabile fino a luglio

Dopo il passaggio ravvicinato, la cometa, proveniente dalla Nube di Oort – che si muove in orbita iperbolica – proseguirà la sua corsa verso il sole, da cui il 12 giugno si troverà alla distanza minima, pari a circa 245 milioni di chilometri. Sarà comunque ancora ben visibile dall’Italia fino a luglio, quando poi si sposterà nell’emisfero meridionale. Dopodiché ritornerà nello spazio profondo.

Redazione Segnidalcielo



 

 

 

 

SHARE
RELATED POSTS
Mini glaciazione ai margini dello spazio. Il Sole entra in uno dei minimi solari più profondi dell’era spaziale
NASA: una potente tempesta solare potrebbe lasciare al buio per 2 anni la Terra
Appello degli esperti ai governi: “una super Tempesta Solare è inevitabile, servono contromisure”

Comments are closed.