Archeologia Misteriosa

Il sito antico di Stonehenge potrebbe essere stato costruito usando il famoso “Teorema di Pitagora”

Il famoso sito antico di Stonehenge potrebbe essere stato costruito usando il famoso teorema di Pitagora due millenni prima che l’equazione matematica fosse sviluppata, dicono gli esperti.
Un nuovo libro intitolato “Megalith: Studies in Stone” sostiene che gli stessi principi geometrici del famoso lavoro di Pitagora si possono trovare nel sito preistorico: oltre ai ricercatori di Stonehenge, altri esperti affermano di aver trovato prove del famoso teorema, molto prima del tempo di Pitagora. L’anno scorso, per esempio, gli scienziati hanno rivelato i segreti di una misteriosa tavoletta babilonese di argilla di 3.700 anni, che risulta essere la tavola trigonometrica come la tavola trigonometrica più antica e più accurata del mondo.

La scoperta di Pitagora secondo cui la somma delle aree di due quadrati sui lati di un triangolo si sommerà all’area di un quadrato sull’ipotenusa è stata utilizzata per millenni per aiutare i costruttori a raggiungere angoli perfettamente perfetti.
Il nuovo libro, pubblicato in concomitanza con il solstizio d’estate di ieri, mostra come all’interno di una delle prime incarnazioni di Stonehenge , risalente al 2750 aC, si trova un rettangolo di quattro pietre di Sarsen , che divise a metà diagonalmente, formano un perfetto triangolo Pitagorico.

Le otto linee che si irradiano dal rettangolo e dai triangoli si allineano perfettamente anche con le date importanti del calendario neolitico, come i solstizi d’estate e d’inverno e gli equinozi di primavera e d’autunno.

Il coordinatore e redattore John Matineau, ha dichiarato: “Le persone spesso pensano ai nostri antenati come rozzi cavernicoli, quando in realtà erano sofisticati astronomi.Stavano applicando la geometria pitagorica oltre 2000 anni prima della nascita di Pitagora.Vediamo triangoli e doppi quadrati usati che sono semplici versioni della geometria pitagorica. E poi abbiamo questa sintesi su diversi siti di numeri solari e lunari”.

Umani evoluti o intelligenza extra terrestre?

Secondo alcuni ufologi e archeologi nell’ iconografia antica sarebbero spesso raffigurati veivoli ed esseri d’origine tutt’ altro che umana : data la particolare forma del tempio, e la probabile difficoltà che il trasporto di massi dal peso approssimativo di 4 tonnellate avrebbe comportato  per popolazioni risalenti a circa 5000 anni fa, l’ipotesi aliena ha cominciato a prendere sempre più piede.

Secondo la teoria aliena che spiegherebbe la particolare collocazione di queste tetrodi geometriche che ruotano in direzione opposta all’interno di un campo sferico, la conformazione di Stonehenge sarebbe una prova del fatto che esseri extraterrestri abbiano voluto creare un calendario astronomico in grado di prevedere qualsiasi tipo di evento celeste e la cui precisione è paragonata solo a moderni strumenti d’analisi astronomica.

Inoltre, in molti, hanno affermato di aver visto nel corso del tempo,   misteriose sfere luminose nel cielo sovrastante il tempio di Stonehenge: anche la comparsa di crop circle verificati in prossimità del tempio, per gli ufologi , altro non sarebbero che la prova della mano aliena nella costruzione dell’imponente struttura religiosa.

di Monica E.

Per Redazione Segnidalcielo

SHARE
RELATED POSTS
Perù: cresce l’allarme per le Linee di Nazca. Perduto il 50% del loro stato di conservazione
Archeologia Misteriosa: megaliti all’ Isola del Giglio
Armi al Plasma usate 4000 anni fa nella città di Mohenjo Daro?

Comments are closed.