Vita nel Cosmo

Gli scienziati SETI sviluppano un “linguaggio naturale” per comunicare con gli Alieni

Gli scienziati del SETI stannno sviluppando un “linguaggio naturale” per comunicare con gli Alieni. Il 26 maggio 2018, eminenti astronomi e linguisti hanno discusso di come sarebbe stata la lingua degli alieni e di come avremmo potuto comunicare con loro. Se ne è parlato durante la Conferenza internazionale per lo sviluppo dello spazio tenutasi a Los Angeles (California, Stati Uniti),  riferisce  il portale CNET.

Alcuni sono ottimisti sul fatto che questa “connessione interna” possa essere  estesa anche a lingue extraterrestri. Douglas Vakoch, presidente del METI (Messaging Extraterrestial Intelligence) del SETI, ha ricordato che lo stesso Chomsky “ha spesso affermato che se un marziano visitasse la Terra, penserebbe che  tutti noi parliamo dialetti della stessa lingua “.

Un’idea rivoluzionaria
Infatti, i linguisti americani Bridget Samuels e Jerey Punske hanno sostenuto che fattori scientifici universali come le leggi della fisica potrebbero aiutare a “hackerare” il linguaggio degli alieni.
Ad esempio, ” non ci sono molti modi in cui un segnale può essere trasmesso, soprattutto a grandi distanze”, hanno spiegato diversi ricercatori in una e-mail a CNET dopo la conferenza.

Inoltre, gli scienziati hanno affermato che sarebbe logico che i linguaggi extraterrestri consistessero in “elementi costitutivi che  possono essere combinati  per creare messaggi con signicati più complessi che fino ad ora si sono rivelati forse inutili”.  Ma ora gli esperti di tutto il mondo cercano di scoprire quale tipo di messaggio sarebbe  più comprensibile  per gli alieni, l’idea è che ci sia una grammatica universale all’interno del pacchetto che viene inviato attraverso i radiotelescopi.
” Tutto questo rappresenta un cambiamento radicale per gli scienziati SETI che hanno una nuova idea di creare messaggi interstellari  ispirati ai linguaggi naturali e non complessi e matematici”. Infatti in passato sono stati usati  messaggi attarverso codici in base alle leggi matematiche e fisiche, piuttosto che linguistici.” ha dichiarato Douglas Vakoch.

A cura della Redazione Segnidalcielo

SHARE
RELATED POSTS
ESCLUSIVO!! L’oggetto alieno ‘Oumuamua’ è stato esplorato da una “missione spaziale segreta”
Scienziati scoprono un gemello del Sole che potrebbe avere un pianeta simile alla Terra
Le ultime immagini della Sonda Cassini mostrano un “oggetto misterioso” negli Anelli di Saturno

Comments are closed.