Disastri Ambientali

Gli scienziati avvertono che il vulcano Monte St. Helens sta per eruttare

Gli scienziati hanno avvertito che il Monte St. Helens, uno dei più pericolosi vulcani al mondo e degli Stati Uniti, potrebbe esplodere da un momento all’altro.  Mentre continuano la serie di terremoti sotterranei che sono cresciuti in modo esponenziale negli ultimi giorni, è scattato l’allarme giallo nello Stato di Washington.

I sismologi hanno registrato in questi giorni, uno ” sciame “di 130 scosse individuate  sotto il vulcano. Gli scienziati dichiarano che questi movimenti tellurici sono provocati dalla lava, ma soprattutto sono i risultati di una possibile eruzione in futuro.  Il vulcano attivo, responsabile dell’eruzione del 1980, quella più letale mai vista negli Stati Uniti, non si è mai addormentato, ma è rimasto “ancora vivo”.

Secondo gli esperti, che rimangono in stato di allerta massima, non possono prevedere quando il vulcano esploderà, ma si limitano a monitorare attentamente la situazione in mezzo delle preoccupazioni che i terremoti attuali, potrebbe diventare un “evento di grande ricarica”, indicando che una grande eruzione è imminente.

Il Monte St. Helens si trova nello stato nord-occidentale di Washington,  a circa 95 miglia a sud della città di Seattle, dove abitano circa 600 mila persone. In un rapporto emesso questa settimana dalla US Geological Survey (USGS), si dice che le apprecchiature sismografiche, hanno rilevato un elevato numero di scosse sotto il vulcano e queste scosse stanno aumentato drammaticamente. Ricordiamo che uno “sciame” di 130 terremoti, si è verificato nelle ultime otto settimane.

Come riferito al quotidiano inglese express, il Dr. Seth Moran, scienziato capo all’Osservatorio di vulcanologia di Cascades, ha detto: “in questi anni il vulcano St. Helens ha accumulato tanta energia e potrebbe scoppiare di nuovo.”  L’ultima eruzione c’è stata nel 2008, dopo un breve risveglio nel 2004 , che era stata preceduta da decenni di relativa inattività. Ora il vulcano potrebbe esplodere e far fuoriuscire una grande quantità di magma, fumo e cenere.”

Redazione Segnidalcielo

[ot-video][/ot-video]

SHARE
RELATED POSTS
Astronomi della University of Cambridge: “una tempesta solare potrebbe causare una grande crisi economica globale”
Cataclisma Globale: dopo il sisma del Centro Italia, un terremoto è stato registrato nei pressi del Vulcano Marsili. Gli Alieni “Dargos” lo avevano previsto!
Catastrofe Globale in atto! L’Antartide è in una fase di declino irreversibile

Comments are closed.