Anomalie Spaziali Cambiamenti Climatici Earth Changes

I test nucleari durante la “guerra fredda” hanno influenzato il campo geomagnetico della Terra

Uno studio pubblicato su Space Science Reviews certifica la capacità dell’uomo di influenzare la meteorologia cosmica. I test nucleari ad alta quota condotti dagli Stati Uniti e dall’Unione Sovietica durante la “guerra fredda”  hanno prodotto effetti paragonabili a quelli generalmente determinati dal Sole. 

Il clima cosmico, che può causare cambiamenti del campo magnetico terrestre, di norma è legato all’attività del Sole, ma i nuovi dati relativi agli anni ’50 e ’60 dimostrano che alcune perturbazioni della magnetosfera possono avere un’origine antropica.

Risultati immagini per Human Activity Impacted Space Weather, nuclear test

Dal 1958 al 1962, la forte rivalità scientifico-militare tra Usa e Urss ha portato le due superpotenze a condurre esperimenti estremi per testare le rispettive tecnologie nucleari. L’operazione statunitense Starfish Prime è un esempio eclatante: a 400 chilometri di altitudine sopra il Pacifico è stata fatta esplodere una bomba all’idrogeno con una potenza di circa 1,45 megatoni. La potenza esplosiva degli ordigni nucleari si esprime in kilotoni (migliaia di tonnellate di TNT) o megatoni (milioni di tonnellate di TNT). Per fare un confronto basta ricordare che Little Boy e Fat Man, i due ordigni che hanno raso al suolo Hiroshima e Nagasaki nel 1945, avevano una potenza rispettivamente di 13-18 e 18-23. kilotoni.

Esplosioni nucleari hanno causato turbolenze e distorsione del campo magnetico terrestre

Il nuovo studio, coordinato dall’Università del Michigan, ha rilevato che una delle conseguenze degli effetti  dovute alle detonazioni degli ordigni nucleari  è stata la propagazione nel cielo di una palla di fuoco fatta di plasma, gas bollente e particelle elettricamente cariche, che ha causato una serie di turbolenze geomagnetiche, capaci di distorcere le linee del campo magnetico terrestre e indurre nuovi campi elettrici sulla superficie del pianeta.

Risultati immagini per test nucleari durante la "guerra fredda" influenzato campo magnetico della Terra

Alcuni test nucleari hanno addirittura creato cinture di radiazioni artificiali, simili alle fasce di Van Allen, che sono rimaste nella magnetosfera per settimane e a volte per anni. Inoltre, sembra esistere una relazione tra questi test nucleari e il mancato funzionamento di alcuni satelliti immediatamente dopo le esplosioni. I test nucleari sono stati proibiti a partire dal 1967 con l’Outer Space Treaty.

Redazione Segnidalcielo



SHARE
RELATED POSTS
Fine della razza umana: i 7 scenari possibili
Meteorite cade nel Messico centrale – i video
Allarme degli Scienziati: registrate “nuvole di metano” nel Mare Glaciale Artico

Comments are closed.