Planet X Nibiru

Il Pianeta X si trova all’esterno del Sistema Solare da qualche parte vicino alla costellazione della Balena

Con l’aiuto dei dati forniti dalla sonda Cassini della NASA, diverse orbite del Pianeta nove (Planet X) sono oggetto di esame da parte dei ricercatori, che hanno fissato la posizione del pianeta con due ipotetiche ‘strisce orbitali’, che poi si sovrappongono con l’orbita prevista dai ricercatori della Caltech. Ciò significa che gli astronomi hanno lavorato su possibili e numerose orbite del pianeta sfuggente.

Gli astronomi ritengono che il Pianeta X  è in agguato sui bordi esterni del Sistema Solare da qualche parte vicino alla costellazione di Cetus (Balena) , in una zona relativamente piccola del cielo.

cetus

Planet X recentemente soprannominato Planet Nine, potrebbe essere circa dieci volte più massiccio rispetto al pianeta Terra, e se scoperto, sarebbe il pianeta con l’orbita più lontano dal nostro Sole.

Tuttavia, poiché l’esistenza di Planet Nine è stata proposta all’inizio di quest’anno, la NASA ha pubblicato diversi avvertimenti, suggerendo che le affermazioni di un nuovo pianeta in agguato nel nostro sistema solare sono molto prematuri e che ci vogliono ulteriori test necessari da compiere,  per giungere a questa conclusione. Ma la NASA e comunque il governo degli Stati Uniti sanno della presenza del massiccio pianeta, ma non vogliono che ci sia adesso un comunicato ufficiale di tale scoperta, per via dei problemi legati alla sicurezza nazionale e internazionale.

Secondo un articolo pubblicato questo mese daMatthew Holman e Matthew Payne,  hanno scritto circa il nuovo metodo che potrebbe aiutare i ricercatori a sapere se Planet Nine è reale e la sua posizione nel cielo è quella che si sospettava prima.

orbita planet9

Grazie alla Sonda spaziale Cassini, un nuovo metodo di studio ha permesso agli scienziati di restringere il campo sulla posizione di Planet X e la sua distanza approssimativa dal nostro Sole, oltre la massa del pianeta sfuggente.

La nuova ricerca ha “frizzato” la posizione del Pianeta Nove su due “strisce orbitali” e sono stati successivamente sovrapposti con l’orbita studiata e proposta da Konstantin Batygin e Mike Brown, i due scienziati planetari della Caltech University,  che suggerivano l’esistenza di un pianeta sconosciuto in agguato nel nostro sistema solare, scoperta fatta nel Gennaio di quest’anno.

 
‘Abbiamo messo Planet Nove in tutta una serie diversa di posizioni – tutte le diverse possibilità nel cielo, e distanze diverse, diverse masse – e abbiamo cercato di scoprire se combaciano queste posizioni. Secondo noi il pianeta è li, nello spazio sul bordo esterno del sistema solare e potrebbe avere un orbita che gli consente ogni 20-30 mila anni di avvicinarsi al Sole” ha dichiarato Matthew Payne alla rivista New Scientist. 

La nuova ricerca prevede che il Pianeta X o Planet 9, può essere trovato verso la costellazione di Cetus o Balena, che è una parte piccola del cielo. È interessante notare che i ricercatori con la missione Dark Energy Survey, solo per coincidenza sta analizzando questa zona, secondo quanto riferito da New Scientist.

planet x-planet nine

Fin da quando i ricercatori del Caltech hanno proposto l’esistenza di Planet nove all’inizio di quest’anno, la sonda Cassini della NASA ha aiutato gli astronomi nella loro ricerca su questo pianeta sfuggente.

Secondo i ricercatori, il Pianeta Nove potrebbe essere un mondo congelato misterioso molto più grande della Terra, che ha temperature che scendono a -226 gradi., ma queste sono solo ipotesi. Gli scienziati ipotizzano che il mondo sfuggente avrebbe un nucleo di ferro circondato da un mantello di silicati e parti esterne del pianeta. che sarebbe composto da ghiaccio d’acqua e una sacca di elio e idrogeno, che è il motivo per cui gli scienziati stanno avendo un momento difficile per localizzare questo pianeta nel cielo.

M.F.

Redazione Segnidalcielo

[ot-video][/ot-video]

English Version:

With the help of data provided by NASA’s Cassini Spacecraft, several orbits for alleged planet nine are being considered by researchers pinning the location of the planet to two ‘stripes,’ which are overlapped with the orbit provided by Caltech researchers. This means that astronomers have worked out the possibility of numerous orbits for the elusive planet.

Astronomers now believe that the mystery planet is lurking the outer edges of the solar system somewhere near the constellation of Cetus, a relatively small area of the sky.

The elusive planet recently dubbed Planet Nine, and referred to by many as Planet x, is believed to be around ten times more massive compared to planet Earth, and if discovered, would be the planet with the furthest orbit from our sun.

However, since the existence of Planet Nine was proposed earlier this year, NASA has issued several warnings suggesting that claims of a new planet lurking in our solar system are very premature and that further tests needed to be performed to come to this conclusion.

According to a paper published this month, Matthew Holman and Matthew Payne have written about the new method which could help researchers find out whether or not Planet nine is real and its location in the sky.

Researchers are meticulously analysing data from the Cassini spacecraft and considering several orbits as opposed to one, explained to New Scientist in an interview.

This new method has allowed scientists to narrow down the predictions for the position of the elusive world, its approximate distance to our sun, and the mass of the mystery planet. The new research has pinned down the location of Planet Nine to two ‘stripes’ and were later overlapped with the favoured orbit proposed by Konstantin Batygin and Mike Brown, the two Caltech planetary scientists which suggested there is an unknown planet lurking our solar system back in January this year.

 ‘We put Planet Nine at a whole different slew of locations – all different possibilities in the sky, different distances, different masses – and tried to find out whether that constrains things even more,’ Payne told New Scientist.

‘When you put those together it’s kind of like X marks the spot.’ New research predicts that the Ninth planet may be found towards the constellation of Cetus, which is a miniature part of the sky, making up just 20 degrees in radius. Interestingly, researchers with the Dark Energy Survey mission are coincidentally analyzing this zone as well, according to reports from New Scientist.

Ever since Caltech researchers proposed the existence of Planet nine earlier this year, NASA’s Cassini spacecraft has helped astronomers in their search for the elusive planet.

According to researchers, Planet Nine might be a mysterious frozen world much bigger than Earth, which has temperatures that dip to -226 degrees. Scientists speculate that the elusive world would have an iron core surrounded by a silicate mantle and the planet’s outer parts would consist of water ice and a hydrogen/helium ‘envelope,’ which is why we are having a hard time locating the planet in the sky.

Ancient Alien is New Scientist

SHARE
RELATED POSTS
Enorme meteorite esplode nei cieli della Crimea – il video
Scoperti tre pianeti simili alla Terra, potenzialmente abitabili
Minaccia Asteroidi: all’ESA di Frascati le prove per deviare un asteroide in rotta di collisione con la Terra

Comments are closed.