Earth Changes Minacce dallo Spazio

Gli Stati Uniti si preparano per una “Collisione di Asteroidi” con la Terra

Alti funzionari degli Stati Uniti hanno tenuto corsi ed esercitazioni per il personale militare e civile in caso che un asteroide colpisca la Terra. Questa notizia è stata pubblicata dal portale Space.com che fa riferimento al rapporto dell’agenzia spaziale NASA.

La formazione è stata avviata appunto dallo stesso ente spaziale e dall’Agenzia Federale per le emergenze degli Stati Uniti (FEMA), che ha partecipato anche attraverso il coinvolgimento dei laboratori nazionali, dei grandi centri scientifici e tecnologici statali appartenenti al Ministero dell’Energia, al Pentagono  e all’US Air Force.

Risultati immagini per NEO, nasa, asteroids

Molti dei ricercatori coinvolti,  hanno analizzato la disponibilità delle varie strutture per l’azione congiunta in caso di emergenza, in quanto l’allenamento e lo studio prefissato, era una azione per prevenire il panico e proteggere le persone dalle conseguenze del disastro.

Lo scenario era quello che presupponeva come un asteroide del diametro tra i 100 e 250 metri, sarebbe impattato il 20 settembre 2020 nello stato della California del sud, intressando anche le zone circostanti.

Il nuovo capo della NASA per la sezione  Strategia e Piani dr.  Thomas Cremins , ha dichiarato che la minaccia del disastro è molto reale, ma ora, a differenza di qualsiasi altro punto della storia, l’umanità si può preparare per mitigarne l’impatto.

Roccia spaziale sfiora la Terra

Mercoledì scorso una meteora di 22 metri di lunghezza, ha sfiorato la Terra passando ad appena 77 mila chilometri dall’atmosfera, una distanza equivalente a un quinto della distanza tra la Terra e la Luna. Questo è accaduto lo scorso Mercoledì alle 01:32 (CET spagnolo).

la roccia spaziale 2016 VA, transitata a circa 77 mila km dalla Terra

Come riportato dal Minor Planet Center (MPC) a Cambridge, Massachusetts, la roccia, che è stata battezzata 2016 VA, è stata scoperta solo poche ore prima da astronomi  del Moun Lemmon Survey in Arizona (Stati Uniti). Per avere un’idea di ciò che significano 77.000 chilometri di distanza dalla Terra, è possibile confrontare questa cifra con l’altezza dell’orbita geostazionaria , che sono circa 36.000 chilometri.

Earth Asteroid taglio su

Questo tipo di scoperte di piccoli asteroidi nelle vicinanze della Terra sono frequenti. In realtà, spesso si scoprono  30 nuovi asteroidi vicini alla Terra ogni settimana , per un totale accumulato di 15.000 oggetti spaziali.

Come riportato dalla NASA, sul sito web del programma di ricerca e monitoraggio asteroidi vicini alla Terra (Near Earth “objetcs” NEO), dal momento che dal 2013 sono aumentati del 50 per cento il numero di asteroidi scoperti, lo stesso ente spaziale ha battezzato da poco un nuovo telescopio cacciatore di oggetti NEO. Secondo la NASA, un NEO è un macigno spaziale la cui orbita si avvicina alla Terra ad una distanza di almeno 1,3 UA (1 AU, o unità astronomica è la distanza media tra il nostro pianeta dal Sole, ed è equivalente a 150 milioni di chilometri).

Risultati immagini per NEO, nasa, asteroids

Uno sciame di rocce spaziali

Secondo i calcoli attuali, esistono il 90 percento di asteroidi pericolosi, che sono quelli che possiedono una lunghezza oltre mille metri, quindi più di un chilometro. Sono questi che pongono un rischio reale di  distruggere la civiltà umana .

“Anche se un oggetto NEO minaccia di colpire la Terra nel prossimo secolo” detto di recente  Lindley Johnson , dell’Office of Planetary Defense  ” ci sono ancora molti rischi di trovare anche piccole rocce che risulterebbero potenzialmente pericolose, in grado di distuggere una città intera. Un oggetto NEO del diamentro variabile di almeno 25-30 metri, potrebbe distruggere una città come Parigi o New York”.

Redazione Segnidalcielo

 

SHARE
RELATED POSTS
La NASA in allerta per l’arrivo di tre Asteroidi giganti che potrebbero colpire la Terra
Senatore brasiliano annuncia il ritorno di Nibiru e possibili disastri sulla Terra
La NASA a caccia dell’Asteroide che potrebbe colpire la Terra

Comments are closed.