Home Nuovo Ordine Mondiale Un dipendente dell’Aeroporto di Denver conferma l’esistenza di una struttura militare sotterranea

Un dipendente dell’Aeroporto di Denver conferma l’esistenza di una struttura militare sotterranea

2391
0

Per la prima volta, un informatore all’interno del complesso DIA conferma l’esistenza di una massiccia struttura militare sotterranea situata sotto l’aeroporto di Denver. L’aeroporto internazionale di Denver (DIA) si trova su un vasto complesso di 53 chilometri quadrati ed è di proprietà e gestito dalla città di Denver. In realtà, è il più grande aeroporto degli Stati Uniti, in termini di terra di massa raccolta, e il secondo aeroporto più grande del mondo dopo il King Fahd International Airport di Arabia Saudita.

denver-airport

L’aeroporto “ospita” oltre 50 milioni di passeggeri l’anno ed ora incorpora un nuovo imponente progetto denominato “City Airport”, un aerotropoli che è stata presentata pubblicamente dal sindaco di Denver, Michael Hancock. Tuttavia, è interessante notare come i nuovi aerotropoli integreranno un quartiere espansivo con un nuovo alloggio, nonché un distretto agricolo e tecnico entro i confini della proprietà dell’aeroporto,  in modo da attirare maggiori entrate a far crescere l’economia di Denver. Infatti, tra le aerotropoli e le industrie della marijuana boom di Colorado, la DIA potrebbe essere solo la cosa più importante dopo il pane a fette.

Il concetto è innovativo, una prima assoluta per un aeroporto in America, ed è destinato a diventare l’invidia di altri aeroporti in tutto il mondo.  In realtà, secondo il sito ufficiale della Città di Denver, nel 2010, la DIA e l’amministrazione della contea di Denver,  hanno preso una decisione importante nell’evoluzione della DIA stessa per svolgere il suo ruolo di gateway invitando le imprese di tutto il mondo a presentare proposte per aiutare la DIA nella pianificazione, la valutazione e la creazione di un City Airport, come il nucleo di acceleratore e competitivo per l’emergente Airport Denver.

I residenti locali e altri cittadini,  si sono trovati in una discussione e scontro con l’amministrazione sulla nuova costruzione e intorno alla proprietà dell’aeroporto sollevando la polemica. In realtà, fin dalle prime fasi di costruzione dell’aeroporto, iniziate nel primi anni del 1990, ci sono state diverse segnalazioni che qualcosa possa essere in atto sopra o sotto i motivi del complesso 53 miglia quadrate.

underground base3

Il fondo

Alcuni ipotizzano che una struttura militare sotterranea profonda, che sarebbe parte della Continuità di Governo (COG) in programma,  si trovi sul sito. Una città sotterranea enorme, che per essere utilizzata dal governo USA nel caso in cui Washington o i nostri governi centrali siano compromessi. Secondo alcuni rapporti investigativi, tra cui uno guidato dall’ex governatore del Minnesota, Jesse Ventura, la città sotterranea che si trova sotto l’aeroporto,  molto probabilmente si connette ad altre installazioni militari sotterranee profonde in tutto il paese.

Ora, una fonte all’interno dell’aeroporto ha confermato per la prima volta informazioni sorprendenti per quanto riguarda la struttura sotterranea, fornendo dettagli sconosciuti al personale aeroportuale e il pubblico in generale fino ad ora.

Di seguito sono riportati i dettagli in merito a una installazione militare sotterranea profonda,  situata sulla base delle informazioni DIA, come previsto dalla fonte:

• Il livello 1 dell’aeroporto è inserito nel terreno per proteggere dalle vibrazioni provenienti dal basso.

• Cancelli e numeri dell’aeroporto corrispondono ai piani d’azione di emergenza e di risposta che indicano i dettagli specifici per le persone “che sono a conoscenza”.
• Per cause sconosciute nella sezione “United Airlines, Inc.” di uno dei piani interrati,  un bio-hazard infettivo o uno scoppio fungino ha posto le zone in quarantena fuori del sottosuolo, rendendole inaccessibili al personale dell’aeroporto ed al personale. La sezione di quarantena della metropolitana, come confermato dall’informatore, è collocata in livelli più bassi laterali del corridoio B a Oriente.
• La discarica che si trova al largo di Torre Road. due miglia a ovest del Terminal Jeppesen è stato aggiunta nei primi mesi del 2000 nonostante gli aeroporti fecero appello alla Corte distrettuale contro la discarica nel 2002, sostenendo che era un pericolo per la sicurezza FAA.

underground base
Un ingresso intermedio militarizzato si trova nella sezione “United Airlines” della metropolitana

• Un ingresso intermedio militarizzato si trova nella sezione “United Airlines” della metropolitana. Il numero effettivo della porta è stato segnalato da una fonte con grande timore. Il codice attuale della porta è “BE64B” sconosciuto fino ad ora per il pubblico in generale.
• Una porta di chiusura e apertura  rapida, consentirà anche l’accesso all’ingresso intermediario della struttura se avete una “pass specifico”. 
• La sporcizia in alcune parti delle gallerie ferroviarie sembra innaturale.
• Le uscite sarebbero bloccate in alcune sezioni dell’aereoporto in caso di emergenza.
• Un tunnel lungo circa 3 miglia si troverebbe fuori dall’ingresso intermediario “BE64B”, per un reparto in piena regola della Difesa (DOD) in caso di attraversamento del tunnel,  il personale riceverebbe sanzioni disciplinari; un ingresso militarizzato, composto da 5 edifici, si troverebbe nella zona nord-est del terminal Jeppesen.
• Tutte le attività importanti provengono in genere dalla sezione  nord-ovest del “Corridoio C”.

 

global_elite_undergronud

image0031

Dipartimento della Difesa Legato ai velivoli aerei.

Grazie alle nuove informazioni scoperte dagli investigatori dell’Intelligence si puo giungere alla conclusione che, sì, effettivamente il DOD ha legami con un vettore aereo commerciale che opera fuori del Denver International Airport.

I documenti richiesti da un Freedom dell’Information Act (FOIA) richiesta dalla Investigative in relazione al workshop nel 2004 rivelano che, la “United Airlines, Inc.”, è coinvolta in un DOD “Programma Air Transportation” probabilmente collegato alla COG. Questo contratto consentirebbe alla United Airlines di fa viaggiare con la propria compagnia: VIP, senatori, membri del Congresso, e superiore eletti, tra cui Capo di di Stato.

 

Secondo la fonte che proviene da dentro la struttura, un mucchio enorme di sporcizia è stato aggiunto a una discarica esistente nella zona, nonostante la richiesta della FAA che aveva messo in guardia dicendo che era pericoloso per i viaggiatori ed avrebbe potuto rappresentare un problema ai radar causando un potenziale disastro. L’aggiunta di questa discarica si sarebbe dovuta svolgere nel corso di un periodo di 40-60 anni, ma invece ha avuto luogo nel corso di circa 4 anni. Il mucchio di sporcizia, che viene mascherata come una discarica in-plain-sight, ora supera i 300 metri di altitudine.

Un estratto dal ricorso FAA legge, “nella determinazione del rischio e affermazione, la FAA ha trovato che la discarica Tower Road al suo apice proposta” sarebbe in linea radar di vista e veicoli [cioè, dumper e livellatrici] che operano a discarica e potrebbe provocare radar di riflessione e di conseguenza creare falsi bersagli “. JA 7.

La determinazione e l’affermazione non forniscono alcun fondamento probatorio per l’accertamento di “falso bersaglio”. Infatti, possiamo trovare al massimo solo due pagine su 462 che sostengono questa tesi. Uno studio aeronautico della FAA riferisce che i tecnici Airways strumento radar “hanno identificato il potenziale di falsi bersagli. L’attuale quota di 5423 ‘slm [sopra il livello medio del mare], la discarica è sotto la linea di vista radar. Alla nuova altezza di 5542 ‘slm, i grandi dumper, grader, e altri mezzi pesanti creano il potenziale per riflettere il radar causando falsi bersagli …. L’impatto in questa circostanza potrebbe avvenire dopo un’indicazione della posizione sbagliata per l’aeromobile. “

Concludendo si puo affermare che l’aeroporto di Denver fa parte di un programma di continuità di governo ed effettivamente ospita un impianto sotterraneo.

A cura di Mark Corbin

Redazione Segnidalcielo