Home Minacce dallo Spazio Gli scienziati avvertono dell’imminente impatto di un “uragano di materia oscura” sulla...

Gli scienziati avvertono dell’imminente impatto di un “uragano di materia oscura” sulla Terra

6685
0

L’universo esiste da circa 13,7 miliardi di anni, ma ha ancora molti misteri che continuano a stupire gli astronomi fino ad oggi.

Dall’energia oscura ai raggi cosmici e all’unicità del nostro sistema solare, ci sono tutti i tipi di enigmi cosmici. E forse uno dei misteri che crea più confusione nella comunità scientifica è la materia oscura.

Non può essere visto. Non puoi sentire. Non puoi sentire e non puoi odorare o gustare. Anche con le apparecchiature scientifiche più sofisticate del mondo, non vi è alcuna prova diretta che esista la forma ipotetica della materia. Ma la sua esistenza non è più in dubbio, sebbene ci siano ancora molte domande a cui rispondere sulla materia oscur

Tuttavia, nel 2015 la fisica dell’Università di Harvard Lisa Randall ha offerto una teoria davvero inquietante, secondo cui la materia oscura ha davvero ucciso i dinosauri 65 milioni di anni fa. La dottoressa Randall e i suoi collaboratori hanno suggerito che la materia oscura potrebbe in ultima analisi (e indirettamente) essere responsabile dell’estinzione dei dinosauri.

È noto che 66 milioni di anni fa, un grande corpo celeste largo almeno 10 chilometri cadde sulla Terra dallo spazio e finì con i dinosauri, insieme a tre quarti delle altre specie del pianeta. La teoria del dottor Randall ha proposto che durante il passaggio dell’enorme asteroide attraverso il sistema solare, abbia trovato un disco di materia oscura che ha cambiato la sua traiettoria, dirigendolo direttamente verso l’impatto del cataclisma. E ora questo evento potrebbe ripetersi. Scienziati spagnoli hanno avvertito che un uragano di materia oscura si muove ad alta velocità attraverso la Via Lattea e avrà un impatto sulla Terra nel prossimo futuro, provocando un’apocalisse sul nostro pianeta.

L ‘”uragano della materia oscura”

Un team di scienziati dell’Università di Saragozza, in Spagna, ha assicurato che un uragano incredibilmente veloce di materia oscura avrà presto un impatto sulla Terra mentre avanza attraverso la Via Lattea .

Secondo i calcoli effettuati dagli astronomi, questo uragano di materia oscura apparentemente viaggia a una velocità di oltre 500 chilometri al secondo ed è ora ampiamente considerato uno degli eventi spaziali più turbolenti che siano stati visti nel sistema solare. Tuttavia, gli esperti hanno già chiarito che all’inizio non dovrebbe causare alcun danno al nostro pianeta. In effetti, analizzare questo uragano di materia oscura potrebbe aiutare gli scienziati a saperne di più sulle particelle più misteriose dell’Universo.

Va anche tenuto presente che non saremo in grado di vedere o sentire questo uragano di materia oscura quando colpisce la Terra, ma le possibilità di una rilevazione diretta della materia oscura saranno maggiori durante questo evento spaziale.

Quindi, come sono riusciti gli astronomi a prevedere questa collisione se la materia oscura non è visibile? Utilizzando i dati raccolti dalla sonda spaziale Gaia dall’Agenzia spaziale europea (ESA), gli astronomi hanno scoperto una corrente stellare che  è in realtà i resti di una grande galassia nana sferoidale  che è stata consumata dalla Via Lattea molti anni fa.

Questo sistema stellare soprannominato S1 ha lasciato un flusso di stelle orbitanti che circondano il centro galattico. Gli esperti ritengono che S1 potrebbe volare attraverso la materia oscura a circa 230 chilometri al secondo, mentre la materia oscura presente in questa corrente potrebbe viaggiare a una velocità doppia, a circa 500 chilometri al secondo. Lo studio, diretto da Ciaran O’Hare, post-dottorato presso il Dipartimento di Fisica Teorica dell’Università di Saragozza, ha cercato di indagare l’impatto di S1 ​​sulla materia oscura nel piccolo angolo della Via Lattea. Dopo aver analizzato la distribuzione della materia oscura che scorre nel flusso S1, gli scienziati hanno previsto che le firme per questi modelli potrebbero essere raccolte dai rilevatori a terra.

Apocalisse imminente

Sebbene gli scienziati abbiano chiarito che questo uragano di materia oscura non dovrebbe causare alcun effetto dannoso sulla Terra, molti credono che questi eventi spaziali insoliti siano chiari segni di un’apocalisse imminente.

Si basano sulla teoria proposta dalla dottoressa Lisa Randall, la quale suggerì che l’asteroide che uccise i dinosauri 65 milioni di anni fa è stato deviato da un uragano di materia oscura. Anche il ricercatore Frank Hoogerbeets, che gestisce il   sito web di Ditrianum , ha previsto che  il materiale dell’uragano della materia oscura potrebbe causare un forte terremoto sulla Terra  nei prossimi giorni.

“La geometria critica di 12 e 13 può innescare più eventi sismici e possibilmente terremoti più grandi da 13 a 15”, ha detto Hoogerbeets. “Dopo tre anni di osservazioni, è diventato chiaro che una certa geometria planetaria nel Sistema Solare tende chiaramente a causare un aumento sismico, mentre un’altra geometria no.”

Hoogerbeets ha anche avvertito che gli effetti di tutti questi eventi cosmici potrebbero causare un mega-terremoto nel prossimo periodo natalizio. Ovviamente, in merito a questi eventi si sono fatti senitre i teorici della cospirazione, che ritengono come l’arrivo di Nibiru, noto anche come Pianeta X, sia il colpevole di questi insoliti fenomeni nell’Universo.

Redazione Segnidalcielo