Anomalie Spaziali Earth Changes

La cometa verde Johnson C/2015 V2 domani sarà più vicina al nostro pianeta

Dopo il transito ravvicinato ad aprile, della 41P/Tuttle-Giacobini-Kresak, in questi giorni è previsto l’avvicinamento della Johnson C/2015 V2. La cometa verde è già visibile dall’Italia con l’ausilio di un binocolo, ma domani sera il corpo celeste sarà ancora più vicino a circa 120 milioni di km.

Risultati immagini per Johnson C / 2015 V2

La cometa Johnson C/2015 V2 si trova tra le stelle delle costellazioni Ercole e Boote ed è già visibile dal nostro Paese, con l’aiuto di un binocolo, ma raggiungerà la distanza minima dalla Terra domani 4 Giugno 2017, quando sarà nei pressi della stella denominata Arturo. Allora “si troverà a 120 milioni di chilometri dal nostro pianeta”, come spiega all’Ansa l’astrofisico Gianluca Masi. Masi è responsabile del Virtual Telescope: è possibile ammirare un’immagine della cometa catturata dal programma di osservazione spaziale.

A prepararse: Un cometa de color verde se acerca a nuestro planeta

Immagine correlata

Cometa osservabile fino a luglio

Dopo il passaggio ravvicinato, la cometa, proveniente dalla Nube di Oort – che si muove in orbita iperbolica – proseguirà la sua corsa verso il sole, da cui il 12 giugno si troverà alla distanza minima, pari a circa 245 milioni di chilometri. Sarà comunque ancora ben visibile dall’Italia fino a luglio, quando poi si sposterà nell’emisfero meridionale. Dopodiché ritornerà nello spazio profondo.

Redazione Segnidalcielo



 

 

 

 

SHARE
RELATED POSTS
Allarme per l’impatto della cometa C/2013 A1 su Marte! Per gli scienziati Russi potrebbero esserci conseguenze disastrose per la Terra
l Calendario Maya? è in realtà un sistema calendrico
Planet X-Nibiru: scienziati sempre più convinti che una “stella oscura” avrebbe invaso il Sistema Solare 70mila anni fa

Comments are closed.