Home UFO L’impressionante “incidente UFO” avvenuto vicino alla città di Atalanti, Grecia

L’impressionante “incidente UFO” avvenuto vicino alla città di Atalanti, Grecia

7
0

Il caso Atalanti è considerato il più importante incidente UFO in Grecia e uno dei più strani incidenti in Europa. C’è un rapporto dell’esercito greco che afferma che, nella notte del 2 settembre 1990, una flotta di cica 17 oggetti volanti non identificati è stata osservata in più punti della Grecia continentale.

Dopo aver sorvolato il Peloponneso, questa flottiglia di sfere di luce  fece un giro e si diresse a nord. Verso le 9:30 di notte, mentre sorvolano la città di Atalanti (che si trova a circa 150 km a nord-ovest di Atene), uno degli UFO ha iniziato a separarsi dalla formazione della flotta.

Risultati immagini per flottillas ovni

Diversi testimoni hanno riferito che la nave sembrava avere qualche tipo di problema, dal momento che ha cambiato il suo colore in rosso, e sembrava aver preso fuoco. Allo stesso tempo, sono stati sentiti come tre esplosioni nel cielo (altri rapporti parlano di rumori metallici) Come potevano sentirsi i locali prima di un simile ruggito?

Il rapporto continua e documenta, sempre secondo testimoni, che la nave è atterrato sulla cima di una collina, dove c’è una piccola chiesa in onore di Elia, situata a pochi chilometri da Atalanti. Gli abitanti che hanno osservato l’incidente da una distanza di circa 1 km, hanno informato immediatamente la polizia di quello che stava accadendo, ma la posizione era molto difficile da accedere durante la notte.

Risultati immagini per ufo landed

Una volta atterrata quella nave che sembrava essere nei guai, il resto della flottiglia era immobile sui cieli di quel luogo, in un apparente tentativo di proteggerlo. La concentrazione di tutte le navi su quella collina illuminava così tanto la zona che consentiva ai testimoni, per lo più contadini, di vedere gli oggetti, descrivendoli come rotondi e di dimensioni simili a un trattore. Secondo uno dei testimoni che si trovava nella zona e che è anche riuscito ad avvicinarsi al luogo di sbarco, ha visto alcuni esseri molto strani, ovvero umanoidi di bassa taglia con teste grandi e molto esili, che sembravano lavorare per riparare la loro nave.

L’incidente è durato dalle 9:30 di sera fino alle 3:00 del mattino. Gli esseri umanoidi sono riusciti a riparare la nave che ha raggiunto l’intera flotta che è decollata immediatamente. Gli abitanti non persero tempo e visitarono il luogo la mattina seguente. Controllarono il prato e trovarono l’erba  bruciata e del fumo usciva ancora dal terreno. Alcuni oggetti furono raccolti,  come cavi, parti metalliche e un artefatto simile a una spugna marina.

Poco tempo dopo, l’esercito greco ha pubblicato questo rapporto, incentrato sull’attrezzatura trovata, poiché i pezzi includevano un tappo di rame con un diametro di 11 cm e una scrittura araba; un cavo di rame collegato ad  una spina; l’isolamento del cavo (un materiale simile alla seta); una copertura di plastica bruciata; un anello di acciaio e tre barre di acciaio di 10 cm ciascuna con un interruttore con la lettera greca Φ (F).

Il rapporto concludeva che i pezzi appartenevano probabilmente a un vecchio satellite, ma questa è una versione che i testimoni a quel tempo rifiutarono di credere, dal momento che i satelliti non atterrano o decollano come facevano le misteriose navi. Quale sarà la verità dietro questo incidente?

di Anakim Pérez  (Ufo-Spain.com)

A cura della Redazione Segnidalcielo