Earth Changes

Il Super Vulcano dei Colli Albani si sta risvegliando

Il distretto vulcanico dei Colli Albani, a sud di Roma, si è risvegliato dopo 36mila anni di inattività. Conta al suo interno diversi crateri, generati dalle eruzioni del passato dove ora si trovano i laghi di Nemi, Albano e quello di Ariccia (ora prosciugato). La telemetria satellitare ha mostrato come negli ultimi 20 anni il suolo in questa zona si sia sollevato di 2-3 millimetri all’anno a causa del magma, risalito nelle camere a diversi chilometri di profondità. Anche le scosse sismiche all’inizio degli anni ’90 sarebbero da ricondurre al risveglio del vulcano. Uno studio condotto da un team internazionale di scienziati, guidato dall’Ingv, ha ricostruito gli ultimi 600mila anni di eruzioni e stabilito che il distretto è tornato attivo, ma quiescente. Stimando che la prossima eruzione esplosiva si dovrebbe verificare tra non meno di mille anni.

Risultati immagini per distretto vulcanico dei Colli Albani

Il risveglio dell’area vulcanica

Oltre al terremoto che ha colpito il centro Italia in questi giorni, il risveglio dell’area vulcanica dei Colli Albani, alle porte di Roma, che potrebbe avvenire fra migliaia di anni, fa discutere. Uno studio multidisciplinare condotto dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), dal Dipartimento di Scienze Geologiche – Sapienza Università di Roma, dall’Istituto di Geologia Ambientale e Geoingegneria del Consiglio Nazionale delle Ricerche (IGAG-CNR) e dal Laboratorio di Geocronologia dell’Università di Madison, pubblicato su Geophysical Researcch Letters, ha ricostruito la storia delle eruzioni avvenute nell’arco degli ultimi 600.000 nel distretto vulcanico dei Colli Albani, alle porte di Roma, così come quella delle deformazioni della crosta terrestre che le hanno accompagnate.

Fabrizio Marra, uno dei ricercatori che ha condotto lo studio, afferma che «il risultato sorprendente è che non solo il vulcano è tutt’altro che estinto, ma ha appena iniziato un nuovo ciclo di alimentazione delle camere magmatiche che potrebbe portarlo nel prossimo millennio, da uno stadio dormiente a quello di risveglio. Da qui la necessità di monitorare sin da oggi quest’area vulcanica».

Risultati immagini per distretto vulcanico dei Colli Albani

Risultati immagini per distretto vulcanico dei Colli Albani

Tutti gli elementi emersi dallo studio indicherebbero il futuro risveglio dell’area vulcanica dei Colli Albani, ma come ha aggiunto lo studioso «in quanto tempo questo magma potrebbe trovare una via di risalita e dar luogo a un’eruzione è difficile da stabilire con precisione, quello che è certo è che i tempi fisici per cui ciò possa avvenire sono alla scala delle diverse migliaia di anni». Sulla base dello studio delle sue attività, che ha registrato 11 cicli eruttivi nel corso degli ultimi 600.000 anni «il vulcano deve considerarsi attivo e pronto per un nuovo futuro risveglio», ma al tempo stesso, «nessun elemento derivante dalle osservazione geochimiche e geofisiche in atto lascia ipotizzare che un’eruzione possa avvenire né in tempi brevi né medi».

Redazione Segnidalcielo

fontefonte

SHARE
RELATED POSTS
Allarme globale: il pianeta Terra si sta dirigendo verso la sesta estinzione di massa di molte specie animali
Eventi Climatici Estremi: l’aumento del livello degli Oceani raddoppierà la frequenza delle inondazioni
STRANGE SOUND: tre suoni apocalittici sono stati registrati in diverse parti del pianeta

Comments are closed.