Earth Changes

Gli scienziati russi avvertono che nel 2014 inizierà un raffreddamento globale

 

Due scienziati russi respingono la teoria del riscaldamento globale e mettono in guardia i governi del mondo  su un nuovo periodo glaciale della Terra, che inizierà il suo processo dal prossimo anno.

 

I ricercatori russi Vladimir Bashkin e Rauf Galiulin hanno pienamente rivalutato la teoria sulla famosa influenza antropica sul clima globale, per spiegare i cambiamenti in atto correlati con i diversi cicli di attività solare.

Influenza antropica sul clima globale

In climatologia il termine mutamenti climatici indica le variazioni a livello più o meno globale del clima della Terra (cambiamento dei valori medi) ovvero variazioni a diverse scale spaziali e storico-temporali di uno o più parametri ambientali e climatici: temperature (media, massima e minima), precipitazioni, nuvolosità, temperature degli oceani, distribuzione e sviluppo di piante e animali. I cambiamenti climatici sono imputabili a cause naturali ma, per gli ultimi 150 anni, la comunità scientifica li ritiene dovuti principalmente all’azione dell’uomo, sotto forma di alterazione dell’effetto serra.

Per i due scienziati, le frequenti dichiarazioni da parte dell’Occidente sul riscaldamento globale, sono in una certa misura una completa  esagerazione intenzionale,  perché “se per il riscaldamento globale, verranno ridotti i combustibili convenzionali come il petrolio, carbone e gas naturale esportati soprattutto in particolare dalla Russia verranno ridotti, e pertanto, il prezzo di questa fonte di energia deve essere più basso di quello che è adesso ” – commentano i due scienziati – noi siamo altrettanto convinti che l’umanità è ora all’inizio di un nuovo periodo di raffreddamento globale, che è legato al futuro calo dell’attività Solare e non legato al calo dei combustibili convenzionali, anche se in parte vi è una piccola influenza”

“Una Piccola Era Glaciale” avrà inizio nel 2014 e raggiungerà i suoi picchi di temperature minime a metà del secolo, questo secondo il rapporto dei due ricercatori russi.

“In primo luogo la riduzione della temperatura sarà molto lenta, e, dopo qualche decennio, sarà più bassa rispetto all’inizio “, aggiungono i due ricercatori. Affermazioni simili sono state fatte l’anno scorso dal capo della ricerca spaziale dell’Osservatorio di Pulkovo dell’Accademia Russa delle Scienze, l’onorario medico Jabibulá Abdusamatov , indicando che la temperatura comincerà a scendere nel 2014 raggiungendo il suo picco nel 2055. Egli ha anche avvertito che “la caduta di temperatura influirà su quasi tutti i paesi mondiali”, sottolineando che “come spesso accade, da un lato si parla che questo che stiamo dicendo sia una assurdità, ma non è solo la scienza a deciderlo, quello che accadrà farà solo parte di un ciclo naturale del pianeta e la scienza occidentale lo sa benissimo “.

Redazione Segnidalcielo

 

SHARE
RELATED POSTS
Gli Stati Uniti avvertono la Romania per l’arrivo di un terremoto distruttivo
Michio Kaku: “Nibiru conseguenza della pioggia di comete che ha causato l’estinzione di massa”
Misteriosa “Ombra” osservata sulla superficie della Terra! Scienziati cercano di dare una spiegazione

Comments are closed.